.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
21 marzo 2019

Il CO2 non scalda, le malattie piacciono all’industria farmaceutica, la stagione del Drago, la Jugoslavia di ieri le rovine di oggi, fluire con la vita…

Il Giornaletto di Saul del 21 marzo 2019 – Il CO2 non scalda, le malattie piacciono all’industria farmaceutica, la stagione del Drago, la Jugoslavia di ieri le rovine di oggi, fluire con la vita…

Care, cari, l’intera atmosfera trattiene il calore, o meglio rallenta (non può bloccarla!) la sua dispersione. Il che è ovvio: se non lo facesse accadrebbe che durante la notte la temperatura scenderebbe rapidamente verso la temperatura dello spazio vuoto esterno, che è mediamente di appena 3 °K, cioè -270 °C. Nel miscuglio aria la CO2 è una componente percentuale piccolissima. La frazione di CO2 è circa 400 ppm, ovvero 4/10^4 = 0,04% (frazione molare), quindi la sua azione è minima nel miscuglio, ed è assurdo imputarla di effetto termico… (Vincenzo Zamboni)… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/03/20/la-co2-non-riscalda/

Roma. Pro Venezuela – Scrive S.C.: “E’ stata indetta dal Forum Venezuela una riunione nazionale sabato 23 marzo 2019, alle 10,30, a via dei Volsci 84A a Roma-S.Lorenzo in previsione di una manifestazione nazionale in difesa del Venezuela da tenersi a Roma il 13 aprile… – Info: s.cararo58@gmail.com”

Le malattie che piacciono all’industria farmaceutica – Scrive Franco Libero Manco: “Contrariamente alla filosofia di Ippocrate, la cui scienza e la cui attività di medico erano interamente concentrate sulle cause che determinano le malattie, e a neutralizzarle tramite un giusto stile di vita ed una corretta alimentazione vegetariana, l’industria chimico-farmaceutica (e l’apparato medico allopatico) opera principalmente sui sintomi delle malattie e trova nella negligenza del popolo il migliore alleato per i suoi giganteschi interessi economici…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/03/20/le-malattie-indotte-ed-inguaribili-che-piacciono-allindustria-farmaceutica/

Washington. No to war No to NATO – Scrive Coalizione: “Join us on March 30 in Washington, DC. These include a counter summit organized by the World Peace Council; A public meeting organized by the Black Alliance for Peace; A concert for Peace; A peace fair organized by the World Beyond War; An Alternative summit and more. Info: unacpeace@gmail.com”

La stagione del Drago –  La Potenza del Grande. Il segno indica un momento in cui il valore interiore emerge con impeto e giunge al dominio. La forza ha già superato il punto mediano incombe perciò il pericolo che ci si fidi troppo della propria potenza senza chiedersi volta per volta dove sia il giusto, ovvero che si ricerchi il movimento senza curarsi del tempo opportuno. Per questo si consiglia perseveranza poiché vera potenza non degenera in violenza ma resta connessa con i principi del diritto e della giustizia… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/03/esagramma-ta-chuang-la-potenza-del.html

Torino. Diritti animali – Scrive LEAL: “CONFERENZA “MALTRATTAMENTO ANIMALE: DALL’ETICA AL DIRITTO. QUALI PROSPETTIVE?” a cura di Silvia Premoli e Chiara Giacosa. Palazzo Civico, Piazza Palazzo di Città, 1 – Torino, 23 marzo 2019, ore 15.00, Sala delle Colonne. Ingresso libero. Info: 328 044 0635?

Fluire con la vita – Fluire con la vita non significa essere indifferenti a quello che ci accade, ma apprezzare in pieno la gioia che il momento ci offre e accettare anche il dolore, consapevoli che nessuno dei due durerà per sempre. Fluire con la vita implica vivere accettando i cambiamenti e quindi comporta totale accettazione del volere di una forza superiore al nostro personale e limitato libero arbitrio, che si dibatte tra mille preferenze… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/03/fluire-con-la-vita-nel-palcoscenico.html

Commento di Simon Smeraldo: “Perfettamente d’accordo. Questo è il principio alla base del Tao, la Via, ossia il flusso. E’ la cosa più facile e più difficile al mondo; la più facile perché se ti ci abbandoni hai praticamente risolto tutti i tuoi problemi e ti sei impadronito della chiave della vita e dell’universo stesso; la più difficile – la meno per un occidentale – è perché questo passo è contrastato dalla nostra forma mentis, la mente che mente.”

La Jugoslavia di ieri le rovine di oggi – Scrive Fulvio Grimaldi: “Il 24 marzo 1999 Usa, UE e Nato inaugurarono, affiancati dai “pacifisti” in pellegrinaggio a Sarajevo, l’epoca delle “guerre umanitarie” e delle distruzioni di Stati e popoli disobbedienti.. Furono i primi bombardamenti su Belgrado. Quel giorno abbandonai per sempre RAI e TG3 e, presa al volo una telecamera, mi precipitai in Serbia per offrire al pubblico una documentazione degli eventi, diversa dalle menzogne che parlavano di “intervento umanitario contro il dittatore Milosevic…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/03/milano-30-marzo-2019-la-jugoslavia-di.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

«Primavera non bussa, lei entra sicura, come il fumo lei penetra in ogni fessura, ha le labbra di carne, i capelli di grano, che paura, che voglia che ti prenda per mano. Che paura, che voglia che ti porti lontano» (Fabrizio De André)




permalink | inviato da retebioregionale il 21/3/2019 alle 9:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     febbraio        aprile