.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
24 gennaio 2019

Antropocentrismo nero, Napoli: no alla scuola di guerra, caccia: no alla deregulation, vegetarismo e Assange, shoà: verità per legge, se la democrazia si fa serva, declino dell’Italia e nascita del populismo, Siria: sion cerca rogna…

Il Giornaletto di Saul del 24 gennaio 2019 – Antropocentrismo nero, Napoli: no alla scuola di guerra, caccia: no alla deregulation, vegetarismo e Assange, shoà: verità per legge, se la democrazia si fa serva, declino dell’Italia e nascita del populismo, Siria: sion cerca rogna…

Care, cari, esiste un antropocentrismo nero ed uno bianco. Quello nero è quello per cui l’essere umano, in virtù di migliori capacità, considera privi di valore gli altri esseri viventi e li utilizza a suo vantaggio. L’accusa verso questo comportamento nasce quando una prerogativa diventa arma a danno del più debole, mentre la vera intelligenza vuole che il più dotato aiuti il più debole… (F.L.M.)… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/01/23/antropocentrismo-nero-e-antropocentrismo-bianco/

M5S. Punti di vista – Scrive P.P.: “… perché vedere nell’attaco di Di Maio-Di Battista al colonialismo francese solo un depistaggio? Se io avessi dovuto depistare lo avrei fatto in altro modo, magari attaccando l’indifendibile Arabia Saudita (lo fanno tutti) e non la Francia che è una roccaforte dell’establishment europeo, nostra vicina, molto più importante per il nostro commercio e la nostra finanza. Bisogna star zitti? No, ma o si ha in odio questo governo e in particolare il M5Stelle e si preferisce un governo berluscon-renziano (o guardarsi l’ombelico autoreferenziale duro e puro), o si entra nell’agone cercando di far scoppiare le contraddizioni, specialmente tra Lega e M5Stelle mirando a far prevalere questi ultimi su qualsiasi possibile alleato…”

Napoli militarista – Scrive Comitato Pace e Disarmo: “Condanniamo l’accordo del Comune di Napoli con il Ministero della Difesa poiché, oltre a rappresentare dal punto di vista economico una grave perdita per un Comune finanziariamente in crisi, lascia passare l’aberrante principio secondo il quale la riqualificazione di un quartiere debba realizzarsi attraverso la sua militarizzazione. Né ci pare comprensibile come una città dichiarata “di Pace” dallo stesso Comune e militarmente soffocata da insediamenti NATO ed USA (Lago Patria, Capodichino, con transito di natanti bellici nucleari) possa accettare questo oltraggio con il quale, dietro la foglia di fico del mantenimento della storica Nunziatella (che resta una scuola militare), Napoli diventerebbe un polo di formazione militare europea “di eccellenza”…” – Continua:http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/01/23/napoli-operazione-pacifista-no-alla-scuola-europea-di-guerra-nel-quartiere-di-monte-di-dio/

Roma. Verità e menzogne – Scrive AVA: “Sabato 26 gennaio 2019, ore 16,45, in piazza Asti 5/a Roma, conferenza di Antonio Luce: “SCOPRIRE VERITÀ E MENZOGNE” Info: Tel. 3492420684 

Caccia. No alla deregulation – Scrive Carlo Consiglio: “Ci opponiamo fermamente a qualsiasi modifica peggiorativa delle norme sugli animali selvatici, per i quali è anzi necessario alzare i livelli di tutela e migliorare le politiche di conservazione. Vogliamo rivolgere il più vivo ringraziamento a tutti i cittadini che, soprattutto attraverso i canali social, hanno partecipato e sostenuto questa battaglia dalla parte della natura e degli animali selvatici…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/01/caccia-evitata-deregulation-in-senato.html

Quando scopri la verità sul debito pubblico – Scrive Fabio Conditi: “Con quali soldi i colossi finanziari che si ingrossano a spese nostre, comperando il debito pubblico italiano? Lo fanno… senza avere un quattrino. Lo fanno cioè a costo zero, stampando la moneta che gli serve al momento, utilizzando le banche che possiedono o le banche centrali che controllano. Quando decidono di investire qualche milione di euro in titoli di stato, si mettono d’accordo con una di queste banche, che apre una linea di credito che a garanzia avrà solo quei titoli di stato che verranno comprati. I soldi per comprare il nostro debito glieli stiamo dando noi!…”

Vegetarismo e Assange – Scrive Daniele Bricchi: “ …mi piace intravvedere un collegamento tra vegetarismo  e le  vicende  di Julian Assange. Non sono entrambi sforzi per difendere dei diritti? Non dimentichiamo che molti dei padri del pacifismo, della non violenza, dell’antimilitarismo sono anche padri del vegetarismo. Aldo Capitini fu arrestato più volte nella seconda guerra mondiale per le sue attività di antifascismo…” – Continua:  https://retedellereti.blogspot.com/2019/01/collegamenti-tra-il-vegetarismo-e-le.html

Sant’Oreste. Il volo del canarino – Scrive Avventura Soratte: “Presentazione del libro “Il volo del canarino” di Franco Casadidio. Sinossi: Jürgen, rampollo di una famiglia bavarese, nonché ufficiale delle SS, e Sara, ebrea per parte di madre, discriminata e perseguitata in base alle leggi di Norimberga, varate da Hitler nel 1936. L’iniziativa, ad ingresso libero, si svolgerà nella biblioteca comunale di Sant’Oreste (RM), il 26 gennaio 2019, ore 16.30. Info: 339.8800286 – 333.5873067”

Shoà: verità per legge? – «Negare l’Olocausto è un fatto gravissimo e vergognoso, ma la storia non è vera per legge. Punire per legge chi sostiene questa tesi e quindi di fatto stabilire ciò che è storicamente vero attraverso una norma giuridica non è la strada giusta. Anzi rischia di essere controproducente: in democrazia la censura non è un mezzo corretto, e si finisce per far diventare martire chi vi incappa.» Questo è quanto scriveva L’Osservatore Romano nell’ottobre del 2010… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2018/01/27-gennaio-shoa-la-verita-non-teme.html

Macerata. Società e cultura – Scrive LABS: “La ghigliottina dei giacobini arriva a Macerata. Lorenzo Zamponi, redattore della rivista, presenta il primo numero del trimestrale “Jacobin Italia”. Un momento di riflessione sullo stato del Paese, sulla necessità di avere strumenti di analisi e informazione all’altezza del tempo presente. 7 febbraio 2019. ore 18:00, C/O  Laboratorio Sociale Vicolo Monachesi 9, Macerata…”

Quando… la democrazia si fa serva… – Scriveva Platone: “…quando questa città si copre di fango accettando di farsi serva di uomini di fango per poter continuare a vivere e ad ingrassare nel fango; quando il cittadino accetta che, di dovunque venga, chiunque gli capiti in casa possa acquistarvi gli stessi diritti di chi l’ha costruita e c’è nato; quando i capi tollerano tutto questo per guadagnare voti e consensi in nome di una libertà che divora e corrompe ogni regola ed ordine, c’è da meravigliarsi che l’arbitrio si estenda a tutto, e che dappertutto nasca l’anarchia…?” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/01/platone-democrazia-anticamera-della.html

Ferrara. Salvataggio capre – Scrive Silvia Premoli: “I volontari di LEAL sono stati chiamati per aiutare degli animali in pericolo di vita a Valle Lepri (Ferrara) e sono accorsi sul posto con la responsabile Stefania Corradini. Hanno trovato 18 capre in condizioni estreme, tra queste una capretta con il cordone ombelicale attaccato, abbandonata in un fosso e senza la madre. Gli animali sono stati trasferiti nella fattoria “L’Arca” a Jolanda di Savoia, un progetto di recupero di animali…”

Siria. Sion cerca rogna – Scrive Finian Cunningham: “Le forze israeliane sono passate dalla dottrina della “guerra di soppiatto” a dichiarare apertamente l’aggressione al vicino settentrionale, Siria. Per due giorni consecutivi, gli israeliani hanno bombardato la capitale siriana di Damasco e dintorni con dozzine di missili da crociera aereo-lanciati. Molti dei proiettili sono stati intercettati dai sistemi di difesa aerea forniti dalla Russia. Tuttavia il blitzkrieg israeliano provocava la morte di almeno quattro militari siriani danneggiando l’aeroporto civile internazionale vicino Damasco. Ciò equivale a un oltraggioso crimine di guerra…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/01/23/siria-sion-cerca-rogna-e-corteggia-la-guerra/

Integrazione di Giovanni Sorbello: “la principale fonte di preoccupazione per Israele è la trasformazione dei pesanti missili a propulsione di Hezbollah in missili di precisione, nonché il miglioramento delle difese aeree del movimento di Resistenza e la fornitura di missili navali a lungo raggio. Il rapporto ha sottolineato che gli sforzi del regime sionista contro il “progetto di precisione” iraniano in Libano saranno gestiti in circostanze diverse e più complesse di quanto non fosse il caso in Siria negli ultimi anni. Ci troveremo in una situazione in cui Israele affronterà Iran, Siria ed Hezbollah nel nord e le organizzazioni della Resistenza palestinese nella Striscia di Gaza. La possibilità di una guerra con Hamas a Gaza è molto probabile nel prossimo anno…”

Declino dell’Italia e nascita del populismo – Scrive Fernando Rossi: “Molti storici fanno risalire l’inizio del declino geopolitico ed economico dell’Italia all’uccisione di Mattei, voluta dalle grandi compagnie petrolifere, ma io non sottovaluto nemmeno la strana morte di Berlinguer che spianò la strada all’ascesa di Napolitano, né il peso negativo della svolta ‘liberista’ imposta dalla massoneria nell’incontro del ’92 sul Britannia. La linea politica decisa sul Britannia, imperniata su regalo alla grande finanza di Bankitalia e delle industrie e imprese pubbliche, fu facilmente attuata previo contemporanea operazione di ‘mani pulite’ che demolì la prima repubblica…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/01/declino-economico-e-geopolitico.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“…in una società libera l’uomo si degrada. Dove tutto si può dire e fare, l’anima si rammollisce e si corrompe. Gli sforzi virili, le testimonianze rischiose, le tensioni tragiche si estinguono, e l’uomo, esentato dalla costrizione della nobiltà d’animo si arrende alla viltà naturale dei suoi istinti. Abituati infine a tollerare i loro contrari, i princìpi si trasformano in eloquenti cedimenti. Il prezzo della libertà è una perpetua apostasia” (Nicolàs Gòmez Dàvila)




permalink | inviato da retebioregionale il 24/1/2019 alle 5:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     dicembre        febbraio