.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
20 marzo 2017

Treia: l’ultimo giorno di San Patrizio, Roma: 25 marzo di fuoco, la siccità che ci aspetta, fluire con la vita, Modena: Ginevra canta Mercedes…

Il Giornaletto di Saul del 20 marzo 2017 – Treia: l’ultimo giorno di San Patrizio, Roma: 25 marzo di fuoco, la siccità che ci aspetta, fluire con la vita, Modena: Ginevra canta Mercedes…

Care, cari, 19 marzo 2017, ultimo giorno del Festival di San Patrizio a Treia. Ho trascorso l’intera giornata solare in piazza. Alle 9 del mattino dopo la colazione mi sono fatto prestare due sedie dalla barista e sono salito sul portico soprastante il baretto dove i fotografi del Fotoclub il Mulino già stavano disponendo le foto per la raccolta fondi ai terremotati. Al loro fianco c’era un tavolo a me destinato e lì sopra ho sparpagliato un po’ di libri e volantini. Prima di fermarmi al tavolo ho fatto un giro per visionare gli altri chioschi e banchetti, ho comprato del pane, dei dolci casarecci ed un pezzo di pizza rustica. Mentre ero lì che gironzolavo tra i banchi ecco che vedo giungere la macchina di Antonello Andreani che doveva scaricare i suoi libri, dopo averne riempita una sporta piena abbiamo sistemato tutto sul tavolo comune ed abbiamo anche chiesto a Nazzareno Crispiani, a Luciana Montecchiesi e ad Andrea Cotica di farci delle foto commemorative. Il sole brillava alto nel cielo e… – Continua:http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/03/19-marzo-2017-ultimo-giorno-del.html

Viterbo. Acqua e salute – Scrive Peppe Sini: “Si e’ svolto il 19 marzo 2017 a Viterbo presso il “Centro di ricerca per la pace” un incontro di riflessione con la dottoressa Antonella Litta. Si è riflettuto su: “Acqua bene comune e diritto alla salute. La situazione nell’Alto Lazio ed alcuni specifici casi di studio: la necessità di costanti e approfonditi controlli e l’urgenza di interventi concreti e adeguati”

Roma. 25 marzo di fuoco… – Scrive Marco Palombo: “No all’euro, No all’Unione Europea, no alla Nato. Questo è lo slogan e programma della piattaforma sociale Eurostop che organizza una delle quattro manifestazioni del 25 marzo a Roma, quella che secondo i media dovrebbe essere la più partecipata. L’ insieme della giornata è troppo carico di iniziative. La settimana era prevista da mesi ma per mesi non se ne è parlato nella maniera adeguata. L’ avvicinamento a sabato 25 sarà riempito quasi completamente dagli allarmi per infiltrazioni violente e da notizie sull’organizzazione del summit che segnaleranno aspetti curiosi e gigantismo…” – Continua:http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/03/19/roma-25-marzo-2017-manifestazioni-sullue-con-le-guerre-in-secondo-piano/

Bologna. Segni di suoni: Scrive Salvatore: “Al Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, Strada Maggiore, 34. Sabato 25 marzo, 1 e 8 aprile 2017, ore 10.30: Segni di suoni.  Inventare e interpretare partiture grafiche in un laboratorio per bambini e genitori con Noemi Bermani e Tore Panu. Info. torepanu@tiscali.it”

Fluire con la vita – Scrive Centro Nirvana: “Fluire con la vita non significa essere indifferenti a quello che ci accade, ma apprezzare in pieno la gioia che il momento ci offre e accettare anche il dolore, consapevoli che nessuno dei due durerà per sempre. Fluire con la vita implica vivere accettando i cambiamenti e quindi comporta totale accettazione del volere di una forza superiore al nostro personale e limitato libero arbitrio, che si dibatte tra mille preferenze. Fluire come l’acqua di un fiume in piena vuol dire lasciarsi andare, accettando senza resistenze il disegno divino…” – Continua:http://paolodarpini.blogspot.it/2017/03/fluire-con-la-vita.html

Guerra all’Iraq. Chi si oppose – Scrive Marinella Correggia: “Nell’anniversario dell’inizio della seconda guerra occidental/petromonarchica contro l’Iraq (19 marzo 2003), dobbiamo ricordare gli unici due politici occidentali che ebbero il coraggio di dimettersi per protesta contro le guerre che il loro governo stava scatenando. Ma ecco chi seppe dire no: Jean-Pierre Chevènement (Francia), 1939-vivente: si dimette il 29 gennaio 1991 da ministro della difesa (presidente era Mitterrand), dopo aver a lungo cercato di evitare la partecipazione francese ai bombardamenti sull’Iraq sulla base di una “minaccia irachena” che, egli sottolineò, era “un’invenzione statunitense”. Robin Cook (Regno Unito) 1946-2005: Si dimette il 17 marzo 2003 dall’incarico di Lord presidente del Consiglio e di Leader della House of Commons, in segno di protesta per la decisione di Tony Blair di seguire G. W. Bush nella guerra contro l’Iraq – la cui portata devastante per tutta l’area è ben visibile oggi. Anche il ministro dello sviluppo internazionale Claire Short si dimise, a occupazione già avvenuta, nel maggio 2003.”

La siccità che ci aspetta – Scrive Filippo Mariani: “…anno dopo anno si registra, soprattutto nel nord del nostro Paese, una continua diminuzione delle precipitazioni, mentre le regioni centro meridionali subiscono a volte le cosiddette “bombe d’acqua” che causano frane, allagamenti e a volte vittime. Il cambiamento climatico tende a radicalizzarsi ed Paesi del bacino del Mediterraneo, che secondo lo studio della NASA, saranno sempre di più coinvolti sono: La Spagna meridionale, la Francia meridionale, la Grecia, la Turchia e tutta l’Italia…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/03/la-siccita-che-ci-aspetta-e-litalia.html

Figli rapiti dalla magistratura – Scrive Roberto Tumbarello: “Non mettete al mondo figli dopo una certa età, correte il rischio che la magistratura ve li tolga. Al giorno d’oggi si riconosce la paternità a chiunque, anche a coppie di gay e di donne, ma non a chi ha partorito una figlia davvero. Anzi, verrete torturati, impedendovi persino di vedere la bambina, affidata a un’altra famiglia. Non è la crudeltà né l’errore di un solo giudice. La congiura è molto estesa. Da sette anni tutti i tribunali e le corti d’appello, nonostante le correzioni suggerite dalla Cassazione, hanno emesso la stessa sentenza, senza un vero motivo. Come possono i genitori adottivi fondare la propria felicità sull’angoscia di chi si è visto rapire la figlia? Poveri vecchi impotenti, il cui destino è affidato a una giustizia malvagia.”

Modena. Ginevra canta Mercedes – Scrive Caterina Regazzi: “La sera del 18 marzo sono andata con Maurizio, un caro amico, a sentire un concerto alla Tenda a Modena. Ginevra Di Marco cantava Mercedes Sosa. Avevo sentito solo nominare entrambe, ma non conoscevo le loro voci e le loro canzoni, ma quando avevo letto la notizia dell’evento, di slancio, avevo deciso di andare…” – Continua:
http://retedellereti.blogspot.it/2017/03/ginevra-di-marco-canta-mercedes-sosa.html

Malgrado tutto sono riuscito ad imbastire questo Giornaletto…. Contenti? Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Non gettare sugli altri la tua responsabilità; è questo che ti mantiene infelice. Assumiti la piena responsabilità. Ricorda sempre: Io sono responsabile della mia vita. Nessun altro è responsabile; pertanto, se sono infelice, devo scrutare nella mia consapevolezza” (Osho)




permalink | inviato da retebioregionale il 20/3/2017 alle 6:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1545560 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     febbraio