.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
16 maggio 2018

No ai pesticidi chimici, Treia: vivere il luogo, kufico: la scrittura di Maometto, disinformazione e accanimento patologico, Israele punta le armi contro l’Iran, al lupo al lupo, la distruzione c’è già, bioregionalismo: il senso del luogo…

Il Giornaletto di Saul del 16 maggio 2018 – No ai pesticidi chimici, Treia: vivere il luogo, kufico: la scrittura di Maometto, disinformazione e accanimento patologico, Israele punta le armi contro l’Iran, al lupo al lupo, la distruzione c’è già, bioregionalismo: il senso del luogo…

Care, cari, il sindaco di San Michele Salentino (Brindisi), Giovanni Allegrini, ha firmato un’ordinanza con cui vieta “a scopo cautelativo e precauzionale, su tutto il territorio comunale di utilizzare in agricoltura pesticidi e/o prodotti fitosanitari di potenziale pericolo, riconducibili ai neonicotinoidi”, e con cui invita a utilizzare “piretine o olio essenziale di arancio dolce, entrambi approvate in agricoltura biologica e a basso impatto”. Insomma, a disobbedire al decreto Martina, che impone l’uso di pesticidi, non ci sono solo associazioni, movimenti e cittadini ma anche amministratori locali… (Comune Info)

Treia. Vivere il luogo, nel luogo – Un saggio disse che noi non possiamo essere altro che una parte integrante della manifestazione totale e del totale funzionamento ed in nessuna maniera possiamo esserne separati. Eppure l´uomo tende a dare maggiore importanza al contesto urbano in cui egli vive. Ma è nella società umana, con le sue esigenze e movimenti, che si fa la storia e si sancisce la caratteristica di un posto… – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/05/treia-come-vivere-il-luogo-e-nel-luogo.html

Gerusalemme, gerusalemme… e Gaza – Scrive A.M.: “Gerusalemme è stata proclamata capitale di Israele disattendendo le decisioni dell’ONU (ma quante sono state disattese e senza alcuna conseguenza!?) che la faceva città MISTA ebraico-Palestinese. Dell’ONU e del mondo gli ebrei se ne fregano dato che il vero potere, QUELLO DEI SOLDI, che è il solo a contare oggi lo hanno loro e con questo fanno ballare a loro piacimento anche quel co….ne di Trump! A Gaza, durante le proteste, sono stati uccisi oltre 50 palestinesi con diverse migliaia di feriti ma non importa, tanto quelli, secondo il Talmud, non sono Hadam (uomini) ma Goym (animali)…”

Kufico. La scrittura di Maometto – Scrive James Hansen: “Quando, attorno all’anno 610, Allah rivelò – tramite l’Arcangelo Gabriele – i contenuti della nuova fede islamica al suo profeta Maometto, lo fece in forma orale. Poteva bastare per i beduini della desolata landa arabica, ma la gente di città aveva altre pretese. Emerse la necessità di farne una versione unificata e scritta, il Corano. Il lavoro fu eseguito perlopiù dagli scrivani di Kufa, una città irachena sull’Eufrate a 170 km a sud est di Baghdad…” – Continua:http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2018/05/la-scrittura-di-maometto-era-il-kufico.html

Achtung banditen – Scrive NPCI: “Appello agli attivisti e agli elettori del M5S, a tutti gli oppositori delle Larghe Intese: “Non lasciate che i vertici della Repubblica Pontificia distruggano il M5S!”. Ai fini della lotta per farla finita con il corso catastrofico che la borghesia imperialista impone alle masse popolari del nostro paese, l’importanza del M5S sta nel fatto che è diventato un centro di raccolta del consenso elettorale tale che il sistema politico della Repubblica Pontificia non può prescindere da esso. I vertici della Repubblica Pontificia si servono di Luigi Di Maio per distruggerlo…”

Al lupo, al lupo… – Scrive Claudio Martinotti Doria: “…non sopporto più l’accanimento patologico e patetico imposto dagli USA a tutta l’Europa contro la Russia, che viene accusata di qualsiasi sciocchezza o falsità, superando ormai il senso del ridicolo. Sembrerebbe veramente che il nemico dell’occidente sia la Russia, origine di ogni suo male e della sua decadenza, e che rinforzare l’attuale UE sia la soluzione e che la NATO non sia solo uno strumento militare e geopolitico gestito dagli USA per favorire i propri interessi a scapito di quelli europei…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2018/05/al-lupo-al-lupo-il-processo.html

La Cina mette in crisi il sistema “usa e getta” – Scrive MD.G..: “ ..l’intero sistema mondiale di riciclaggio sta crollando perché la Cina non vuole prendere plastica e fibre sporche e contaminate, molte delle quali sono monouso. Con urgenza occorre: 1) smettere di usare plastica personalmente 2) chiedere che l’uso della plastica sia bandito per gli usi più inquinanti 3) favorire sostanze alternative e biodegradabili 4) incoraggiare la ricerca per trovare sostanze alternative nei casi in cui ancora non sono state elaborate…”

Israele punta le armi contro l’Iran – Scrive Manlio Dinucci: “Le prove che Israele produce armi nucleari sono state portate oltre trent’anni fa da Mordechai Vanunu, che aveva lavorato nell’impianto di Dimona. Vanunu, rapito a Roma dal Mossad e trasportato in Israele, fu condannato a 18 anni di carcere duro e, rilasciato nel 2004, sottoposto a gravi restrizioni. Israele possiede oggi (pur senza ammetterlo) un arsenale stimato in 100-400 armi nucleari, tra cui mini-nukes e bombe neutroniche di nuova generazione, e produce plutonio e trizio in quantità tale da costruirne altre centinaia. Le testate nucleari israeliane sono pronte al lancio su missili balistici e su cacciabombardieri F-15 e F-16 forniti dagli Usa, cui si aggiungono ora gli F-35…” – Continua:http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/05/15/ed-ora-israele-punta-le-armi-contro-liran-la-guerra-nucleare-savvicina/

Sionisti disumani. Sale il numero dei morti a Gaza – Commento di Uberto Tommasi all’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/05/14/gaza-14-maggio-2018-sionisti-disumani-fanno-strage-di-palestinesi-disarmati-quanto-sta-accadendo-in-palestina-non-e-lotta-contro-il-terrorismo-ma-un-crimine-contro-lumanita/ -: “C’è il rischio che la protesta palestinese si allarghi ora a Gerusalemme Est e alla Cisgiordania, dopo la Striscia di Gaza. La carneficina avvenuta nell’enclave, con un numero di morti che continua a salire (61 finora), ha infatti scosso ed emozionato il resto della comunità araba in Israele. Oggi (15 maggio) poi è l’anniversario della Nakba, la “catastrofe” per gli arabi, il colossale esodo di 700 mila palestinesi dopo la creazione dello Stato di Israele nel 1948…” – Continua in calce al link segnalato

La distruzione c’è già… – Scrive Piotr: “E’ difficile trovare commenti non risibili, o peggio ancora, sulla congiuntura politica italiana. “La distruzione c’è già”, così finisce il commento di Giuseppe Masala, dopo un elenco, assolutamente non esaustivo, dello sfacelo al quale l’Italia è stata condotta dagli espertissimi e navigati politici della Seconda Repubblica e i fighissimi tecnici alla Mario Monti che qui e là li hanno sostituiti: “Spero si sia capito che l’Italia è già distrutta. E ad averla distrutta sono quelli bravi che hanno governato fino ad ora. Al limite su coloro che subentreranno a gestire le macerie si può dire che non saranno in grado di ricostruire. Ma ad aver distrutto l’Italia sono stati quelli bravi che ci hanno governato fino ad ora…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2018/05/governo-salvini-di-maio-tanto-peggio.html?showComment=1526399133017#c6357182475867613996

Commento di Massimo De Amicis: “…ma allora è vero! Da quanto tempo abbiamo perso le nostre ricchezze, la nostra libertà, la nostra dignità? Impossibile che tale rovina ci sia capitata addosso improvvisamente e neppure da pochi anni! Sicuramente da molti decenni siamo con la corda al collo, accalappiati col nostro stesso debito pubblico spinto sino alle stelle da un succedersi di malgoverni e ruberie. Oggi, però, pretendiamo che Di Maio e Salvini ci riportino l’onore e la dignità perduti; ma possono farlo con le mani legate, entro i limitati raggi d’azione imposti dai burattinai di un Paese ormai a sovranità limitata?”

Bioregionalismo: il senso del luogo… – La nostra frenesia quotidiana e il nostro stile di vita asettico e materialistico ci porta sempre più ad ignorare la conoscenza del posto in cui viviamo, alienando dalla mente ogni manifestazione naturale e bramando sempre uno status in continuo mutamento ma mai dinamico e creativo. Vivere in armonia con il luogo secondo un’esistenza equilibrata, armonica, profonda. Non è necessario tornare alle “caverne” ma semplicemente ad uno stile di vita consapevole dello spirito del proprio luogo. J. Muir “per vivere la natura selvaggia ed una vera vita” dava molta importanza allo sviluppo del senso del luogo… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/05/bioregione-come-luogo-di-organizzazione.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“We do not need to search in order to find our True Being, we already are it. And the mind which searches for it, is the very reason why we cannot find it.” (Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 16/5/2018 alle 5:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1902337 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     aprile        giugno