.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
25 ottobre 2020

Presenza bioregionale contro presenza virtuale, schiavitù del denaro, dal melodramma allo sfascio, illusioni dure a morire, chiamatemi con i miei veri nomi, incarnazione è altra cosa di reincarnazione…

Il Giornaletto di Saul del 25 ottobre 2020 – Presenza bioregionale contro presenza virtuale, schiavitù del denaro, dal melodramma allo sfascio, illusioni dure a morire, chiamatemi con i miei veri nomi, incarnazione è altra cosa di reincarnazione…

Care, cari, assuefatti come siamo alla società dei consumi e della tecnologia avanzata stiamo trasferendo la nostra soggettività in forme di intelligenza virtuale, che non hanno aspetti spazio-temporali ben definiti. Risultato = cerchiamo l’onnipotenza, l’onniscienza e l’onnipresenza… vogliamo diventare come gli Dei ma poi nel delirio dell’hybris cosa succederà? Si slatentizza la parte egocentrica di noi e si cade nella confusione e nell’incomprensione, come avvenne nella storia della Torre di Babele, resistere a quelle tendenze è una lotta durissima, che inizia rallentando il processo di virtualizzazione…. – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/08/la-presenza-bioregionale-in-antitesi.html

Torna l’ora solare – Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre lancette indietro di 60 minuti. Entro aprile i Paesi Ue dovranno decidere per l’abolizione o meno dell’ora legale…

Schiavitù del denaro, alta finanza, debito pubblico e tasse – Il fatto è che finché non viene risolto il problema economico in modo ecologico ed “etico” la società non potrà progredire e resterà preda di tormenti consumistici e schiavitù lavorative. Il denaro che è nato come mezzo di facilitazione per lo scambio di beni necessari, ed in se stesso all’inizio aveva un valore universalmente riconosciuto, è diventato pian piano un mezzo speculativo di asservimento e di sperequazione sociale… – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/10/schiavitu-del-denaro-alta-finanza.html

Mio commentino: “E’ il principio della “rana bollita” di Noam Chomsky per descrivere la Società e i Popoli che accettano passivamente, il degrado, le vessazioni, la scomparsa dei valori della libertà e dell’etica, accettando di fatto la deriva…”

Dal melodramma allo sfascio – Scrive Michele Rallo: “I nodi stanno per venire al pettine. Non quelli della situazione sanitaria, assai meno preoccupante di quanto i numeri “ufficiali” potrebbero far temere. Ma quelli della situazione economica che, al contrario, é ben piú grave di quanto appaia a prima vista. Le misure con cui si vorrebbe contrastare la “seconda ondata” del Covid potrebbero decretare una crisi irreversibile di interi comparti: ristorazione, spettacolo, tempo libero, turismo e una larga fetta del settore commerciale…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/10/dal-melodramma-covid-allo-sfascio-finale.html

Commento di A.D.: “Molti si interrogano sul perché di questi lockdown angosciosamente cadenzati. E’ un film già girato e che stiamo vedendo in slow motion. Conoscere la realtà sarà un brutto colpo per tutti, anche per chi sa fin dove sono arrivate queste bestie immonde. E allora stiamo assistendo all’evolversi della storia più orrenda di tutti i tempi, col contagocce…”

Chiamatemi con i miei veri nomi – Scrisse Thich Nhat Hanh: “Non dire che domani me ne andrò, perfino oggi sto arrivando di nuovo. Guarda profondamente: ad ogni secondo arrivo, per essere un getto primaverile; un uccellino, con piccole ali ancora fragili: sto imparando a cantare nel mio nido nuovo; per essere un bruco nel cuore di un fiore; un gioiello che si nasconde nella pietra. Ancora arrivo, per ridere e piangere, per aver paura e per sperare. Il ritmo del mio cuore è la nascita e la morte di tutto ciò che vive…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/04/thich-nhat-hanh-chiamatemi-con-i-miei.html

Covid. Ultime notizie – Il governo potrebbe accelerare su un nuovo Dpcm (forse in arrivo già nelle prossime ore) con misure più incisive. Si pensa a un coprifuoco nazionale e alla chiusura delle attività non essenziali. Rimane aperto il nodo trasporti e degli spostamenti tra Regioni.

Illusioni dure a morire – Scrive Franco Libero Manco: “Come tutte le grandi epidemie del passato anche questa si spegnerà secondo una tendenza naturale, indipendentemente dalla diffusione di un vaccino al quale magari sarà dato il merito della vittoria. Ne usciremo con le ossa rotte sperando che l’umanità abbia imparato la lezione, avrà il coraggio di cambiare sistema di vita e soprattutto se avrà capito che quando si violano le leggi naturali prima o poi si pagano le conseguenze… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2020/10/24/illusioni-dure-a-morire/

Contatori “intelligenti” – Scrive Maria Hebel: “La radiazione emessa da contatori intelligenti (previsti nelle nostre case) è 100 volte maggiore dei cellulari e l’esposizione è costante. Medici informati ci avvertono. Numerose pubblicazioni scientifiche lo confermano. Il contatore sta nel disegno IOT. Controlla tutto quello che hai e fai in casa.”

Incarnazione è altra cosa di reincarnazione… – Secondo un filone buddista o taoista esiste una massa psichica che contiene tutte le tendenze mentali vissute o vivibili durante l’esistenza da tutti gli esseri senzienti. La scintilla singola si definisce incarnazione. Alla morte della persona l’energia individuale si fonde con l’universale. Ma le tendenze innate incompiute si aggregano in un grumo (programma karmico) che attira la coscienza verso nuove incarnazioni… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/11/incarnazione-e-altra-cosa-di.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“È ciò che cambia che muore. L’immutabile non vive né muore; è il testimone senza tempo della vita e della morte. Non puoi chiamarlo morto, perché è consapevole. Né puoi chiamarlo vivo, poiché non cambia…” (Nisargadatta Maharaj)

……….

“Abbiamo tutto e non abbiamo niente
siamo tutto e non siamo niente
abbiamo e non abbiamo
siamo e non siamo”
(Ferdinando Renzetti)




permalink | inviato da retebioregionale il 25/10/2020 alle 7:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 ottobre 2020

Agricoltura bioregionale, il giusto valore del cibo, a scuola a piedi, settimana per il disarmo, in memoria di Gianni Rodari, osservare il mondo senza pregiudizio…

Il Giornaletto di Saul del 24 ottobre 2020 – Agricoltura bioregionale, il giusto valore del cibo, a scuola a piedi, settimana per il disarmo, in memoria di Gianni Rodari, osservare il mondo senza pregiudizio…

Care, cari, su una cosa siamo tutti d’accordo: i prodotti genuini e  bioregionali fanno bene sia alla nostra salute che al nostro pianeta. E chi coltiva la nostra terra deve ricevere un compenso degno e adeguato per il suo lavoro. Ora tutto questo è possibile. L’Unione Europea investe ogni anno milioni di euro nella produzione agricola. Prossimamente i membri del Parlamento Europeo voteranno come questi soldi devono essere spesi… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/10/mangiare-bioregionale-fa-bene.html

Riunirsi in piccole comunità – Scrive D.S.: “Son circa 30 anni che dico che solo piccole comunità autosufficienti potranno cavarsela al collasso del mondo che conosciamo… ora i miei anni sono tanti e vedo con gioia che il discorso sta passando. Gioia, sì, ma anche un pizzico di dispiacere perché i vecchi non li vuol nessuno e forse è necessario così…”

Il giusto valore del cibo – Scrive Caterina Regazzi: “L’agricoltura tradizionale perché è in crisi? Perché i prodotti dell’agricoltura, nei paesi in cui vige il benessere materiale, hanno perso sempre più valore a scapito di altri beni, sempre materiali, che ne hanno acquistato uno sempre maggiore e penso prima di tutto a quelli tecnologici, beni che richiedono un consumo di altri beni (territorio, energia) sempre maggiori…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/08/27/il-giusto-valore-del-cibo-bioregionale/

Castelfranco Emilia. Conoscere le mele antiche – Scrive Gas c’è: “31 ottobre 2020 dalle ore 17:00 in Piazza Aldo Moro a Castelfranco Emilia: Conosciamo le varietà antiche di mele al Mercato Bio C’È con Piero Negroni, dell’Az. Agricola La Selva Armonica, referente Emilia dell’Associazione Civiltà Contadina per la salvaguardia della biodiversità rurale, e Presidente dell’Ass. di raccoglitori e produttori Prora… per affinare i sensi, per ascoltare racconti di tutela del territorio, di protezione delle varietà antiche di frutti e alberi, di valorizzazione della ricchezza di biodiversità rurale. Laboratorio gratuito a numero chiuso. Info:  info.gasce@gmail.com”

A scuola a piedi, per evitare contagi – Scrive Luca Gianotti: “Non si può più andare a scuola perché i bus non possono più contenere i ragazzi pigiati come sardine? Non ci posso credere. E quando si andava a scuola a piedi? E nei paesi poveri dove per avere un’istruzione ancora oggi si attraversano (con gioia) chilometri a tutte le età? Il segnale che ci manda il Governo è di considerare i ragazzi non più normodotati, ma paralitici: o prendono un bus o non possono andare a scuola…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/10/scuola-piedi-per-evitare-contagi-e.html

Mio commentino: “…c’è stato un tempo in cui per alcuni anni abitai a Grottaferrata e tutte le mattine andavo alla scuola elementare camminando per un paio di kilometri, passando in mezzo ad un boschetto in cui spesso mi fermavo a mangiare cardi, pinoli ed altre leccornie. I bambini, secondo me, amano la natura se gli si da la possibilità di viverla…”

Commento di J.H.: “Per certi versi, si potrebbe pensare che la nostra società occidentale stia facendo un’inversione a “U” e che stiamo tornando – al galoppo anche – verso il passato. Chissà quali usanze dovremmo riesumare…”

Viterbo. Settimana per il “disarmo” – Scrive Peppe Sini: “Dal 24 al 30 ottobre 2020 si svolge la “Settimana internazionale per il disarmo” promossa dall’Onu. Come ogni anno il “Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera” di Viterbo aderisce all’iniziativa. Giorno per giorno proporremo alla riflessione alcuni testi di autrici ed autori rappresentativi della cultura della pace…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2020/10/settimana-internazionale-per-il-disarmo.html

Papafrancy e paparatzy – Scrive Adriano Colafrancesco a commento dell’articolo https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2017/11/storie-degli-ultimi-papi-la-commedia.html?showComment=1603352329268#c9049830065773790502 -: “Interessantissimi gli articoli su Paparatzy e Papafrancy, Paolo. Manca però il vero protagonista: Satana in persona. Presto sarà evidente pure ai ciechi. Un caro saluto e buon lavoro (davvero encomiabile)…”

Mia ripostina: “Caro Adriano, chiamarlo “satana” è solo una oggettivazione di un pensiero… comunque comprensibile!”

In memoria di Gianni Rodari – In Kirghizstan due donne, una russa e una italiana, stanno realizzando un piccolo documentario a Bishkek. La capitale del Kirghizstan, una delle 5 repubbliche asiatiche ex sovietiche. Mentre si trovano vicino all’auto di un tassista, parlano fra di loro. L’ autista chiede gentilmente qualcosa alla ragazza russa. Poi si rivolge alla donna italiana e le dice sorridendo: “Italia? Sì… Gianni Rodari!”… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/10/23/gianni-rodari-ricordato-da-marinella-correggia-e-stefano-panzarasa-a-100-anni-dalla-sua-nascita/

Andamento coronavirus – Riporta ADNkronos: “Il parere di Trump: “La gente è stanca del Covid, io faccio questi rally enormi, la gente vuole essere lasciata in pace, sono stanchi di sentire Fauci e tutti questi idioti”. In una telefonata con il suo team elettorale, Donald Trump si scaglia, di nuovo contro il virologo, accusandolo di essere “un disastro”. “Se c’è un giornalista collegato, può riportarlo come l’ho detto, non mi può importare di meno”, ha detto ancora il presidente durante la chiamata…”

Auser – Antonio Marcucci è il nuovo presidente regionale dell’Auser Marche, l’associazione di volontariato promossa da Cgil e Spi Cgil Marche, 115 circoli in tutta la regione per un totale di circa 13mila iscritti. Subentra a Manuela Carloni. Auser Treia si complimenta vivamente con il nuovo presidente dell’Auser Marche, avendo con lui collaborato attivamente sin dalla fondazione del Circolo e per tutto il tempo in cui egli ha ricoperto la carica di Coordinatore Auser della Provincia di Macerata… – Continua: https://auser-treia.blogspot.com/2020/10/auser-marche-antonio-marcucci-nominato.html

Per una rinascita comunista – Scrive NPCI: “La rinascita del movimento comunista è un aspetto imprescindibile della rivoluzione che farà dell’Italia un nuovo paese socialista. Il partito comunista di tipo nuovo, Stato Maggiore della lotta popolare rivoluzionaria contro l’alta finanza imperialista, è la premessa della rinascita del movimento comunista cosciente e organizzato. Info: nuovopci@riseup.net”

Osservare il mondo senza pregiudizio – Il personaggio del sogno, nel quale noi ci identifichiamo, è una semplice componente inscindibile dalla complessità del sogno, in cui i vari attori, figure, oggetti ed eventi sono un tutt’uno. La “farsa” del sogno mostra un’apparente finalità e significato agli occhi del personaggio di sogno nel quale ci identifichiamo. Vediamo che egli infatti compie gesti deliberati e verosimili sforzi di volontà per raggiungere i suoi fini di sogno, rapportandosi inoltre con gli altri personaggi del sogno come “diversi” da sé. Può ciò corrispondere a verità?… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/11/osservare-il-mondo-senza-pregiudizio.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Regala la tua assenza a chi non dà valore alla tua presenza…” (Oscar Wilde)




permalink | inviato da retebioregionale il 24/10/2020 alle 7:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

23 ottobre 2020

Attuare il bioregionalismo, storie degli ultimi papi, “Profumo d’Italia”, indifferenza verso la malattia…

Il Giornaletto di Saul del 23 ottobre 2020 – Attuare il bioregionalismo, storie degli ultimi papi, “Profumo d’Italia”, indifferenza verso la malattia…

Care, cari, la continuità della nostra società, in quanto specie umana, richiede una chiave evolutiva, una visione globale, per mezzo della quale aprire la nostra mente alla consapevolezza di condividere con l’intero pianeta l’esperienza vita. Questa è la visione dell’ecologia profonda, la scienza dell’inscindibilità della vita… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/10/attuare-il-bioregionalismo-per-salvare.html?showComment=1603381232784#c613771547933478237

Commento di Nazim Hikmet: Ed ecco ce ne andiamo come siamo venuti: “arrivederci fratello mare, mi porto un po’ della tua ghiaia, un po’ del tuo sale azzurro, un po’ della tua infinità e un pochino della tua luce e della tua infelicità. Ci hai saputo dir molte cose sul tuo destino mare, eccoci con un po’ più di speranza, eccoci con un po’ più di saggezza e ce ne andiamo come siamo venuti, arrivederci fratello mare…”

Storie degli ultimi papi. Paparatzy e papafrancy… – Siamo a metà febbraio 2012 – Papa Ratzinger non aveva ancora annunciato le sue dimissioni, ma erano nell’aria, c’erano state minacce di attentati accompagnate da una campagna mediatica proveniente dagli USA che lo accusava di varie nefandezze… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2017/11/storie-degli-ultimi-papi-la-commedia.html?showComment=1603352329268#c9049830065773790502

Mio commentino: “Stando alle previsioni di Nostradamus papafrancy sarà l’ultimo papa, e poi anche l’azienda vaticana chiuderà i battenti. In piedi restano i potentati delle radici vecchio testamentarie, quelli che ormai dominano il mondo con la finanza. L’ora di religione è conclusa, per “ingravescentem aetatem”…”

“Profumo d’Italia”. Recensione/intervista – “Di ambiente e natura se ne parla tanto in questo periodo, ma in molti casi mai con cognizione di causa. Ecco perciò un approfondimento con Fulvio Di Dio, legale ambientale, scrittore e gran conoscitore delle problematiche che stanno lentamente distruggendo il pianeta. Partendo dalla sua ultima opera, “Profumo d’Italia. Il Paese della continua emergenza rifiuti”… “ Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2011/12/profumo-ditalia-il-paese-della-continua.html

Effetti del covid ed effetti di altre influenze – “Ad esempio per l’influenza di Hong Kong tra 1 e 2 milioni di persone ne morirono nel mondo tra il 1968 e 1969. Riprese nel primo 1970, quando era soprannominata “influenza spaziale” in Italia – dove causò circa 20.000 morti nel 1969-70. Non dette origine a lockdown, forti reazioni politiche, né a sconquassi sociali ed economici…”

Indifferenza verso la malattia – Scrive Caterina Regazzi: “…Trascriverei queste frasi di Nisargadatta Maharaj a lettere d’oro e ne farei dei manifesti da affiggere nelle strade, davanti alle scuole, davanti alle sedi di governo, farei dei volantini da distribuire nelle piazze, chissà, magari qualcuno pronto a svegliarsi, troverebbe se stesso…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2020/04/malattia-e-indifferenza-per-nome-e.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Mandrie di cavalli liberi galoppano nelle pianure verdeggianti, davanti a loro l’unico limite è il cielo in fondo. Il vento, il rumore di mari lontani, l’ombra di gabbiani che attraversano il sole, l’azzurro terso del cielo…” (P.S.W.)




permalink | inviato da retebioregionale il 23/10/2020 alle 7:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

22 ottobre 2020

Bioregionalismo: una memoria, Africa, Bergoglio apre ai gay, una riflessione sulla coscienza di Sé, risveglio spirituale…

Il Giornaletto di Saul del 22 ottobre 2020 – Bioregionalismo: una memoria, Africa, Bergoglio apre ai gay, una riflessione sulla coscienza di Sé, risveglio spirituale…

Care, cari, quando nel 1996 a Monterufeno (Vt), dopo circa tre anni di frequentazioni e amicizie varie, fu fondata la Rete Bioregionale Italiana, nonostante le giuste proteste di Paolo D’Arpini (già allora Presidente del famoso Circolo Vegetariano VV.TT. di Calcata), si decise di comune accordo di non affrontare, o lasciare da parte, alcune tematiche fondamentali, la caccia, l’allevamento, l’alimentazione che poi negli anni seguenti vennero talmente alla ribalta che la loro discussione (o rifiuto di discutere) portò persino alla scissione del gruppo. … (Stefano Panzarasa) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2017/12/bioregionalismo-ecologia-profonda-e.html

Nota – In definitiva basta ricordarsi che le nostre vite sono collegate fra loro e agli altri (piante, animali, umani, il pianeta), nessuna ci appartiene, tutto è connesso… Passato e presente dipendono dai nostri crimini e dalla nostra bontà ed è così che generiamo il nostro futuro…

Africa… – Mi sento come allora, quando stavo in Africa, niente davanti niente dietro, nessun luogo per andare, nessun luogo per tornare, nessun luogo per restare. Vagare trasognato, viaggiare solo perchè lo spostarsi era l’unico modo di sopravvivere a me stesso. Ringraziando la fame, la sete, la fatica, la paura, la meraviglia che mi teneva in piedi, mi dava la forza e lo stimolo di andare… ma dove?… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2020/10/africa-nella-memoria-di-paolo-darpini.html

Il papa come il prezzemolo – Scrive G.V.: “…il problema resta sempre quello della comprensione della fenomenologia politica. Il Sacro Soglio gioisce della assenza di un contendente credibile, con la fine ed il disvelamento dei ” mentecatti” di Sassoon e la inaffidabilità del PD. Non a caso, come si evince dalle apparizioni televisive, il primo piano è sempre riservato all’Uomo di Villa Nazareth. Cioè al papa…”

Una riflessione sulla coscienza di Sé – La coscienza non può essere spiegata solo in termini di funzionamento fisiologico e sicuramente possiede una sua propria natura e realtà. L’osservato non è mai scisso dall’osservatore, l’immagine non può sostituirsi alla sostanza. L’individuazione mentale delle forme e dei nomi non basta a completare il quadro della vita dandogli un’interezza. Perciò alla ricerca di una matrice comune, mi sono interrogato ed ho indagato sulla natura di colui che si interroga. Ho chiamato questo riflettere sulla riflessione: Spiritualità Laica… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2012/12/la-coscienza-di-paolo-darpini.html

Bergoglio apre ai gay – Scrive Ansa: “Gli omosessuali sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia”: lo afferma Papa Francesco nel documentario ‘Francesco’, presentato al Festival di Roma, secondo quanto riferito dal Catholic News Agency. “Quello che dobbiamo fare è una legge sulle unioni civili. In questo modo i gay sono coperti legalmente”

Mio commentino: “Ciò significa che i gay, oltre ad essere coperti “legalmente”, potranno anche adottare bambini e ricorrere all’utero in affitto?”

Risveglio spirituale ed esperienza personale – Il così detto “percorso di realizzazione” è un passatempo che la mente richiede. Noi siamo già quello che vorremmo essere quindi come possiamo “diventarlo”?. Però è vero che restare sintonizzati all’interno aiuta. Purtroppo a volte succede che la comprensione intellettuale possa ingannarci, lasciandoci credere di aver “compreso”. Quindi cosa posso consigliare agli amici che mi chiedono consiglio sul metodo di realizzazione? Forse la cosa migliore, come diceva Nisargadatta Maharaj -il fattore chiave-, è l’abbandono ed il seguire il proprio intuito che infallibilmente ci guida verso il risveglio. – Continua con testo blingue: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/10/spiritual-awakening-and-personal.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il vero abbandono consiste nel capire che non c’è niente da abbandonare, perché niente è tuo. È come quando dormi profondamente. Quando ti addormenti, non abbandoni il tuo letto. Semplicemente, lo dimentichi” (Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 22/10/2020 alle 7:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

22 ottobre 2020

Popoli nativi e foreste, Italia in svendita, la dichiarazione di Great Barrington, “Recovery Fund” per l’acquisto di armi, verso la realizzazione del Sé…

Il Giornaletto di Saul del 21 ottobre 2020 – Popoli nativi e foreste, Italia in svendita, la dichiarazione di Great Barrington, “Recovery Fund” per l’acquisto di armi, verso la realizzazione del Sé…

Care, cari, con la loro gestione delle foreste e di ambienti incontaminati, i popoli indigeni sono i guardiani di circa un quinto degli stock mondiali di carbonio, in forma di foreste tropicali. Ben 168 miliardi di tonnellate di carbonio sono protetti nei territori indigeni – tre volte le emissioni annuali del pianeta. Un patrimonio che rischia di essere vanificato se le strutture sociali dei popoli che se ne occupano non saranno protette e rafforzate… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2015/12/i-popoli-nativi-contribuiscono.html

Nota – La copertura forestale è essenziale per assorbire e trattenere l’anidride carbonica (CO2), il potente gas serra che minaccia il clima globale. Proteggere e ampliare le foreste aiuta a eliminare la CO2 dall’atmosfera, e ad arginare il riscaldamento globale…

Italia in svendita – Scrive Lorenzo Merlo: “In questi tempi segnati dal virus abbiamo assistito a politiche sulle quali saranno scritti molti libri. In tutti, certamente, non mancherà di essere presente quanto quelle scelte, proclamate in nome della salute pubblica, non vi fosse invece un definitivo segno di sudditanza al mercato, alla svendita dell’Italia. La crisi è una morte e senza di questa non c’è rinascita…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2020/10/italia-un-tricolore-sfilacciato-in.html

Resistere sempre – Scrive Daniele Bricchi: “Bisogna ricordarsi di quanto disse una grande conoscitrice dei popoli, l’antropologa ed etnologa Margaret Meade: “Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta.“

La dichiarazione di Great Barrington – Scrive Fulvio Grimaldi: “Facciamo di nuovo esplodere la bomba, benefica per noi e disastrosa per i regimi, della dichiarazione di Great Barrington. Sui media di massa della bomba non se ne parla, non se ne deve parlare e il Comitato, cosiddetto tecnoscientifico, se ne fa proteggere dalle schegge…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/10/la-dichiarazione-di-great-barrington-e.html

Siria allo stremo. Scrive Marinella Correggia: “La resilienza dei siriani ha un limite https://oraprosiria.blogspot.com/2020/10/la-resilienza-dei-siriani-ha-un-limite.html - Suggerisco la lettura di questa testimonianza e chiedo se conoscete politici europei a cui farla arrivare, perché l’Ue continua a infierire su quel paese con le sanzioni. Gli incendi sulla costa siriana hanno bruciato molti uliveti e aranceti, prima che con scarsissimi mezzi i pompieri, i soldati e i contadini riuscissero a spegnerli. E intanto in tutto il paese la situazione è allo stremo per la scarsità di viveri e carburante…”

“Recovery Fund” per combaterre il coronavirus? No, per l’acquisto di armi – Scrive Manlio Dinucci: “In base al Recovery Fund l’Italia dovrebbe ricevere nei prossimi sei anni 209 miliardi di euro, di cui circa 81 come sovvenzioni e 128 come prestiti da rimborsare con gli interessi. Nell’attesa, i Ministeri della Difesa e dello Sviluppo Economico hanno presentato un elenco di progetti di carattere militare per l’ammontare di circa 30 miliardi di euro…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/10/recovery-fund-per-il-coronavirus-no-per.html?showComment=1603205588372#c4495883306114470454

Commento di Marinella Correggia: “…leggo, mi rammarico, non mi stupisco. Infatti l’avevano detto: “Niente sarà più come prima”… Sarà meglio, sarà la guerra!”

Integrazione di C. Castaneda: “La maggior parte dell’umanità è predisposta alla sottomissione. Gente inconsapevole, gestita completamente. Chi ha capito, ha capito, non ha bisogno di consigli. Chi non ha capito, non capirà mai…” – Continua in calce al link soprastante

Verso la realizzazione del Sé – Scrisse Yogananda: “Non prendete la vita troppo seriamente. Finirà prima che ve ne accorgiate. Quando eravamo bambini ci sembrava bellissima. Erano così tante le cose da desiderare, così tante le cose di cui godere senza grandi responsabilità. Ma ora comprendete in che cosa consiste. Tutti quei sogni sono svaniti, e allo stesso modo finirà questo episodio della vita. Ma fino a quando durerà, fate in modo che i vostri pensieri siano rivolti soltanto a Dio…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/07/verso-la-realizzazione-del-se-di.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai, in ogni circostanza e in ogni epoca, si potrà avere la libertà senza lottare.” (Ernesto Che Guevara)




permalink | inviato da retebioregionale il 22/10/2020 alle 7:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 ottobre 2020

Alimentazione bioregionale, libertà dalle religioni, illuminazione buddista, laicità nella laicità…

Il Giornaletto di Saul del 19 ottobre 2020 – Alimentazione bioregionale, libertà dalle religioni, illuminazione buddista, laicità nella laicità…

Care, cari, l’alimentazione, nell’ambito della Rete Bioregionale Italiana è sempre stato un argomento molto dibattuto e con opinioni diverse, come è giusto che sia: su questa Terra è impensabile che tutti abbiamo lo stesso sentire nei riguardi delle diverse componenti. L’Italia è una terra di tradizioni contadine e… (Caterina Regazzi) – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2016/12/previsioni-prossime-poco-rassicuranti.html

M5S. Quando la nave affonda i topi scappano – Scrive R.T.: “Grillo e Casaleggio inventarono la piattaforma Rousseau perché fossero eletti solo mediocri credendo di poterli, poi, manovrare. In effetti, chi non ha studiato né ha un lavoro e neppure prospettive è più docile. Ma, una volta eletti, gli ignoranti non sono più disoccupati né vogliono perdere un reddito di 15mila € al mese. Come topi, che abbandonano la nave che affonda, scappano in cerca di un’altra sponda…”

Spiritualità laica e libertà dalle religioni – Personalmente sono favorevole all’insegnamento del pensiero filosofico laico, collegato alla cosiddetta “Spiritualità Laica”, o Biospiritualità, basata sulla conoscenza di Sé e sulla propria natura, e non su testi e romanzi inventati, questa è la prima ed unica forma di religiosità che ha promosso lo sviluppo della società umana nel suo complesso…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2020/06/spiritualita-laica-e-liberta-dalle.html

Covid-19. Cui prodest? – Scrive R.P.: “Il governo si è attribuito pieni poteri -poiché questo significa lo stato d’emergenza- sino a fine gennaio 2021. L’annus horribilis del virus dura oltre il calendario e minaccia di diventare permanente, un regime assai prossimo al fascismo. La democrazia parlamentare è sospesa con un semplice atto amministrativo, il decreto di un presidente del Consiglio mai passato dal voto popolare. Il virus è certamente ancora tra noi, ma non si vede una situazione sanitaria e civile fuori controllo, tale da giustificare un ulteriore giro di vite…”

Illuminazione buddista – Scrisse Alberto Mengoni: “E’ possibile essere felici senza essere “qualcuno”? Che valore viene attribuito, dal Buddhismo, al ruolo sociale e all’azione? I paradossi di una filosofia in cui la felicità è praticabile nell’assenza di “identità”…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2017/09/karma-e-illuminazione-nel-senso-buddista.html

Non lasciate il covid-19 in mano ai privati… – Scrive Marco Palombo: “Segnalo un articolo su Il manifesto di ieri di Edoardo Turi, medico -Direttore Distretto Asl, Roma ed esponente del Forum per il diritto alla salute- Medicina democratica. Il titolo dell’articolo “Solo il Servizio pubblico può contenere l’epidemia”. E la conclusione di Turi è: “Ora serve un movimento di lotta a partire dall’epidemia che apra su questo conflitti e vertenze, scuotendo la pigra sinistra”… ”

Laicità nella laicità – Il significato stesso di “laicità” impedisce l’assunzione di un modello, di un pensiero definito e specifico. Ciò vale anche per la cosiddetta Spiritualità Naturale o Laica, che è sincretica nell’accettazione delle varie forme di pensiero ma non riveste i panni di alcune d’esse, si tiene in sospensione, in una condizione di trascendenza. Ovviamente la laicità per essere genuina deve essere distaccata persino dal concetto stesso di “laicità” ovvero non deve considerare questo atteggiamento di distacco come un prerequisito di verità… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2020/10/lay-spirituality-true-layman-is-also.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Per avvicinarsi alla verità è sufficiente liberare la spontaneità del respiro, senza decidere in anticipo quando inspirare e quando espirare…” (P.D’A.)




permalink | inviato da retebioregionale il 19/10/2020 alle 7:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

17 ottobre 2020

Canapa libera tutti, canapa o “cannabis”?, le verità “ufficiali” non sempre sono “vere”, una poesia per la speranza, l’importanza della riconoscenza verso il Guru…

Il Giornaletto di Saul del 17 ottobre 2020 – Canapa libera tutti, canapa o “cannabis”?, le verità “ufficiali” non sempre sono “vere”, una poesia per la speranza, l’importanza della riconoscenza verso il Guru…

Care, cari, la libera coltivazione della canapa bioregionale, con metodi biologici, sarebbe un toccasana per l’ambiente, per l’economia e come forma di pulizia di terreni inquinati. La canapa può essere utilizzata nell’alimentazione, nella produzione tessile, nell’edilizia e perfino usata come combustibile bio. In realtà la canapa potrebbe sostituire in tutto e per tutto i combustibili fossili. La totale libertà di coltivazione della canapa bioregionale  favorirebbe inoltre un ritorno alla terra… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/05/ecologia-botanica-e-liberta-di.html

Nota – Finché la canapa bioregionale non potrà ritornare libera nei nostri campi e giardini, assieme a tutte le altre piante medicinali, alimentari e di varia natura, non potremo mai attuare una sana ecologia botanica.

Canapa o “cannabis”…? – …la canapa, in se stessa -come pianta- non è “droga”, infatti faccio l’esempio dell’uva per spiegare che a seconda di dove viene coltivata produce più zuccheri. La canapa in Italia è stata coltivata per millenni e fino a 70 anni fa era una pianta comune e nessuno ha mai rilevato che fosse “uno stupefacente”. Mentre se avviene la legalizzazione della “cannabis” allora sì che venderanno “droga” con il bollino dello stato, ne più ne meno come ora fanno con i liquori e con il tabacco…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2018/03/canapa-o-cannabis-le-piante-si-adattano.html

Nota – Apprendere il corretto uso della canapa – come avviene per qualsiasi altra erba o sostanza naturale – è più un fatto di “educazione e conoscenza” che di “regolamentazione”, poiché la dipendenza la da un cervello portato alla dipendenza, all’alcool, al sesso, alla coca cola… non la pianta in sé.

Le verità “ufficiali” non sempre sono “vere” – Scrive Roberto Cozzolino: “…è sotto gli occhi di tutti il reiterato martellamento mediatico grazie al quale molte “verità” imposte dalla propaganda vengono condivise acriticamente dalla maggioranza della popolazione, cui non arriva neanche l’eco di tesi contrarie, sprovviste di adeguati mezzi di diffusione, quando non addirittura criminalizzate dai sacerdoti delle “verità ufficiali”…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2013/12/dalla-donazione-di-costantino-all11.html

Commento di Fedor Dostoevskij: “Nelle mani della Chiesa di Roma, i più sacri, i più ingenui e i più giusti sentimenti popolari sono diventati delle armi. Roma ha fatto tutto questo per denaro, con il solo scopo di consolidare il suo dominio terreno. E che cos’é questa se non la dottrina dell’Anticristo?” – Continua in calce al link soprastante

Una poesia per la speranza – Scrive Mariangela Gualtieri: “Questo ti voglio dire ci dovevamo fermare. Lo sapevamo. Lo sentivamo tutti ch’era troppo furioso il nostro fare. Stare dentro le cose. Tutti fuori di noi. Agitare ogni ora – farla fruttare…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2020/10/questo-ti-voglio-dire-una-poesia-per-la.html

Burkina Faso, all’insegna di Sankara – Scrive Marinella Correggia: “Thomas Sankara fu ucciso il 15 ottobre 1987 a Ouagadougou. E per ricordarlo l’università Ouaga II ha cambiato nome: ora si chiama Uts, Université Thomas Sankara. Più info su http://thomassankara.net. Intanto prosegue la lotta per la giustizia…”

L’importanza della riconoscenza verso il Guru – Disse Sri Nisargadatta Maharaj: “…coloro che hanno praticato la devozione al Guru hanno beneficiato le persone, e le persone sono devote a tali saggi anche adesso. Non c’è generosità più grande dell’offerta della conoscenza di sé perché chi la riceve diventa come chi lo dona. Perciò dovrebbe esserci devozione verso colui che dà la conoscenza…” – Continua
con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2020/10/obligations-to-guru-can-never-be-paid.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Vieni, Madre, vieni!
Le stelle sono coperte,
nubi sopra nubi,
l’oscurità è vibrante, sonante.
Il ruggente turbine del vento
è abitato dalle anime di un milione di pazzi
fuggiti dal manicomio,
che sradicano gli alberi,
spazzano via i pellegrini dal cammino.
Il mare si è unito alla furia
e onde alte come montagne s’innalzano
verso un cielo di pece.
Un lampo di fosca luce
rivela mille e mille ombre della morte,
sudicia e nera,
che diffonde piaghe e dolori,
ballando ebbra di gioia.
Vieni, Madre, vieni!”
(Swami Vivekananda)




permalink | inviato da retebioregionale il 17/10/2020 alle 7:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 ottobre 2020

Veneto allo sbrago, Pianura Padana torni alla foresta, restiamo liberi, confucianesimo e laicità, siediti lungo la riva del fiume ed aspetta…

Il Giornaletto di Saul del 16 ottobre 2020 – Veneto allo sbrago, Pianura Padana torni alla foresta, restiamo liberi, confucianesimo e laicità, siediti lungo la riva del fiume ed aspetta…

Care, cari, dopo che in Veneto le elezioni della sinistra vera, ambientalisti veri, gente senza partito ma impegnata direttamente sui problemi socio-politici, ha/abbiamo ottenuto NESSUN RISULTATO, FORSE POTREBBE ESSERE IL MOMENTO DI UNIRE IDEE e FORZE per Ri-Cominciare, già da oggi. COSA FARE QUINDI? Adesso abbiamo tutto il Tempo x trovarci con calma, magari nel Padovano che è il centro del Veneto. (G.L.P) – Intanto leggiamo l’ultimo numero di Tera e Aqua… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/10/veneto-dopo-i-tristi-risultati.html

Greta si scopre pro sistema… – Scrive Marinella Correggia: “Sigh, Greta appoggia Biden anziché i Verdi Usa ecopax!”

Pianura Padana. Ritorno alla foresta… – Una politica di esteso rimboschimento della Pianura Padana (che risulta essere l’area più inquinata d’Europa) favorirebbe un processo di riconversione ambientale in senso ecologico. Le falde acquifere, i terreni, le città sono pesantemente inquinate dallo sviluppo sconsiderato della civiltà consumista. Le risorse naturali vengono distrutte ad un ritmo così accelerato che se si continua così nel loro sfruttamento ben poco resterà ai nostri posteri per sopravvivere.” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/03/bioregionalismo-e-foreste-la-pianura.html

Commento di Linda Guerra: “Grazie Paolo per questa importante riflessione, bisognerebbe inoltrarla a Bonaccini, ma non mi sembra una persona illuminata, anzi. Posso chiederti davanti a quale albero sei in posa nella foto, e dove si trova? È meraviglioso…”

Mia rispostina: “Trattasi di una quercia sul Monte Soratte”

Restiamo Liberi. No al DDL Zan-Scalfatotto – Scrive Marcilene De Oliveira: “È giunto il momento di entrare in azione. Il pericolosissimo DDL Zan-Scalfarotto sta per approdare in parlamento. Il 17 Ottobre 2020 saremo a Roma, in Piazza del Popolo, alle 14.30, uniti da un unico grido: RestiamoLiberi. Per affermare il nostro NO categorico ad una legge inutile e pericolosa che introdurrebbe il reato d’opinione…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/10/restiamo-liberi-protesta-contro-il-ddl.html

Trento. Oltre la Specie in aiuto agli orsi – Scrive OLS: “Il 18 ottobre 2020, a Trento, MOBILITAZIONE NAZIONALE “ORSI LIBERI, SMONTIAMO LA GABBIA.” Ritrovo alle 11.00 alla Stazione di Villazzano. La manifestazione durerà tutta la giornata, portare il pranzo al sacco, l’acqua, la mascherina, scarpe da montagna e indumenti adatti in caso di pioggia. Info: info@oltrelaspecie.org”

Confucianesimo e laicità – La morale confuciana, come pure quella taoista e buddista, non richiede per la sua affermazione la presenza od il concetto di un dio. La morale secondo Confucio è un metodo per stabilire il benessere sociale delle masse e per mantenere la struttura familiare. L’etica confuciana è una esemplificazione ideale basata su norme atte a coagulare la società e renderla prospera, nei suoi vari livelli…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2017/12/confucio-ed-il-suo-insegnamento.html

Morti “con covid” – Scrive Olivier Turquet: “Nell’ultimo studio dell’Istituto Superiore di Sanità “Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi all’infezione da SARS-CoV-2 in Italia” (https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/bollettino/Report-COVID-2019_4_ottobre.pdf) con dati aggiornati ai primi di Settembre, si scopre che la stragrande maggioranza di decessi è di persone “con covid” (i morti senza altra patologia sono 158 pari al 3,8% del totale) e, soprattutto, come sia la concomitanza con alcune patologie che aumenta sensibilmente le possibilità di un decorso grave e di decesso (malattie cardiovascolari, ipertensione, diabete), delineando in modo evidente le categorie a rischio…”

Siediti lungo la riva del fiume ed aspetta… – Scrive Simon Smeraldo: “L’antica saggezza dei popoli più progrediti ci insegna a non coinvolgerci nei mutevoli eventi del “divenire”, cioè la corrente del transeunte, del contingente, che lascia sempre il tempo che trova; ad investire, piuttosto,su quelli che sono i valori immutabili, che si collocano su di un altro piano di realtà, superiore al nostro, una dimensione metafisica nella quale ha radice, in ultima analisi la nostra realtà…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/03/siediti-lungo-la-riva-del-fiume-ed.html

Ciao, Paolo/Saul

……………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Un Jnani (un realizzato) non si preoccupa dei dettami delle varie religioni del mondo. Queste sono state inventate dagli esseri umani. Cosa ha ottenuto l’uomo con le sue varie religioni? Pochissima felicità o soddisfazione e tanta gelosia, odio, disturbi e separazioni…” (Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 16/10/2020 alle 7:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

15 ottobre 2020

Il Giornaletto di Saul del 15 ottobre 2020 - Chi può definirsi bioregionalista?, porti italiani in mani NATO, vaccini e OGM, le colpe delle religioni, nuovo DPCM e terzo settore...


Care, cari, chi può definirsi bioregionalista? Questo termine non denota una appartenenza etnica bensì la capacità di rapportarsi con il luogo in cui si risiede considerandolo come la propria casa, come una espansione di sé. La definizione diviene appropriata nel momento in cui si vive in sintonia con il territorio e con gli elementi vitali che lo compongono... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2013/06/chi-puo-definirsi-bioregionalista-il.html


Nota - Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana e partecipare agli incontri è sufficiente inviare una lettera di adesione alla Carta degli Intenti della Rete (http://retebioregionale.ilcannocchiale.it/) a: bioregionalismo.treia@gmail.com


Porti italiani. La nuova cortina di ferro – Scrive J.E.: “Porti militari e strategici, non commerciali. E sorvegliati dai Servizi. Perchè sono al centro del Mediterraneo, e lo controllano. E controllerà le rotte di almeno un quarto del commercio mondiale. Se il nemico è la Cina, i porti italiani devono essere NATO. Presidi militari. Il commercio ha da passare per il Nord Europa. Il Mediterraneo è la nuova Cortina di Ferro... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/10/14/il-nemico-e-la-cina-i-porti-italiani-devono-essere-nato/


Palestina martoriata – Scrive G.S.: “Qualche tempo fa i media internazionali avevano annunciato una dichiarazione congiunta di Trump e di Netanyahu di quello che è stato chiamato in maniera equivoca “Piano di pace per il Medio Oriente”. Questo senza alcuna consultazione o partecipazione dell’Autorità Palestinese e contro tutte le dichiarazioni delle Istanze Internazionali e le Risoluzioni dell’ONU riguardanti la Palestina. Di fatto si trattava dell’annessione a Israele del territorio delle Valle del Giordano e di altre zone dei territori palestinesi...”

Vaccini. OGM e contaminanti chimici... – Scrive Paola Botta Beltramo: “In una intervista la Dr.ssa Loretta Bolgan di Corvelva afferma: “… quando ho chiesto come mai vi erano così tanti contaminanti chimici che avevano trovato nei vaccini, mi hanno risposto che quei componenti non vengono analizzati, perché il limite massimo che viene consentito all’interno del vaccino è quello che è previsto anche per farmaci per uso orale. Questa cosa non è assolutamente accettabile…” - Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/10/blog-post.html


Macerata e provincia. Imparare ad usare lo "Smart Phone" - Scrive Antonio Marcucci di Auser Provinciale Macerata: "Per consentire a chi desidera partecipare al corso di formazione inerente il progetto "Anche noi in rete", come usare lo smartphone, contattare la Presidenza di Auser Provinciale Macerata: 347.4561453”



Le colpe delle religioni e dei grandi sistemi – Scrive Franco Libero Manco: “I sistemi di gestione sociale, le grandi istituzioni come lo Stato, le religioni, i mezzi di informazione pubblica, il settore medico-scientifico, sono quelli che maggiormente influenzano e condizionano il pensiero, la coscienza, la salute e il vivere della popolazione. Questi finiscono col fare gli interessi della propria classe, delle lobby, dei potenti spesso a danno della persona e del progresso collettivo...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2020/10/14/le-colpe-delle-religioni-e-dei-grandi-sistemi/


Auser c'è – Scrive Giusy Colmo: “Abbiamo realizzato un breve video dal titolo "Auser c'è – Vicini a chi ha bisogno” https://www.auser.it/galleria-multimediale/ per raccontare l’impegno dei circa 7mila volontari che durante i mesi di marzo aprile 2020 in pieno lockdown si sono dati da fare in mille modi per essere vicini a chi ha bisogno. A loro il nostro Grazie e la nostra riconoscenza per quanto hanno fatto...”


Nuovo Dpcm di ottobre 2020 - E’ in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il nuovo DPCM che, visto l’andamento dell’emergenza epidemiologica, dispone alcuni provvedimenti tesi a porre attenzioni o restrizioni, validi sino al 13 novembre 2020...” - Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/10/nuovo-dpcm-di-ottobre-2020-le-nuove.html


Ciao, Paolo/Saul


…......................................


Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“Un jnani (uomo di conoscenza) è cosciente dell'origine e del valore di questo essere che è venuto spontaneamente in esistenza. Quella stessa coscienza interpreta una moltitudine di ruoli, alcuni felici, alcuni infelici; ma qualunque sia il ruolo, il jnani resta semplicemente un osservatore” (Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 15/10/2020 alle 7:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 ottobre 2020

Bioeconomia, esperienze di pre e post mortem, Ultracovid: isteria collettiva, papa Bergoglio: “Il denaro è lo sterco del diavolo”, Apollo Sorano e Nisargadatta Maharaj…

Il Giornaletto di Saul del 14 ottobre 2020 – Bioeconomia, esperienze di pre e post mortem, Ultracovid: isteria collettiva, papa Bergoglio: “Il denaro è lo sterco del diavolo”, Apollo Sorano e Nisargadatta Maharaj…

Care, cari, la conferenza multidisciplinare del 25 settembre 2020 apre la riflessione all’interno del mondo scientifico e accademico e un dialogo con le istituzioni: la “Strategia Europea di Bioeconomia” risulta dipendente da risorse non sostenibili, non rinnovabili e dalle importazioni… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/10/strategia-europea-di-bioeconomia.html

Roma. Impegno ecologista – Scrive FOCSV: “Invito alla Presentazione del 3° Rapporto I padroni della terra 2020, Venerdì 16 ottobre 2020, ore 10.00 – 12.30 – Sala Zuccari – Palazzo Giustiniani – Via della Dogana Vecchia, 29, Roma”

M5S. Risalire la china…? Scrive NPCI: “Appello agli attivisti e agli esponenti del M5S che vogliono risalire la china e riconquistare il seguito popolare che il M5S ha perso perché si è sottomesso ai vertici Pontifici collaborando prima con la Lega di Matteo Salvini e poi con il PD di Nicola Zingaretti. Info: uovopci@riseup.net“

Esperienze di pre e post mortem – Scriveva Cesare Boni: “Si parla tanto della vita senza sapere cosa sia la vita. Quale è, domando, la natura della vita? Dove la trovo? Di che è fatta la vita? Ognuno parla senza sapere, anzi, meno sa e più parla, e questo anche ai più alti livelli. Sento pontificare sulla fine della vita. Può mai la vita finire?…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2013/11/eutanasia-esperienze-di-pre-e-post.html

Nota – Da che mondo è mondo, sia gli umani che gli animali non si alimentano più negli ultimi giorni. Questo rifiuto spontaneo è una grande benedizione, crea endorfine che permettono all’uomo di lasciare il suo corpo nella naturale serenità della morte…

Ultracovid. Isteria collettiva… – Una favola fantainfettiva raccontata da Livio Cadè: “Non dobbiamo chiudere occhio tutta la notte. O ci sveglieremo trasformati in qualcosa di inumano. Molte persone perdono a poco a poco la loro umanità senza accorgersene…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/09/ultracovid-isteria-collettiva.html

Nota – Soprattutto, dobbiamo ricordarci che gli ultracovid si impadroniscono degli umani risucchiandone la mente durante il sonno. Perciò, restiamo svegli…

Papa Bergoglio: “Il denaro è lo sterco del diavolo” – Un immobile su cinque in Italia sarebbe di proprietà della Chiesa di Roma. 115mila gli indirizzi riferibili al Vaticano, che solo nella Città Eterna potrebbe disporre di 23mila tra terreni e fabbricati intestati a diverse entità, quali diocesi, congregazioni, confraternite. Tutte riconducibili alla Santa Sede. Un patrimonio che si incrementa nel tempo, per i lasciti e le donazioni dei fedeli… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/12/29/sterco-del-diavolo-bergoglio-e-tutte-le-case-e-le-cose-del-vaticano/

Assisi. San Francesco sorvolato – Scrive Centro Gandhi ODV: “Non sappiamo chi abbia deciso il sorvolo delle frecce tricolori durante la celebrazione della festa di San Francesco d’Assisi. Tale esibizione a bassa quota sul Sacro Convento il 4 ottobre u.s. ha messo in pericolo l’incolumità dei pellegrini e fatto tremare le pareti con gli affreschi di Giotto. Le frecce tricolori sono strumenti bellici, annuncio di guerra, altamente inquinanti e pericolose. Ci stupiamo perciò che i frati abbiano dato il loro assenso e che si siano entusiasmati per tale spettacolo di vana potenza militare…”

Apollo Sorano e Nisargadatta Maharaj – Durante il pellegrinaggio compiuto il 27 settembre 2009 sulla cima del monte sacro Soratte, ove c’era il tempio di Apollo Sorano ed oggi sorge l’eremo di San Silvestro, il papa contemporaneo all’imperatore Costantino (quello che istituzionalizzò il cristianesimo), da una mia accompagnatrice mi fu rivolta a bruciapelo una domanda “…ma tu hai raggiunto te stesso?”… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2014/05/spiritualita-laica-sul-monte-soratte.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Non vivere su questa terra come un estraneo
o come un turista della natura.
Vivi in questo mondo come nella casa di tuo padre.
Credi al grano, alla terra, all’uomo.
Ama le nuvole, le macchine, i libri,
ma prima di tutto ama l’uomo.
Senti la tristezza del ramo che secca,
dell’astro che si spegne,
dell’animale ferito che rantola,
ma prima di tutto senti la tristezza e il dolore dell’uomo.”
(Nazim Hikmet)

……………

“La miglior cosa da fare stamattina
per sollevare il mondo e la mia specie
è di stare sul gradino al sole
con la gatta in braccio a far le fusa.
Sparpagliare le fusa
per i campi la valle
la collina, fino alle cime alle costellazioni
ai mondi più lontani. Fare le fusa
con lei – la mia sovrana.
Imparare quel mantra che contiene
l’antica vibrazione musicale
forse la prima, quando dal buio immoto
per traboccante felicità
un gettito innescò la creazione…”
(Mariangela Gualtieri)




permalink | inviato da retebioregionale il 14/10/2020 alle 7:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 2644592 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     settembre   <<  1 | 2 | 3  >>