.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
12 gennaio 2019

Giornaletto in ritardo, libero amore, epitaffio corto, mandillo dei semi, Ambulans Theatre, la dolce morte, comunicazione non ostile, vita selvaggia nel bosco, Novoli ed il grande uao…

Il Giornaletto di Saul del 12 gennaio 2019 – Giornaletto in ritardo, libero amore, epitaffio corto, mandillo dei semi, Ambulans Theatre, la dolce morte, comunicazione non ostile, vita selvaggia nel bosco, Novoli ed il grande uao…

Care, cari, ieri era un pomeriggio soleggiato. Ho accompagnato Paolo dal dentista per un’estrazione. All’uscita ho notato, sotto al portico, un bar con i tavolini all’aperto, al sole, nella piazza di Vignola. Gli ho detto: ci sediamo un pò qui a prendere un caffè? Sono stati solo 10-15 minuti ma mi hanno dato il tempo di pensare che si potrebbe riprendere quella sana (a volte mica tanto) abitudine di trovarsi a un bar, un’osteria, o altro pubblico esercizio, col proprio compagno – a o con l’amica o con amici per parlare e stare nel mondo, esposti e non sempre ognuno dentro al proprio “loculo-casa” (che poi mi piace la mia casa, eh?) Aperti a nuovi incontri o ad incontri inattesi. Lo stesso è avvenuto stamattina in cui -approfittando del sabato non lavorativo- siamo andati al bar dell’Arpia dove abbiamo incontrato varie persone che non vedevamo da tempo… per questa ragione il Giornaletto arriva un po’ in ritardo! (Caterina Regazzi)

Libero amore – Il matrimonio è una forma di contratto che uccide l’amore, se proprio si vuole affrontare il problema della parità fra i sessi e della libertà espressiva in campo sessuale, in primis evitiamo il vincolo matrimoniale che è la causa principale della perdita di spontaneità e dignità nei rapporti fra esseri umani. Togliendo l’obbligo istituzionale del “nucleo famigliare”, composto da due coniugi di sessi diversi, o dello stesso sesso, e recuperando una morale interpersonale laica, si possono facilmente ricreare soluzione fantasiose, unioni di fatto e famiglie aperte, o “piccoli clan”, che tra l’altro stanno già nascendo senza alcun riconoscimento ufficiale….” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/01/11/per-una-ecologia-sociale-diciamo-si-al-libero-amore/

Epitaffio corto – Scrive Adriano Colafrancesco a commento dell’articolo di Michele Rallo https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/01/un-epitaffio-corto-il-governo-giallo.html?showComment=1547203073537#c5447097826136800017 -: “…continuare a sparare sulla croce rossa fa bene solo ai giallo-verdi che, malgrado la saccenza dei denigratori (di qualunque sponda siano) e anzi proprio per quella, con una opposizione così rabberciata e squinternata dureranno, come minimo, questa, la prossima e la successiva legislatura…”

Val Trebbia. Mandillo dei semi – Scrive Massimo Angelini: “Domenica 20 gennaio 2019, Chiostro del Santuario di Montebruno (Val Trebbia, prov. di Genova): MANDILLO DEI SEMI, festa del libero scambio di semi autoprodotti e lieviti di casa… – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/01/mandillo-dei-semi-2019-due-appuntamenti.html

P.S. In previsione del Mandillo dei semi, il 16 gennaio, ore 19.30, presso la ristorazione naturale “Una Ginestra” Genova Nervi, via del Commercio 7/A: “Cena parlata” per riflettere sull’utilizzo dei semi nell’orto e in cucina.

Ambulans Theatre, ora nelle Marche. Con carrozze e cavalli dalla Francia alla Bulgaria – Scrive Gigliola: “Ambulans Theatre, un collettivo di artisti francesi (dieci), ora si trova nelle Marche e sta discendendo lungo l’Adriatico  con cavalli (5) e carrozze (4).  A Brindisi s’imbarcheranno per la Grecia per arrivare in Bulgaria. Sono attesi a Plodiv per le manifestazioni di giugno di capitale europea della cultura 2019, insieme a Matera. Per ora sono accampati a Grottammare, poi meteo e cavalli permettendo si sposteranno in un area  individuata idonea pressi S. Benedetto del Tronto…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/01/ambulans-theatre-un-teatro-mobile-in.html

P.S. …è bellissimo fare rete fornendo informazioni su possibili luoghi riscaldati per le prove/riunioni serali, posti pubblici dove possano farsi delle docce calde, soste per l’accampamento carovana, contatti per tenere spettacoli/concerti… (continua in calce al link)

La dolce morte – Dal punto di vista etico, l’eutanasia  volontaria  ha una sua dignità morale, non solo nella cultura occidentale ma anche in oriente, ove è accettato il “suicidio” onorevole, vedi il caso dell’auto sbudellamento (harakiri) in Giappone, o l’ascesa sulla pira degli asceti ancor vivi in India (ed a questo proposito ricordo la storia del guru prelevato da Alessandro Magno nella piana gangetica e che si  immolò sul fuoco ardente poco prima della morte di Alessandro stesso)… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2017/12/la-dolce-morte.html

Arabi a favore dello Yemen – Scrive Giovanni Sorbello: “Per quanto riguarda lo Yemen, il segretario generale della Resistenza islamica al-Nujaba ha sottolineato: “Se nascesse l’opportunità di andare nello Yemen, non esiteremmo nemmeno un secondo. Tuttavia, ci sono valorosi combattenti in quel Paese che difendono coraggiosamente la loro terra”. A proposito di Mohammad Bin Salman, Principe ereditario dell’Arabia Saudita, ha dichiarato: “Bin Salman non è una figura governativa, ma è l’effetto di ciò che vogliono gli americani e i sionisti Ha anche descritto Adel al-Jubeir, l’ex ministro degli Affari Esteri dell’Arabia Saudita, come un elemento dei servizi di intelligence degli Stati Uniti…”

Comunicazione non ostile – Scrive Arpat : “Circa due anni fa fu presentato il “Manifesto della comunicazione non ostile” che era stato scritto a più mani da una community trasversale di oltre 300 tra giornalisti, manager, politici, docenti, comunicatori e influencer con l’obiettivo di ridurre, arginare e combattere i linguaggi negativi che si propagano facilmente in Rete. Il manifesto propone dieci principi…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/01/11/news-e-fake-news-manifesto-della-comunicazione-non-ostile/

Utopia in cantiere. Recensione – Scrive Bene Comune: “…ha ragione Serge Latouche quando esige che si esca dall’ “economia”, cioè dal tipo di costruzione immaginaria, culturale, politica, produttiva e distributiva di beni tutta centrata sull’accumulazione, la crescita e la competizione. Non possiamo attendere ancora, il tempo opportuno o le condizioni favorevoli, per liberarci dalla schiavitù globale determinata dal capitalismo. Una volta usciti dall’economia, però, possiamo (ri)entrare per aprire e ripensarne il concetto, per farla nascere, guardando ai valori veri della vita. Il prezioso libro di Solidarius, con la prefazione di Roberto Mancini, è un grido, volto a rompere i recinti in cui si chiudono tante esperienze dell’economia “altra”…”

Vita selvaggia e solidarietà – Scrive Géraldine: “Carissimi amici, sono Géraldine di Calcina (Camerino); dopo 10 anni di vita selvaggia in mezzo al bosco, senza elettricità né acqua in casa, e dovendo accudire 4 bambini che crescono, devo dire che piano piano la stanchezza si fa sentire, ed adesso provo il bisogno di alleggerirmi la vita con qualche “comodità” (e tanti rideranno dopo aver letto di che comodità si tratta…).” – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2019/01/solidarieta-e-vita-selvaggia-in.html

Lombardia. Stop glifosato – Scrive Erica Rodari: “L’assemblea pubblica ‘Acqua, terra, salute: stop glifosato in Lombardia’ avrà luogo sabato 23 febbraio dalle 9,30 alle 13 presso la Casa della Cultura in via Borgogna 3, Milano. Gli interventi finora previsti sono: acqua e glifosato; salute e glifosato; politica agricola comunitaria; punto sulla nuova direttiva acqua in discussione in Europa; racconto di esperienze positive. E’ tutto ancora in costruzione: se qualcuno vuole proporre interventi in merito ce lo faccia sapere… – Info: ericarodari@tiscali.it ”

Novoli. Sant’Antonio, il focarone ed il “grande uao” – Scrive Ferdinando Renzetti: “…un pomeriggio in un bar di Novoli mentre stavo leggendo l’oroscopo sul settimanale donna di repubblica con Mariagrazia è venuto fuori questo termine [big wow] [grande uao] prendo il mio tablet e clicco su  google le parole e viene fuori: il segnale wow un forte segnale radio rilevato dal fisico Jerry Emhan nel 1977 con il telescopio [big ear], (grande ascolto o grande orecchio). Il segnale non proveniva dalla terra o dal sistema solare, durò 72 secondi e non è stato mai più rilevato…” – Continua:https://retedellereti.blogspot.com/2016/01/santantonio-novoli-dove-brucia-il-fuoco.html

Ciao, Paolo/Saul
………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Non è la gioia la radice della gratitudine. È la gratitudine la radice della gioia.” (David Steindl Rast)




permalink | inviato da retebioregionale il 12/1/2019 alle 8:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     dicembre        febbraio