.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
7 novembre 2019

Panspermia cosmica, quando la guerra diventa un “cult”, Segre ci salverà?, salute infantile vegetariana, invasione ariana dell’India e poteri psichici, visualizzazione del blog Bioregionalismo Treia…

Il Giornaletto di Saul del 7 novembre 2019 – Panspermia cosmica, quando la guerra diventa un “cult”, Segre ci salverà?, salute infantile vegetariana, invasione ariana dell’India e poteri psichici, visualizzazione del blog Bioregionalismo Treia…

Care, cari, è ormai scientificamente appurato che i “semi” della vita giungono dallo spazio veicolati da meteore e comete. (…) Quindi lasciamo da parte le “favole” della creazione e guardiamo invece con occhi liberi da bende dogmatiche la realtà che ci circonda. Dobbiamo quindi dire all’astronomia, alla genetica e ad altre scienze, grazie perché finalmente ci hanno consentito di uscire fuori dall’oscurantismo di 2000 anni e, liberi da ogni preconcetto, poter finalmente incamminarci verso la strada che dovrebbe condurci verso la verità. Oggi questo lo possiamo fare e dire tranquillamente, forse al tempo di Giordano Bruno saremmo finiti al rogo… (ELM) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/11/panspermia-cosmica-la-ricerca.html

Caba-Zen – Scrive Nunzio Cocco a commento dell’articolo https://auser-treia.blogspot.com/2019/10/treia-30-novembre-2019-caba-zen-pot.html?showComment=1573060790010#c412216136653751582 -: “Non chiamerò in scena le Muse dagli accenti importanti (non me ne vogliano),ma chiamerò Amore e desiderio e gioco e gioia, così non ci saranno personaggi,ma veri giullari,veri capitani,veri poeti veri lettori.E il Sogno si impossesserà di noi. E il Cuore con la sua bacchetta dorata dirigerà i nostri tempi e le nostre voci.E via!”

Se la guerra diventa un “cult” – Scrive Lorenzo Merlo: “L’esigenza di guerra, affermata da sempre dall’antropologia e da altre discipline, si riaccende quando altre modalità di convivialità mostrano difetti inizialmente accettati o in ombra. La guerra allora torna a divenire un’esigenza. (…) Quelle onde potenti mai circonstanziali ma costitutive, come la frustrazione e la mortificazione, non sono comprimibili in alcun modo se non solo temporaneamente. In questo caso la domanda è, fino a quando?…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/11/06/forze-oceaniche-ovvero-se-la-guerra-diventa-un-cult-saggio-di-lorenzo-merlo/

Mala tempora currunt – Scrive Marco Bracci a commento dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.com/2019/11/in-nome-dellaccoglienza-e-dellignavia.html?showComment=1573063585532#c7666954359908624779 -: “Caro Paolo, ritengo la tua analisi molto veritiera e, d’altra parte, probabilmente inevitabili le conseguenze di una situazione che si sta rivelando sempre più disastrosa. Ma c’è anche un’altra considerazione da fare: siamo nell’epoca della Rivelazione e tutto il karma accumulato nei secoli e millenni sta per scaricarsi su chi l’ha provocato…” – Continua in calce al link

Camera dei deputati. Presentato il movimento che si oppone alla diminuzione dei parlamentari – E’ stato svelato il comitato promotore del referendum contro il taglio del numero dei parlamentari. Si tratta di un comitato trasversale che è stato depositato dal Partito Radicale ma coinvolge deputati di maggioranza e opposizione. Per i politici che si sono fatti veicolatori della proposta, la riduzione del numero degli eletti è vista come “un attacco alla democrazia”…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/11/6-novembre-2019-camera-dei-deputati.html?showComment=1573069789792#c3128962547735657601

Mio commentino: “La riduzione del numero dei parlamentari non può che ridurre ulteriormente la possibilità di rappresentanza, conoscenza e scelta. II progetto è chiaro: sprangare il Parlamento per farne un bivacco di manipoli, superare la democrazia rappresentativa e lasciare tutto in mano a oscuri esperti “tecnici”…”

Commento di FCL: “La misura è colma, il Parlamento è ostaggio di un manipolo di leader e leaderini che gestiscono i parlamentari “nominati”, per distruggere i più elementari principi democratici, con la ridicola motivazione della necessità di garantire la governabilità e l’ ”efficientamento” del Parlamento…”

5G preoccupanti – Scrivono Preoccupati: “Siamo preoccupate/i per le installazioni delle antenne di nuova generazione 5G. Affidabili studi scientifici attestano i gravi pericoli per la salute che derivano dalla pervasività delle onde elettromagnetiche indotte dalle antenne 5G. Chiediamo una moratoria nell’attivazione del 5G in attesa che le industrie del settore ed enti indipendenti garantiscano che la nuova tecnologia non aumenti l’elettrosmog e che siano stabiliti seri criteri di controllo verificabili dai cittadini. Inoltrare a: presidente@pec.governo.it; segreteriaministro@sanita.it ”

La Segre ci salverà…? – Scrive Fulvio Grimaldi: “…traiamo dal messaggio Segre l’insegnamento inconfondibile della fuoruscita, oltreché dalla Nato dall’UE e dall’euro. Due entità che hanno consacrato il nazionalismo carolingio bi-etnico franco-tedesco, fondato su un odio millenario verso i paesi del Mediterraneo. Un odio esplicitatosi con l’assalto a mano bancaria a Grecia e Italia, colpevoli di continuare a far scorrere nel sangue e nelle sinapsi il retaggio di una civiltà che è la negazione di un Nuovo Ordine Mondiale fondato sull’odio di chi non si omologa all’1%…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/11/liliana-segre-senatrice-vita-e-la.html

Roma. Cerchi nel grano – Scrive Luana: “Il 10 novembre 2019, ore 18,00, c/o AVA piazza Asti 5/a Roma, proiezione del filmato “PROFEZIE E PITTOGRAMMI NEL MISTERO DEI CERCHI NEL GRANO”. Le sbalorditive immagini apparse in ogni parte del mondo che riportano misteriosi messaggi per l’umanità che coincidono con le profezie degli antichi  Maya. Seguirà dibattito e cena sociale. Info: 3391406256?

Salute infantile vegetariana… – Scrive FLM: “Come si cerca di impedire al bambino di seguire abitudini malsane e pericolose, come il fumo, la droga o l’alcol, allo stesso modo i genitori dovrebbero scegliere per i loro bambini l’alimentazione migliore, più giusta e salutare, dal momento che carne e pesci non solo non sono necessari alla salute umana ma, anzi, sono spesso causa delle peggiori patologie, comprese quelle tumorali che vanno manifestandosi in età sempre minore…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/11/06/leccellente-salute-dei-bambini-vegetariani-e-vegani-sconfessa-ogni-ingiustificata-paura/

Fine della civiltà dell’Indo e del Saraswati – Scrive Luigi Caroli a commento dell’articolo https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/11/la-misteriosa-scomparsa-della-civilta.html?showComment=1573059718956#c7683069533656903731 -: “Caro Paolo, a proposito dell’abbandono di Moenjo Daro e Harappa credo improbabili degli attacchi nucleari. Penso piuttosto che il fenomeno riscontrato – con prove certe – in un antico agglomerato umano possa essere stato causato da un meteorite caduto a una certa distanza da quel sito. Sono i resti di quel meteorite – sicuramente ricoperto da strati di terra – che dovrebbero cercare gli archeologi. PS: sul blog Bioregionalismo Treia 3250 visualizzazioni in tre giorni! … potrebbe aver contribuito il meteorite!?”

Mia rispostina: “Caro Luigi, la distanza tra i diversi siti nella valle dell’Indo e del Saraswati, che comprendono un vasto areale, e la non subitanea e totale scomparsa della civiltà ad essi collegata, mi fa dubitare dell’ipotesi meteorite. La civiltà di quel territorio presentava caratteristiche gilaniche e dravidiche e il momento della sua caduta potrebbero ricadere nel periodo dell’invasione kurgan (delle popolazioni ariane). A dar retta all’antica mitologia indiana gli ariani vedici disponevano di poteri psichici e di armi insolite “magiche”, ben descritte nelle epiche Ramayana e Mahabarata. Chissà…? – Vedi anche: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2017/08/cicli-storici-dalla-civilta-alla.html – ed anche: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/10/18/cultura-proto-indo-europea-delleuropa-antica-la-civilta-pastorale-kurgan-e-yamna/

P.S. Le visualizzazioni del blog Bioregionalismo Treia sono quasi tutte provenienti dall’estero, massimamente da Canada, USA, Francia, Polonia, Germania … ed altri stati dell’emisfero nord

Ciao, Paolo/Saul

……………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“It has happened:
great sins under the power
of equality.
Nature mutilating creatures
and waiting for love!
In water, heaven,
in the middle of streets
in great fire of suffering
the soul welcomes the night,
lips unrestrained 
fastening on the absurdity
of ignorance.
We should take courage
and fight back: attack
the essence of the desert
avoiding to fall
into frustration.”
(Teresinka Pereira)




permalink | inviato da retebioregionale il 7/11/2019 alle 6:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 2439113 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     ottobre