.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
16 maggio 2019

Genetliaco di Baba Muktananda, canapa: l’altra campana, la nuova corsa all’oro, convincimento occulto, Treia: vivere in una comunità ideale, felicità contadina, le piante e la cura di sé, agricoltura biologica, la creazione è immaginazione nella materia…

Il Giornaletto di Saul del 16 maggio 2019 – Genetliaco di Baba Muktananda, canapa: l’altra campana, la nuova corsa all’oro, convincimento occulto, Treia: vivere in una comunità ideale, felicità contadina, le piante e la cura di sé, agricoltura biologica, la creazione è immaginazione nella materia…

Care, cari, oggi ricorre l’anniversario della nascita del mio amato Guru, Baba Muktananda, nato il 16 maggio del 1908 (anno della Scimmia di Terra). Personalmente ho avuto una grande fortuna nella vita. Considero questo mio corpo e questa mia mente estremamente benedetti e santi poiché attraverso di loro ebbi la possibilità di incontrare un grande Maestro che diede alla mia esistenza vero significato. Dimostrandomi come il distacco ed allo stesso tempo l’attenzione siamo importanti per restare focalizzati nel Sé…. nell’auto-consapevolezza. “Due volte nato” si dice di chi nasce allo Spirito. E senza alcun merito particolare da parte mia ciò è avvenuto allorché incontrai nel 1973 il mio padre spirituale, Swami Muktananda, il quale risvegliò la mia coscienza individuale alla consapevolezza del Sé. “Medita sul tuo Sé, cerca il tuo Sé, inchinati al tuo Sé, onora il tuo Sé, adora il tuo Sé, poiché Dio vive in te, sei tu..!” Questo il messaggio profondo e liberatorio che egli mi trasmise…

Baba Muktananda disse: “Do not give up your worldly life. Do not rush around in search of God in the four directions, nor lose your own souls while seeking inner peace and comfort. Live in your own homes with your spouses and children, making full use of your artistic talents, or running your businesses or factories. In whatever position your destiny has placed you whether you are millionaires or laborers, kings or beggars, God  already  is inside you…”

Canapa… l’altra campana – Recentemente persino il vescovo di Macerata, monsignor Nazzareno Marconi,  è entrato a piè pari nella diatriba “canapea”, appoggiando una politica “repressiva”. Quest’odio viscerale dimostrato dal presule verso una innocente pianta, coltivata per secoli e millenni dall’uomo per le sue qualità,  mentre egli tace sui problemi delle sostanze legali, vendute con il beneplacito dello stato, alcol, tabacco, gratta e vinci, tranquillanti chimici,  etc.,  mi lascia pensare… – Continua:    https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2019/05/canapa-laltra-campana.html

Mio commentino: “La via d’uscita dalla situazione ridicola in cui l’Italia si è cacciata  risiede nella totale liberalizzazione della coltivazione della canapa bioregionale, allo stato naturale, e non nel proibizionismo, che avvantaggia le mafie e la corruzione” 

La nuova corsa all’oro – Scrive Auvesta: “Le banche centrali stanno indicando la strada, alcune di quelle più grandi sono ancora in pieno giorno di shopping. Nel primo trimestre del 2019, secondo il Consiglio mondiale dell’oro, tanto oro quanto non è più presente nelle scorte della banca centrale dal 2013 (primo trimestre). Anche gli investitori privati dovrebbero  prestare attenzione…” – Continua:https://paolodarpini.blogspot.com/2019/05/la-nuova-corsa-alloro.html

Convincimento occulto – Scrive S.M.: “Le élite di potere hanno una sorta di codice d’onore: dire la verità sotto mentite spoglie (films pubblicità canzoni cartoni animati ecc.). Ci avvertono e ci preparano, e quando mettono in atto i loro intendimenti nella realtà le masse accettano tranquillamente perché nel loro inconscio hanno già elaborato l’idea…”

Felicità contadina – Scrive Enio Concarotti: “Mantienti in casa tre grossi pani nella madia, l’acqua fresca del fontanino nel secchio di rame, una donna sempre calda e amica per miracolo d’amore, un po’ di vinello brusco per la tua allegria…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/05/15/mantienti-i-comandamenti-della-felicita-contadina/

Unesco. Ricandidatura delle Colline del Prosecco Conegliano Valdobbiadene – Scrive Gianluigi Salvador: “Gentili interlocutori, nell’ultimo incontro a Conegliano del Forum Stop Pesticidi ben trentanove Associazioni e Comitati locali, regionali e nazionali hanno approvato un documento che chiede alla Commissione UNESCO di valutazione dei siti, di rifiutare anche quest’anno la certificazione delle “Le Colline del Prosecco Conegliano Valdobbiadene” visto che permangono numerosi problemi che la monocoltura “industriale” della vite sta apportando al capitale naturale con conseguenti forti disagi alla popolazione residente.”

Treia. Vivere in una comunità ideale nello stato naturale – Un saggio disse che noi non possiamo essere altro che una parte integrante della manifestazione totale e del totale funzionamento ed in nessuna maniera possiamo esserne separati. Eppure l’uomo tende a dare maggiore importanza al contesto urbano in cui egli vive. Ma è nella comunità umana, con le sue esigenze e movimenti, che si fa la storia e si sancisce la caratteristica di un posto, senza dimenticare l’appartenenza al tutto e l’inscindibile co-presenza della natura e degli animali. Ma per manifestare una vera “idealità” dovremmo riscoprire le nostre radici naturali, continuando a prendere ad esempio un certo modo naturale di vivere il luogo e nel luogo… – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/05/treia-come-vivere-il-luogo-e-nel-luogo.html

Schio. Cammino profondo – Scrive Il Cammino: “Ancora qualche posto disponibile per il corso di Deep Walking che Luca Gianotti terrà a Schio, con base nell’ospitale agriturismo Il Maggiociondolo, sull’affascinante altopiano del Tretto, dal 23 al 26 maggio 2018. Un seminario per esplorare gli aspetti interiori, spirituali e terapeutici del camminare, provando alcuni esercizi di camminate dell’attenzione, camminate consapevoli, meditazioni. Info: luca@camminoprofondo.it”

La natura, le piante, la cura di sé… – In natura tutto segue uno schema di corrispondenze. Ogni forma vivente assume aspetti psicosomatici che corrispondono alle qualità incarnate. Questo fatto era noto sin dalla più remota antichità, all’uomo ed agli animali. Infatti confidando nella innata comprensione essi si curavano sentendo attrazione o repulsione per certe specifiche piante o alimenti… – Continua:http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2013/01/forma-colore-sapore-delle-piante-e-loro.html

Api a rischio – Scrive Greenpeace: “Le api sono a rischio, e dipende solo dall’uomo evitare la catastrofe. Però la Bayer ha appena messo in commercio un nuovo pesticida, il Sivanto, pubblicizzato dalla multinazionale come sicuro per api, bombi e coccinelle: un team di ricercatori ha però rivelato che anche questo pesticida è in realtà letale per le api, se combinato con altre sostanze. Ecco che si fa un passo avanti e uno indietro…”

Agricoltura biologica ultima speranza – Scrive F.L.M.: “…si muore di opulenza e nello stesso tempo di denutrizione, perché ci si sazia senza fornire all’organismo le sostanze necessarie; carenze che indeboliscono le difese immunitarie e ci predispongono ad ogni patologia. Per svincolarsi dal potere delle lobbies chimiche, agro-alimentari-zootecniche la nostra sola speranza è l’agricoltura biologica…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/05/15/agricoltura-biologica-ultima-speranza/

Indicatori relativi al clima – Scrive Arpat: “Il clima ha un impatto importante sulla qualità e lo stile di vita delle persone. Se da una parte i sempre più frequenti eventi estremi hanno un impatto diretto sulla salute umana, dall’altra agiscono indirettamente anche sui determinanti della salute.  Nell’edizione 2019 verranno introdotti 10 indicatori relativi al clima; questi vanno a formare insieme il nuovo  Indice del clima, elaborato sulla base dei dati forniti al Sole 24 Ore da 3BMeteo.” 

La creazione è immaginazione nella materia… – …il mondo non può essere “indipendente” dalla sua Sorgente, ed è così che l’Unico Essere diventa molti. Il Potere che manifesta questo Gioco dell’Esistenza è davvero grande! E la realizzazione della propria originale Natura è lo scopo gioioso della vita… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/05/la-creazione-e-immaginazione-nella.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Nelle nostre vite il cambiamento è inevitabile, la perdita è inevitabile. Nell’adattabilità e facilità con cui sperimentiamo il cambiamento, si trova la nostra felicità e libertà…” (Buddha)




permalink | inviato da retebioregionale il 16/5/2019 alle 4:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     aprile        giugno