.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
13 aprile 2018

L’Italia è in guerra (senza saperlo), cazari non ebrei, religione invertita, saggezza della Natura, bioregionalismo, agricoltura e biologia, la rana bollita, Treia: avanti con la promozione della lettura e della cultura…

Il Giornaletto di Saul del 13 aprile 2018 – L’Italia è in guerra (senza saperlo), cazari non ebrei, religione invertita, saggezza della Natura, bioregionalismo, agricoltura e biologia, la rana bollita, Treia: avanti con la promozione della lettura e della cultura…

Care, cari, l’agenzia Al Sura ha segnalato (il 10 aprile 2018) che una cisterna volante italiana KC-767 è entrata in Giordania dallo spazio aereo dell’Arabia Saudita. L’aereo, un Boeing, farà il rifornimento in volo dei caccia occidentali che lanceranno i missili contro la Siria. Dunque il governo Gentiloni, scaduto e senza legittimità, ha portato l’Italia in guerra contro uno Stato che non ci ha mai  fatto nulla  di male, e contro cui non abbiamo nemmeno dichiarato guerra prima di aggredirlo…. (…) – Vista la situazione drammatica che si sta venendo a creare in Siria e dintorni, con rischio di deflagrazione di una guerra mondiale, vediamo se è possibile organizzare al più presto una manifestazione per la non partecipazione dell’Italia all’attacco contro la Siria. Soprattutto dopo quanto appreso sulle mosse illegittime del Gentiloni. Infatti il governo ossequiosamente ubbidisce a tutti gli ordini dell’occupante USA/NATO ed appoggia tutte le azioni che all’occupante convengono, soprattutto in chiave militare… Pensavo perciò di proporre una protesta “sparpagliata”, in vari luoghi ma in una data condivisa, sul modello di quella contro l’intervento in Libia (del 2016), unendo le forze di tutti i pacifisti e movimenti No guerra, No Nato (senza distinzioni)… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/04/12/siria-litalia-entra-in-guerra-contro-assad-allinsaputa-degli-italiani/

Gentiloni conferma la sudditanza dell’Italia – Scrive Ansa: “In base agli accordi internazionali e bilaterali vigenti l’Italia ha sempre fornito supporto alle attività di forze alleate per garantirne la sicurezza e la protezione”. Lo affermano fonti di governo, in relazione agli sviluppi della situazione in Siria…”

La guerra atomica è “definitiva” – Scrive Vincenzo Zamboni: “Tenete presente che il fall out radioattivo non è controllabile. Riuscite a deviare alcuni missili che erano diretti sulle vostre città facendoli cadere su una zona desertica. L’esplosione quindi non uccide nessuno, ma il fall out radioattivo si dirige dove vuole, sospinto dai venti, senza che lo possiate fermare. Il problema è che bisognerebbe riuscire non solo ad abbattere tutti i missili, ma anche in zona di sicurezza, fuori dal territorio nazionale. Il che se è già inverosimile per gli intercontinentali in volo oceanico (qualcuno sfugge per forza) diventa completamente impossibile per i lanci dai sottomarini nel pacifico appena fuori dalle acque territoriali statunitensi: troppo poco tempo disponibile…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2018/04/la-guerra-atomica-e-definitiva.html

Commento di Massimo Bordin: “Se dovesse scoppiare la terza guerra mondiale (Dio non voglia), la prima preoccupazione di molti europei e americani, sarà quella di farsi un selfie sorridente con alle spalle il fungo atomico (ovviamente con l’intenzione poi di condividere il tutto sui cosiddetti social). Purtroppo, una buona parte della popolazione europea e statunitense, vive in una realtà virtuale costituita principalmente da “panem et circenses” e, a causa di tutto ciò, le loro coscienze sono state addormentate/anestetizzate e abituate a vivere immerse nel male, nei peccati e nella menzogna. Non sono coscienti della terribile e tragica situazione che viviamo, non sono coscienti che rischiano seriamente di perdere le loro anime per tutta l’eternità!”

Siria. L’altra verità sull’attacco chimico – Scrive Syrian Perspective: “La Russia conferma che vi sono ufficiali inglesi, statunitensi, israeliani e sauditi catturati dall’Esercito arabo siriano in un centro comando pesantemente fortificato, durante l’invasione dell’Esercito arabo siriano e dei suoi alleati del Ghuta orientale. I militari statunitensi, inglesi e israeliani catturati confermavano di avere avuto l’ordine di organizzare attacchi chimici nel Ghuta orientale dai loro governi…”

I cazari non sono ebrei – Scrive Claudio Martinotti Doria: “I cazari nei decenni a cavallo tra l’VIII ed il IX secolo si convertirono al giudaismo indotti dal Khan e dalla nobiltà, scelta dettata da motivi politici, invitando nel loro territorio numerosi rabbini e costruendo sinagoghe. Per quanto a livello storiografico l’interpretazione sia ancora molto controversa, alcuni studiosi ritengono che siano stati i cazari con questa conversione di massa a rimpinguare e rivitalizzare la religione giudaica, essendosi soprattutto dispersi nei secoli successivi nei paesi del Centro e dell’Est europeo e in Russia, che sono stati i luoghi primari di diffusione dell’ebraismo nel mondo… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2018/04/kazary-convertiti-proposito-del-popolo.html

Usa e sion alla canna del gas – Scrive Giorgio Vitali a commento dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.it/2018/04/siria-usa-e-sion-alla-canna-del-gas.html?showComment=1523523412427#c1792284239927800496 -: “Indubbiamente l’uccidente è perdente in Siria per ragioni GEOPOLITICHE, economiche e STORICHE che non è qui il caso di rievocare. L’operazione mediatica tuttavia NON sortisce più gli effetti desiderati anche perché negli USA il potere di Lorsignori (sionisti e Signori delle Armi) è in declino a favore della Classe media ribellatasi al loro potere…” – Continua in calce al link segnalato

La saggezza della Natura – Scrive Nicolò Raimondi: “In un libro di James Hillman, Puer aeternus, tra le numerose citazioni di Carl Gustav Jung, ve n’è una molto interessante che può offrire spunti di riflessione e che conferma quanto possiamo imparare dal mondo animale; implica quanto la Natura sia straordinaria e vada difesa, vissuta da tutti noi. Non aggiungerò altro, la parola ai testi…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/04/ecologia-profonda-e-la-saggezza-della.html

Douma. Bugie OMS – Scrive Marinella Correggia: “Attacco chimico a Douma: le accuse dell’OMS di Ginevra contraddette dagli operatori dell’ONU in Siria (e dalla Mezzaluna); oltre che dagli esperti russi. Quali sono allora le fonti dell’OMS? E’ l’ennesimo esempio di un circolo vizioso di organizzazioni che attingono a fonti avvelenate (in pratica, gruppi collaterali alle formazioni armate e jihadiste), le quali in questo modo vengono legittimate. Negli anni, questa legittimazione a sua volta ha legittimato il sostegno che vari paesi hanno fornito ai gruppi armati…”

Commento di J.E.: “Qua tocca contare sulla stabilità mentale di Putin. Il resto è frullato, caos, caso…”

La “Religione” dualistica invertita – Scrive René Guénon: “ …molti, lasciandosi ingannare dalle apparenze, credono nell’esistenza di due principi opposti che si contendono la supremazia del mondo: è una concezione erronea, analoga in fondo a quella comunemente attribuita a torto o a ragione ai Manichei, e che, in linguaggio teologico, mette Satana allo stesso livello di Dio; vi è senza dubbio attualmente una quantità di gente la quale, in questo senso, è “manichea” senza sospettarlo, subisce cioè gli effetti di una “suggestione” delle più perniciose…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/04/la-religione-dualistica-invertita.html

Siria. Allarme guerra – Scrive Paolo Sensini a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/04/11/allarme-ai-voli-sul-mediterraneo-per-guerra-possibile-11-aprile-2018-segnatevi-questa-data-su-un-foglietto-di-carta-forse-e-lultima-cosa-che-farete/ -: “La crisi siriana, dopo 8 anni di guerra senza interruzione, sembrava finalmente avviata a concludersi. Ma ecco che nello spazio di poche ore tutto è andato assumendo toni da apocalisse. Com’è stata possibile un’accelerazione del genere in così poco tempo? Semplice, perché il sistema dei mass media americani – come quello bancario – è concentrato per il 90% in così pochi soggetti che stanno a malapena nelle dita di una mano. Situazione che è la stessa praticamente ovunque. E su certe questioni, nel momento in cui le esigenze lo richiedono in modo perentorio, non è così difficile mettersi d’accordo e marciare uniti come un sol uomo…” – Continua in calce al link

Commento di Fernando Rossi: “E’ pur vero che esiste un teatrino della politica, ma quando avremo, O NON AVREMO, una guerra con le 113 basi USA/Nato in Italia coinvolte e bombardate, i sopravvissuti si ricordino di chi si piegò al Pentagono e di chi cercò di difendere la pace…”

La rana bollita – Il principio della rana bollita, utilizzato dal filosofo americano Noam Chomsky, fa riferimento alla società, ai popoli che accettando passivamente, il degrado, le vessazioni, la scomparsa dei valori, dell’etica, ne accettano di fatto la deriva. Questo principio può essere usato anche per il comportamento delle persone inerti, immobili, remissive, rinunciatarie, noncuranti, che si deresponsabilizzano di fronte alle scelte… – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2018/04/il-principio-della-rana-bollita.html

Plastica nel piatto – Scrive Rinnovabili: “Le microplastiche sono ovunque, non solo nelle profondità marine e nei luoghi più sperduti della Terra, ma anche nei nostri piatti. E la fonte principale di questa contaminazione non arriva dall’esterno ma direttamente dalle nostre case, portate dall’aria e dall’acqua. Lo rivela un recente studio della Heriot-Watt University che avverte: rischiamo di ingerire fino a 100 microscopiche fibre polimeriche ad ogni pasto…”

Auser Treia. Avanti con la promozione della lettura e della cultura bioregionale – All’auser Treia si sta lavorando per la promozione di scambi culturali e librari. Nella sede del Circolo sono stati raccolti, donati da vari soci, oltre un centinaio di libri e riviste. I testi saranno messi a disposizione dei soci per la lettura in sede o per l’asporto senza alcun onere o formalità. Inoltre sono previste nel corso dell’anno diverse presentazioni di libri sia di autori marchigiani e treiesi che di altre regioni…” – Continua: https://auser-treia.blogspot.it/2018/04/auser-treia-avanti-con-la-promozione.html

Rumori molesti condominiali – Scrive Rubes Tagliazucchi a commento dell’articolohttp://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/04/rumori-molesti-condominiali-schiamazzi.html -: “Uno dei tanti precipizi culturali/sociali/umani dei cosiddetti italiani. Rispettare e non arrecare danno ad una primaria funzione fisiologica come il sonno, viene ritenuto dai più, appoggiati spesso dalle pubbliche amministrazioni, come non importante e sicuramente secondario a qualsiasi manifestazione pubblica o privata che entri nelle case della gente attraverso il rumore, e non invitata!”

Bioregionalismo, agricoltura e biologia – La piaga umana sta impestando il pianeta sino alle midolla. E come se non bastasse la produzione del cibo sta passando sempre più in mani private, sta diventando un affare economico controllato accuratamente da multinazionali, le stesse che compartecipano alla finanza mondiale, e queste multinazionali hanno in mano la produzione e possono quindi creare crisi alimentari pilotate per mantenere un controllo reale sulla popolazione del globo. Le carestie sono ormai un’arma in mano ai potentati economici… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/04/bioregionalismo-e-biologia-dalle.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“When you demand nothing of the world, nor of God, when you want nothing, seek nothing, expect nothing, then the Supreme State will come to you uninvited and unexpected.” (Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 13/4/2018 alle 5:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     marzo        maggio