.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
11 ottobre 2018

Il Giornaletto di Saul del 11 ottobre 2018

Il Giornaletto di Saul del 11 ottobre 2018, Treia: rivoluzione contro i foglietti di carta colorata, excursus sulla “spiritualità laica”, Macerata: Convocazione Direttivo Auser, Roma: Tempo Originario, ecologia “sprofondata”, Insetti: le nuove armi USA, UE e Italia: scaramucce e bluff, la gerarchia della coscienza…

Care, cari, mentre faccio colazione al baretto di Treia prendo spunto da un articolo letto su un giornale  “serio”, che parla della terza estinzione di massa. Ma ditemi voi se ora possiamo comparare lo spread e l’alta finanza a quella pioggia di asteroidi impazziti che hanno spazzato via Tyrannosaurus rex e compagni 65 milioni di anni fa. Dal punto di vista “umano” il quadro è ridicolo, questo tipo di olocausto planetario che stiamo vivendo è causato da una pioggia di coriandoli colorati, chiamati “denaro”…” – Continua:

Colmurano. Seminasogni – Scrive Giovanni: “Ed ecco il lieto invito al mercatino del Seminasogni! Domenica 21 ottobre 2018 ci troviamo in un posto nuovo, a Colmurano in provincia di Macerata, ospiti presso “Mamma Asina”. Ci sarà tanta natura e spazio per giocare e condividere. Info: prehistoricfuture@hotmail.com”

Excursus sulla “spiritualità laica” – Da un bel po’ di tempo sto cercando di raccogliere documenti e testimonianze sulla nascita (e sull’uso del termine) del concetto di “Spiritualità Laica”. Purtroppo sono un confusionario e non riesco mai a tenere una esatta cronologia degli eventi vissuti.. soprattutto quelli che -nel momento- non sembrano rivestire particolare importanza…” – Continua:https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2013/09/spiritualita-laica-come-e-quando-e.html?showComment=1539159544857#c4896495969301452225

Commentino a latere: “in questo momento storico in cui la guerra di civiltà sembra alle porte, mi hanno colpito le parole del “Santo Padre” relative alla sensazione che il suo “potrebbe essere un pontificato breve” (…). Questo anche in sintonia con le veggenze sul “papa nero (lo stesso Bergoglio) e sulla fine dei tempi. Ma i tempi, quelli dell’Eterno, continueranno. Tra l’altro anche gli atei riconoscono l’esistenza di una energia “universale”. In linea con una nuova comprensione della “religione”, auspico cambiamenti radicali, ad iniziare dalla comprensione che spirito e vita sono la stessa cosa…”

Macerata. Convocazione Direttivo provinciale Auser – Scrive Antonio Marcucci: “Il giorno 24 Ottobre 2018 alle ore 09.30 presso la sede provinciale della CGIL, via Giuseppe Di Vittorio 2/4, – località valleverde – Piediripa di Macerata, è convocato il Direttivo dell’Auser Volontariato della provincia di Macerata…” – Continua: https://auser-treia.blogspot.com/2018/10/macerata-24-ottobre-2018-nota-di.html

In memoria del Che – Scrive P.P.: “Il Che dovrebbe essere un punto di riferimento morale assoluto per chiunque abbia condiviso i nostri ideali. Purtroppo un numero addirittura sorprendente di quelli che che una volta si ergevano come campioni di quegli ideali, oggi dal Che sarebbero visti solo con disprezzo. 51 anni fa il Che veniva assassinato dagli stessi che oggi stanno assassinando mezzo mondo con l’approvazione e la giustificazione di quei miserabili di cui sopra…”

Milano. Miveg – Scrive Sara D’Angelo: “Miveg, il festival vegan più atteso, apprezzato e frequentato del panorama nazionale, si svolgerà il 20 e 21 ottobre 2018  a Milano presso East End Studios – Studio 90, via Mecenate 88A, dalle ore 10.00 alle ore 22.00. Ingresso libero. I proventi andranno a sostenere gli animali ospiti dei rifugi di Vitadacani Onlus…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.com/2018/10/miveg-milano-il-20-e-21-ottobre-2018.html

Politica populista o politica di sistema? – Scrive Paolo Sensini a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/10/09/politica-populista-o-politica-di-sistema-che-fare/ -: “La politica di sistema è stata mantenuta e foraggiata con gli enormi finanziamenti di Stato all’editoria. Giornali come La Repubblica, L’Espresso, Il Corriere della Sera, La Stampa, Il Foglio, Il Manifesto, etc. avrebbero chiuso i battenti già da un pezzo. Ma essendo editoria di Sistema, cioè funzionale al mantenimento dello status quo, nessuno ha mai pensato né osato staccargli la spina. Viviamo tempi molto interessanti!…” – Continua in calce al link

Altro commento – Scrive Marinella Correggia: “Sono assolutamente d’accordo con il punto 6. Il suggerimento è costruire reti positive e costruttive e non solo di contestazione delle cose negative. Mi ritrovo in questo dilemma perché da una vita con frustrazione mi divido fra la pars destruens (distruggere le guerre…) e la pars construens…” – Continua in calce al link soprastante

Roma. Tempo Originario – Scrive Gianni Donaudi: “Per la 14° giornata del Contemporaneo. Inaugurazione della mostra “Tempo originario” sabato 13 ottobre, in occasione della Giornata del Contemporaneo indetta da AMACI, si terrà allo Studio RO.MI. in via Vetulonia, 55 Roma. Parteciperanno vari artisti che presenteranno la loro produzione più recente, comprendendo installazioni e video…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2018/10/roma-tempo-originario-in-mostra-dal-13.html

Perugia Assisi. Pace marcia – Scrive Adriano Colafrancesco a commento dell’articolo http://paolodarpini.blogspot.com/2018/10/perugia-assisi-la-conclusione-di-fulvio.html -: “Ha ragione Fulvio Grimaldi. Altro che “marcia della pace”: quella che è andata un onda ad Assisi si dovrebbe chiamare piuttosto “il marcio della pace”…”

Ecologia “sprofondata” e profezie catastrofiste di Rasputin – …il tempo è ormai arrivato: le piogge acide sono una tragica realtà. I dati ufficiali ci dicono che circa il 52% delle piante della Foresta Nera stanno morendo e nel giro di una generazione, molte ridenti località dell’Europa saranno trasformate in un deserto. La situazione non è diversa per l’aria. Respiriamo veleni e Rasputin aveva profetizzato anche questo: “Verrà giorno in cui non ci sarà monte e non ci sarà colle; non ci sarà mare e non ci sarà lago, che non siano avvolti dall’alito fetido della morte…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/10/ecologia-sprofondata-e-profezie.html

Riace. Reati “meritori” da scontare a casa – Scrive Roberto Tumbarello: “Non ha rubato, perciò il sindaco di Riace è finito ai domiciliari. Ha violato la legge che impone agli amministratori pubblici di non abusare di potere. Lui si è ostinato a risolvere qualche problema sociale e umano, senza neppure arricchirsi come si fa oggi. Il suo è un reato contro il buonsenso, che, se continua il trend, prima o poi colpirà anche chi per ora esulta. Comincia così – ce lo insegna la storia – la legittimazione del sopruso e dell’ingiustizia…”

Insetti. Le nuove armi batteriologiche americane – Scrive Manlio Dinucci: “Sciami di insetti, che trasportano virus infettivi geneticamente modificati, attaccano le colture di un paese distruggendo la sua produzione alimentare: non è uno scenario da fantascienza ma quanto sta preparando il Pentagono per i progetti di guerra scientifica avanzata…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2018/10/usa-avanti-con-la-guerra-batteriologica.html

Giornaletto di ieri – Scrive Marco Bracci a commento su “potere al popolino” e “imbecillità evidente o nascosta” https://saul-arpino.blogspot.com/2018/10/il-giornaletto-di-saul-del-10-ottobre.html?showComment=1539168037887#c4482587886084834655 -: “…dico che, per me, si tratta di premeditazione. Essendo i partiti la longa mano del “potere” vero, quello che fanno i partiti e i governi è deciso dall’alto e i politici eseguono. Io direi piuttosto che sono succubi e opportunisti, ma sicuramente non imbecilli. Sono molto scaltri, se non altro per poter rispondere alle domande e/o accuse del popolo e portare avanti l’agenda….” Continua in calce al link

Tra UE e Italia son solo scaramucce e bluff… – Scrive C.M.D.: “Quanto rivela l’economista elvetico Alfonso Tuor (vedi articolo sottostante) credo sia corrispondente alla realtà dei fatti. Sono manovre di intimidazione per indurre ad accettare dei compromessi. Il governo italiano deve solo tenere duro e farsi sostenere da alleati opportunisti, come in questo caso gli USA, che hanno interessi contrastanti a quelli teutonici e quindi l’Italia in questo momento fa loro comodo. Avendo dalla propria parte la popolazione e la potenza americana il governo potrebbe reggere e realizzare almeno in parte il suo programma politico economico…” – Continua:http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/10/10/quelle-in-corso-tra-ue-e-italia-sono-solo-scaramucce-e-bluff-nessuno-ha-interesse-a-forzare-troppo-la-mano-a-danno-delleuro/

Zagarolo. Armageddon – Scrive F.G.: “Zagarolo (RM), Palazzo Rospigliosi, ore 16.30, presentazione di “ARMAGEDDON SULLA VIA DI DAMASCO” , girato nei luoghi dell’aggressione e della resistenza patriottica siriana. Discuteremo della situazione come si presenta dopo oltre 7 anni di guerra condotta da Usa, Nato e loro paesi clienti del Golfo, della formidabile resistenza dell’esercito e delle forze popolari siriani, del ruolo di Russia, Hezbollah, Iran, Turchia, della prospettive alla luce della sempre più virulenta campagna di aggressione all’Iran…”

Stages in the consciousness hierarchy… – Nisargadatta Maharaj said: “The Hierarchy I explain in common words, like: I have a grandson (that is jivatma). I have a son and I am the grandfather. Grandfather is the source of the son and grandson. The three stages cannot be termed as Knowledge. The term knowledge comes at beingness level. I have passed on to you the essence of my teachings…” – Continue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2018/10/stages-in-consciousness-hierarchy.html

Ciao, Paolo/Saul
…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Le donne sono state continuamente represse. Per migliaia d’anni l’uomo ha dominato le donne; a lui è stata data ogni opportunità e occasione, la donna, invece è stata continuamente repressa, mutilata: non le è stato permesso di correre alla pari con l’uomo; per questo motivo, non sappiamo quanti Gautama Budda, sulla sponda delle donne, abbiano perso la possibilità di fiorire…” (Osho)




permalink | inviato da retebioregionale il 11/10/2018 alle 5:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1946297 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     settembre