.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
8 luglio 2018

Resoconto Anima Gemella del 6 luglio 2018, esercito del lavoro di riserva (a basso costo), la chiesa cattolica va riformata, destino o libero arbitrio?, F35 a rate, gli insetti impollinatori sono necessari alla vita…

Il Giornaletto di Saul del 8 luglio 2018 – Resoconto Anima Gemella del 6 luglio 2018, esercito del lavoro di riserva (a basso costo), la chiesa cattolica va riformata, destino o libero arbitrio?, F35 a rate, gli insetti impollinatori sono necessari alla vita…

Care, cari, ho portato con me Paolo da Treia a Spilamberto da pochi giorni ma, si sa, Paolo ama organizzare piccole o grandi “riunioni” per condividere la vita e si “appoggia” sempre a circostanze particolari: solstizi, equinozi, commemorazioni di santi, etc. e la prima occasione del genere è stata il 6 luglio 2018, in cui si ricorda Santa Maria Goretti e abbiamo festeggiato l’ “anima gemella”. L’abbiamo fatto nei modi che ci sono congeniali: una semplice passeggiata, alcuni canti sacri nella “cave” di casa mia e la condivisione del cibo vegetariano… – (Caterina Regazzi)… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/07/07/da-treia-a-spilamberto-per-festeggiare-lanima-gemella-il-6-luglio-2018/

Diciamo no alla prostituzione – Scrive Paola Botta Beltramo a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/07/06/al-matteo-ed-al-matteo-diciamo-no-alla-prostituzione-in-qualsiasi-forma/ -: “Caro Paolo, segnalo lo scritto da Bernardino del Boca nell’ottobre 72 dal titolo “Il mito della sorgente”, pubblicato sulla rivista per soli medici “In tema di…”, rivista con la quale , dal 1969 al 1978,  collaborò gratuitamente  curando la parte antropologica. Dall’articolo medesimo: “In tutti questi simboli si cela il mito della sorgente del liquido spermatico che, fluendo negli esseri terrestri, mantiene la Vita…” – Continua in calce al link

L’esercito del lavoro di riserva – Scrive Vincenzo Zamboni: “Gli italiani non rifiutano il lavoro, gli italiani rifiutano lo sfruttamento della compressione salariale e sindacale cui viene piegata la manovalanza dell’esercito industriale di riserva appositamente importato dalle colonie come strumento concorrenziale per abbattere le condizioni del lavoro. Dove non può giungere il ricatto della delocalizzazione, ovvero nell’agricoltura, giunge quello dell’immigrazione a basso costo… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/07/07/la-bugia-sullimmigrazione-necessaria-per-sostituire-gli-italiani-che-non-vogliono-piu-fare-certi-lavori/

Commento di Giorgio Vassallo: “E’ incredibile come queste analisi di semplicissimo buonsenso, talmente evidenti da sembrare quasi banali, siano considerate come affermazioni pericolose populiste-fasciste-xenofobe-razziste…”

Chiesa cattolica. La riforma necessaria – Scrive Arrigo Colombo: “S’invoca da varie parti una riforma radicale della Chiesa Cattolica, dal momento che il progetto evangelico prevede una comunità fraterna, semplice, povera, senza padri né maestri né grandi; dove tutti sono eguali proprio perché fratelli. Mentre dal secondo secolo d.C. si afferma una gerarchia, che nella seconda metà del primo millennio assume la forma di un impero. Ed è oggi l’unico impero ancora sussistente nel mondo…” – Continua:http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/07/07/gerarchia-ecclesiastica-potere-temporale-e-la-riforma-necessaria-nella-chiesa-cattolica/

Preneste. Fortuna romana – Scrive Studium: “Nell’antica tradizione religiosa laziale, il sacrario di Fortuna Primigenia a Preneste ha avuto un’importanza primaria e ha attirato nei secoli schiere di pellegrini. Nel sacrario si svolgeva il culto a Fortuna in quanto Primigenia, in particolare, il rito di consultazione della Dea avveniva attraverso l’estrazione delle sortes, all’interno di una grotta sacra, ove si riteneva risiedesse la Dea..”

Destino o libero arbitrio? Ci si pone una domanda, da dove sorge? Diamo una risposta da dove è venuta? Ora, ad esempio, son qui che mi interrogo sulla realtà del manifestarsi della nostra vita. Essa è compiuta da un insieme di forze ed elementi congiunti che si combinano secondo loro leggi, o dettami del caso, oppure è il risultato di un agire volontario che cerca in tutti i modi di forgiarne forma e contenuti? Questo investigare è alla base di ogni concettualizzazione ed azione fisica o metafisica… – Continua:http://paolodarpini.blogspot.com/2017/08/destino-o-libero-arbitrio-la-risposta-e.html

Diritti Umani – Scrive No Nato: “L’intellettuale palestinese Mazin Qumsiyeh giunge da Gaza in Italia dove resterà dal 10 al 20 luglio 2018, cerca contatti per un giro di incontri e conferenze sui diritti umani in Palestina. Info: mazin@qumsiyeh.org”

Trenta compra a rate gli F35 – Scrive Manlio Dinucci: “«Non compreremo altri F-35»: lo ha dichiarato il 6 luglio su La7 la ministra della Difesa Elisabetta Trenta. Parole che hanno fatto sensazione: è arrivato finalmente il governo che «taglierà le ali agli F-35»? Non proprio. La Trenta ha spiegato che, dall’analisi che sta facendo, potrebbe «scoprire che tagliare costa più che mantenere poiché ci sarebbero delle forti penali». In realtà la Corte dei Conti ha già chiarito che la partecipazione al programma dell’F-35 non è soggetta a penali contrattuali. La Trenta fa inoltre presente che, intorno all’F-35, c’è un indotto tecnologico e occupazionale che verrebbe a sua volta tagliato. Ipotizza quindi che, piuttosto che tagliare, l’Italia potrebbe dilazionare nel tempo l’acquisto dei 90 F-35 previsti. Per cui resterebbero sempre 90…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2018/07/litalia-compra-rate-tutti-i-90-f35.html

Post scriptum: “Dieci giorni fa, in base ad un contratto stipulato dalla Lokheed Martin con la U.S. Navy, è stato stabilito che Cameri sarà uno dei cinque centri mondiali (tre negli USA, uno in Australia e uno in Italia) per la manutenzione, la riparazione e l’ ammodernamento degli F-35.”

Gli insetti impollinatori sono necessari alla vita – Scrive Arpat: “L”impollinazione è uno dei processi chiave in natura che consente la riproduzione delle piante. Nell’UE quattro colture su cinque dipendono dall’impollinazione degli insetti. Quasi 15 miliardi di euro della produzione agricola annua dell’UE dipendono dagli insetti impollinatori. Oltre alla produttività, gli impollinatori supportano la varietà delle fonti alimentari. Per questo la Commissione Europea ritiene necessaria un’azione per salvaguardare la biodiversità, l’agricoltura e la sicurezza alimentare…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/07/ue-azioni-per-contrastare-lestinzione.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“L’ego non può scomparire se viene visto come reale. E’ come la vostra ombra personale. Un uomo la vede seguirlo ovunque vada, e vuole disfarsene. Fugge, ma essa si attacca ai suoi passi. Allora scava una fossa profonda e cerca di seppellire la sua ombra, colmando la fossa di sabbia; ma l’ombra resta in superficie, e si attacca sempre a lui. Non può disfarsene se non vedendo finalmente in lui stesso l’origine dell’ombra. Allora essa non sarà più fonte di sofferenza.” (Ramana Maharshi)




permalink | inviato da retebioregionale il 8/7/2018 alle 6:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     giugno