.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
11 luglio 2018

Signori immigrati, l’innocenza di essere ciò che si è, reddito di cittadinanza, omeopatia, Marano sul Panaro: Guru Purnima, il Maestro indica la strada verso il Sé…

Il Giornaletto di Saul del 12 luglio 2018 – Signori immigrati, l’innocenza di essere ciò che si è, reddito di cittadinanza, omeopatia, Marano sul Panaro: Guru Purnima, il Maestro indica la strada verso il Sé…

Care, cari, la Corte dei Conti ha recentemente accertato che ogni singolo individuo che sbarca nel nostro paese costa come minimo allo stato oltre 200 euro al giorno, e non i tanto sbandierati e ripetuti 35 euro. Questo perché occorre sommare tutti i costi inerenti l’istruttoria della pratica per ognuno di loro per valutare se ha diritto allo status di “rifugiato”, che di solito alla fine del processo di accertamento e valutazione viene attribuito solo al 10% di coloro che lo chiedono. Non fuggono affatto dalle guerre, non sono perseguitati politici, non erano in pericolo di vita nei loro luoghi di provenienza, spesso è il contrario, appartenevano alla classe media nei loro paesi d’origine. Quindi significa che il 90% degli immigrati sono venuti nel nostro paese per motivi ben diversi da quelli propagandati dai media… – (Claudio Martinotti Doria) – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/07/10/quanto-ci-costano-veramente-gli-immigrati-quale-incidenza-hanno-sulle-nostre-prospettive-sociali/

Campagna contro la plastica usa e getta – Scrive Luca Dachille: “Propongo di far conoscere e “spingere” la proposta di legge AC 63 sul consumo di suolo che è originata dall’iniziativa del Forum Salviamo il Paesaggio. E’ di questi giorni anche la notizia che un supermercato non venderà più bicchieri, piatti e posate di plastica usa e getta. Due temi già segnalati e alla portata di tutti che a mio avviso dobbiamo sostenere come importanti, oltre che per la difesa dell’ambiente, per la più “popolare” tutela della salute dei cittadini.”

L’innocenza di essere ciò che si è… – …quando arriviamo a conoscerci e accettarci completamente, le nostre azioni sono consone alle circostanze ma non hanno finalità particolari, non abbiamo bisogno di combattere contro qualcuno, possiamo amare indefinitamente e senza condizioni noi stessi come il resto del mondo. Manifestando le nostre vere qualità, senza timore delle conseguenze e senza aspettative di risultati. La vita è un gioco in cui recitare la propria parte è essenziale… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/07/alla-scoperta-di-se-tra-ecologia.html

Canada. Sterminio di orche – Scrive Greenpeace: “In Canada è stato presentato un progetto che prevede la costruzione di una vera e propria superstrada del petrolio: 1.150 chilometri di tubi che attraverseranno il Paese per portare il greggio estratto delle sabbie bituminose  dall’entroterra al mare. Ogni giorno un numero imprecisato di petroliere trasporterà quel petrolio attraversando il Mare di Salish a sud di Vancouver. Qui vivono gli ultimi esemplari della popolazione di orche meridionali, già a rischio di estinzione, e questo traffico per loro potrebbe essere fatale.  Ancora una volta persone, animali e territorio saranno sacrificati sull’altare del profitto!…”

Reddito di cittadinanza – Scrive Alessio Mannino: “Non facciamo gli schifiltosi: il Decreto Dignità del grillino Di Maio è già qualcosa, rispetto al grigio su grigio del politicume liberal-liberista di tutti i governi conosciuti a nostra memoria fino ad ora. Ha il merito, che è un po’ il segno distintivo della temporanea alleanza “populista” Lega-M5S, di cambiare per l’appunto rotta rispetto al passato, rovesciando sul fronte del lavoro il corso obbligato sotto dettatura, nello specifico, dei padroni del vapore…” – Continua:http://paolodarpini.blogspot.com/2018/07/reddito-di-cittadinanza-non-si.html

Tarocchi che tirano… le donne – Scrive Franca Oberti a commento dell’articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/07/tarocchi-che-tirano-e-trucchi-da-maghi.html -: “I Tarocchi che tirano o che attirano le donne? Io ho imparato a studiarli più che leggerli, anche se mi riesce bene. So che la Chiesa li demonizza, come tante altre filosofie e pratiche alternative. Cerco sempre l’equilibrio e so bene che non potrei mai predire il futuro, ma aiutare le persone ad essere consapevoli questo sì. Per me sono questi i Tarocchi, la tua storia dentro la storia dell’essere umano. Chi diceva “non temere”? … se hai l’ago puntato su Gesù non puoi sbagliare!”

Omeopatia – Scrive Giorgio Vitali: “…questa cultura terapeutica persiste e resiste fin dalla fine del settecento, proponendo quasi sempre le stesse terapie e gli stessi ingredienti terapeutici, al contrario dell’Industria del farmaco sintetico che cambia continuamente farmaco (e prezzo) ad esclssione. L’Omeopatia nasce dalla intuizione di una sola persona, Christian Friedrich Samuel Hahnemann, ma è evidente che tutte le grandi trasformazioni della società sono frutto di un incontro fra elaborazioni concettuali apparentemente distanti tra loro, ma nella sostanza convergenti su alcuni punti essenziali…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2018/07/lomeopatia-con-obiettivita.html

Commento di Marco Santambrogio: “In primo luogo, è necessario che quello che crediamo di sapere lo sappiamo davvero, perché se invece di saperlo avessimo solo un’opinione e anche se questa risultasse vera, trasmetteremmo non un conoscenza ma qualcosa di meno.”

Mediterraneo plasticato – Scrive Vivere Sostenibile: “Culla di antiche civiltà, risorsa ambientale, paesaggistica e alimentare di incalcolabile valore. Il “mare di mezzo”, ponte o confine tra culture, popoli e visioni del mondo diverse. Mediterraneus, il “mare in mezzo alle terre” è oggi invaso da rifiuti. La plastica rappresenta il 95% dei rifiuti in mare aperto, sui fondali e sulle spiagge del Mediterraneo. L’Europa, il secondo maggiore produttore di plastica al mondo dopo la Cina, riversa in mare ogni anno tra le 150 e le 500 mila tonnellate di macroplastiche”

Marano sul Panaro. Guru Purnima 2018 – Il Circolo vegetariano VV.TT.,  anche quest’anno assieme al gruppo di canti e meditazione Luce di Stelle, celebra il Guru Purnima, il giorno sacro al Guru. Per la Festa auspiciosa del Guru Purnima 2018 avremo la presenza di alcuni cercatori spirituali, provenienti dalla montagna sacra di Arunachala (Tiruvannamalai), Upahar Anand e Venu, che saranno insieme a noi per accompagnarci nei canti devozionali. L’incontro pubblico è previsto per  il sabato 28 luglio 2018, con inizio alle ore 18 circa, l’appuntamento è alla contrada   Festà di Marano sul Panaro. L’incontro prevede una puja iniziale con spiegazione sul significato dell’evento, a cui segue una sessione di canti devozionali a cura di Upahar Anand e dei cantanti  e musicisti del gruppo Luce di Stelle. La cerimonia si conclude al crepuscolo con la distribuzione del Prasad  da ognuno portato…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/07/10/marano-sul-panaro-28-luglio-2018-celebrazione-del-guru-purnima/

Ehi tu che indossi una maglietta rossa – Scrive F.G. A commento dell’articolohttp://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/07/08/ehi-tu-che-indossi-una-maglietta-rossa-lettera-aperta-di-alessandro-di-battista/ -: “…le magliette rosse non meritano il minimo apprezzamento e rispetto, è una torma clerical-liberista-colonialista che rappresenta il parossismo dell’ipocrisia. Nessuno di questi presunti umanitari s’è mai visto manifestare, marciare, digiunare per il massacro sociale dei regimi Monti, Letta, Renzi, Gentiloni, né contro le guerre di sterminio a cui partecipiamo in Libia, Siria, Iraq, Afghanistan, Somalia, Yemen, né alle devastazioni delle multinazionali in Africa che determinano l’esodo forzato dei migranti…”

Il Maestro indica la strada verso il Sé – Per conoscere se stessi -come diceva lo stesso Ramana Maharshi- non c’è bisogno di alcuna istruzione o azione, “il Guru può solo indicare la strada ma non può darti quello che già sei”. Ma c’è da dire che per le tendenze inveterate a rivolgersi verso l’esterno non siamo in grado di ricongiungerci nel Sé. Perciò sentiamo il bisogno di un aiuto, perlomeno un esempio, un gesto di simpatia e di amore che ci incoraggi verso la meta. La mia esperienza in tal senso, vissuta con Baba Muktananda, può forse risultare significativa… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/07/chi-o-casa-e-il-guru-nel-percorso.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Quando chiedo qualcosa, non sto pregando. Quando non chiedo nulla allora prego davvero. Quando sono unito là dove sono presenti tutte le cose- passate, attuali, future, tutte sono ugualmente vicine e uguali, tutte sono in Dio e tutte in me.” (Meister Eckhart)




permalink | inviato da retebioregionale il 11/7/2018 alle 6:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1967377 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     giugno        agosto