.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
18 luglio 2019

Facebook ci scomunica, riforestazione e censura, Extinction Rebellion, Carola: l’imperialista mascherata, veleni chimici nei mari d’Europa, here and now we are…

Il Giornaletto di Saul del 18 luglio 2019 – Facebook ci scomunica, riforestazione e censura, Extinction Rebellion, Carola: l’imperialista mascherata, veleni chimici nei mari d’Europa, here and now we are…

Care, cari, il team di Facebook mi comunica che i post inseriti nel gruppo Il Giornaletto di Saul non rispettano le norme relative allo “spam”, non so sinceramente cosa significhi… Comunque Facebook mi impedisce di pubblicare nuovi post nel gruppo, oltre ad aver cancellato i precedenti, ovvero i numeri de Il Giornaletto di Saul, nonché diversi altri articoli postati in altri gruppi – Pertanto se siete interessati a leggere i testi “incriminati” vi consiglio di iscrivervi al Google Group “Il Giornaletto di Saul” – https://groups.google.com/forum/#!forum/il-giornaletto-di-saul – in quanto Facebook è praticamente inutilizzabile…

Riforestazione contro l’inquinamento e l’effetto serra – Scrive SNP Ambiente: “Possiamo abbattere con costi ridotti del 25% l’anidride carbonica di origine antropica che si è accumulata in atmosfera negli ultimi due secoli. L’IPCC ritiene che per raggiungere l’obiettivo massimo di contenere l’aumento della temperatura media del pianeta entro gli 1,5 °C occorre piantare alberi per un miliardo di ettari in aggiunta a quelli già esistenti…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/il-pianeta-ha-bisogno-di-foreste-per.html

Persino questo post viene rifiutato da Facebook, con queste parole: “Non è stato possibile postare il tuo messaggio per la presenza di contenuti segnalati come offensivi da altri utenti di Facebook…” – Voi riuscite a capire il perché?”

Bologna. Extinction Rebellion si presenta – Scrive Daniele Quattrocchi: “Vi contattiamo perché abbiamo raggiunto un punto critico per il futuro, sia per la nostra Terra che per l’umanità, da un punto di vista politico. Siamo la divisione bolognese di Extinction Rebellion (XR), un’organizzazione internazionale e nonviolenta nata nel Regno Unito nel maggio 2018 che ora si sta espandendo rapidamente in Europa e nel mondo…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/07/bologna-extinction-rebellion-si-presenta.html

Ambigue critiche su Il Manifesto – Scrive Marco Palombo: “Su Il Manifesto del 16 luglio c’è un articolo di Acerbo contro le dichiarazioni di Zingaretti che ha accusato Salvini di tradire la Nato e gli USA. Acerbo ricorda tutte le scelte guerrafondaie del Partito Democratico, quelle vecchie e quelle di oggi. L’ articolo però è diffuso, al momento, in modo semi clandestino con un titolo fuorviante “Salvini, i rubli e il partito democratico”, sottotitolo “Metropol affaire”, che nulla fa intuire del vero tema dello scritto…”

Commento di V.B.: “Quando ero iscritto al PCI (anni ‘50-60) ci accusavano di prendere i soldi da Mosca e di tradire la NATO. Oggi i dirigenti del PD, presunti eredi di quella tradizione, rivolgono la stessa infamante accusa a Salvini. Assolutamente ridicolo! I presunti eredi del vecchio PCI sono diventati i servi più fedeli della NATO e dell’imperialismo USA ed i più zelanti collaboratori delle loro imprese armate…”

Roma Latina. Si discute – Scrive Forum: “Anche il Ministero Infrastrutture e Trasporti dichiara di essere sulle stesse posizioni dei Comitati che si battono contro l’autostrada a pedaggio A12-Roma-Latina e la bretella Cisterna-Valmontone, un progetto che nel corso degli anni ha visto emergere gli interventi della magistratura, i costi raddoppiati della sua progettazione e una scarsa valutazione del più efficace ed economico intervento di adeguamento in sicurezza di tutta la SR148 Via Pontina…”

Carola. L’imperialista mascherata – Scrive Stefano Zecchinelli: “La borghesia celebra la sua nuova eroina: Carola Rackete. Adesso, dopo gli elogi delle teste d’uovo dell’imperialismo francese, prima di inquadrare politicamente l’Operazione Carola è bene ribadire alcuni aspetti di ordine sociologico riguardanti le nuove migrazioni. Le migrazioni di massa sono un prodotto delle politiche di guerra, principalmente americano-sioniste e, in seconda istanza, dei paesi capitalisti vassalli. La storia del capitalismo è la storia dello sradicamento e della distruzione di interi popoli e continenti…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/07/17/carola-rackete-limperialista-mascherata/

Monza. Via gli alberi per far posto ai palazzi – Scrive Salviamo il Paesaggio: “A breve l’area dell’Ex Buon Pastore di Monza verrà sottoposta ad una pesante edificazione e ristrutturazione che, in variante al piano regolatore vigente, prevede la costruzione di circa 150 appartamenti distribuiti su 4 fabbricati con altezza fino a 32 metri (9 piani); si prevedono circa 42 mila metri cubi di nuova edificazione, di cui 80% ad uso residenziale ed i restanti a terziario – commerciale, con un consumo di suolo di quasi 6.000 mq, su quello che era un giardino storico!”

Veleni chimici nei mari d’Europa – Scrive Arpat: “Per decenni, i paesi europei hanno condiviso una visione comune di un ambiente marino vicino ai livelli di fondo delle sostanze presenti in natura. Gli sforzi per raggiungere questa visione sono avvenuti in parallelo con la scoperta estremamente rapida di nuove sostanze, seguita da una produzione ed uso sempre più crescente di prodotti chimici…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/07/tutti-i-veleni-nei-mari-deuropa.html

NATO. Bombe atomiche USA a casa nostra – Scrive Sputnik: “In un articolo del Washington Post si legge che l’arsenale nucleare Nato in Europa, un totale di 150 bombe B61, si trova in sei basi militari, di cui due si sono in Italia. Si tratta delle basi Kleine Brogel in Belgio, Büchel in Germania, Aviano e Ghedi-Torre in Italia, Volken nei Paesi Bassi e Incirlik in Turchia. In Italia, secondo alcune stime, si trova la porzione più grande delle munizioni nucleari della Nato, cioè da 60 a 70 bombe…”

“Here we are, here and now, on Earth …” – Let us therefore leave dream metaphysics aside and truly speak of the “place” – of the bioregion – in which we find ourselves. Today, “our” land is polluted and debased in various ways, with the electromagnetic waves passing through the fields, with poisoned dumps, with smelly chimneys from power plants, heavy industries and waste incinerators. In addition to the pesticides used in monocultures, the expropriations of vegetable gardens and countryside to build useless sheds and houses on houses… – Continua (con testo italiano): https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/07/bioregionalism-here-we-are-here-and-now.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Non permettere alla tua mente di essere distratta dalle cose oggettive e dai pensieri.”
(Ramana Maharshi)




permalink | inviato da retebioregionale il 18/7/2019 alle 6:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     giugno        agosto