.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
14 novembre 2019

Comunità Nuovo Mondo, c’era una volta Gesù, le baccanti di Euripide, gestione dei nanomateriali, virtualizzazione o comunicazione?, Iraq: che ci stanno a fare i militari italiani?, categorie di pensiero e categorie di esperienza…

Il Giornaletto di Saul del 14 novembre 2019 – Comunità Nuovo Mondo, c’era una volta Gesù, le baccanti di Euripide, gestione dei nanomateriali, virtualizzazione o comunicazione?, Iraq: che ci stanno a fare i militari italiani?, categorie di pensiero e categorie di esperienza…

Care, cari, il 17 novembre 2019, a Mondolfo Marotta, proponiamo un evento utile per ideare e creare una comunità, grande o piccola, o un gruppo, in cui vengano condivisi aspetti della nostra vita, non è semplice, anche perché va a contattare diversi parti di noi di cui non sempre siamo consapevoli. Possono emergere paure, diffidenze, credenze depotenzianti o semplici domande, è necessario ascoltarle ed accoglierle, a livello individuale e collettivo… (Comunità Nuovo Mondo) – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2019/11/laboratorio-della-comunita-nuovo-mondo.html

Commento di G.R.: “Un invito a formulare onde vibrazionali, pensieri, azioni di unità o tendenti all’unità. Ognuno di noi può gestirsi l’Eremo individuale come preferisce, ma senza gli altri esseri viventi: esseri minerali, vegetali, animali tra cui gli umani cosa saremmo?”

C’era una volta Gesù! – Scrive Adriano Colafrancesco: “Caro Paolo, dopo aver letto il tuo articolo sul rinnovamento del cattolicesimo, non posso fare a meno di omaggiarti di un capitolo di un libro che sto faticosamente cercando di portare avanti. Tutto quello che scrivi sta in piedi solo a una condizione: che si tolga di mezzo il sovrannaturale nell’interpretazione della storia del cristianesimo e si riduca il suo personaggio centrale a semplice creatura umana, disconoscendo quella divina…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/11/13/cera-una-volta-gesu-ed-il-rinnovamento-del-cattolicesimo/

Commento di Marco Bracci: “Tutte le religioni hanno un’origine comune: la volontà di alcuni di intromettersi fra gli uomini e Dio al fine di garantirsi la sopravvivenza, grazie alle offerte e ai sacrifici di animali, di alcune parti dei quali i sacerdoti erano obbligati a cibarsi. Poi, visto che lo stratagemma funzionava, sono state inventate altre ragioni, dogmi, ecc., sintetizzati nelle varie dottrine…” – Continua in calce al link

Mio commentino: “Lo stesso Buddha aveva messo in guardia dall’assolutizzare la propria dottrina, considerandola altro che un semplice mezzo per raggiungere la liberazione (”una zattera per attraversare un fiume, che va abbandonata appena si è arrivati all’altra sponda”)…”

San Benedetto del Tronto. Le baccanti di Euripide. Recensione – Scrive Sara Di Giuseppe: “Modernissimo Euripide, che “come tutte le avanguardie rigenera il teatro uscendo dal teatro” e paga di persona: con l’insuccesso, con l’autoesilio da un’Atene senza redenzione, da una società che non lo ama e gli tributerà omaggio tardivo e postumo, forse ipocrita. Tragedia totale viene definita Le baccanti…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/11/le-baccanti-di-euripide-regia-di-emma.html

Magnesia – Scrive Ferdinando Renzetti: “La danza di Mercurio attorno al sole di Magnesia, la città immaginaria di Platone; ogni uomo agisce per se e con i fili grezzi e sottili della vita di ognuno si tesse la grande tela della società dell’homo ridens, in cui il riso è esperienza collettiva e condivisa; quando pensiamo scriviamo balliamo amiamo il tempo si ferma… viaggiamo nel tempo evadiamo dal tempo sentiamo e liberiamo IL TEMPO… globuli di boh e corpuscoli di bah nel brodino primordiale di purush; lu ntartieni pe li ninni di ozan: Ninusu ninusu ci ete la mamma de stu carusu dicitime ci ete ca l’aggiu dire ‘na cosa scusu…”

Natura e gestione dei nanomateriali – Scrive Luigi Campanella: “Con nanomateriale s’intende un materiale naturale, derivato o fabbricato contenente particelle allo stato libero, aggregato o agglomerato, e in cui, per almeno il 50% delle particelle nella distribuzione dimensionale numerica, una o più dimensioni esterne siano comprese fra 1 nm e 100 nm. I nanomateriali hanno rivoluzionato il modo di pensare in quanto le proprietà chimiche che dimostrano, a causa delle loro estreme dimensioni, sono spesso diverse o addirittura diametralmente opposte a quelle previste dai rispettivi materiali in forma macro…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/11/natura-e-gestione-dei-nanomateriali.html

Prima del terremoto – Scrive Gianluca Lalli: “Poco prima del terremoto ad Arquata del Tronto nel luglio 2016 ho girato il videoclip della canzone “Il potere dell’amore” https://youtu.be/RvVZ-fdKwnk – La canzone trae ispirazione da un testo di Felice e questo video assume una grande importanza anche storica dei nostri luoghi poiché ci fa rivedere una terra ancora in piena salute e dei posti meravigliosi che non erano stati ancora toccati dal sisma. Vedrete colori fiori e amore l’unico potere in cui credo!”

Virtualizzazione o comunicazione…? – Alcuni amici che si dichiarano “ecologisti” e “realisti” non sono collegati a internet, perché vogliono evitare la virtualizzazione e l’inquinamento elettromagnetico (dicono). Si ritirano in una loro torre eburnea, e non sono consapevoi di quanto avviene in Rete, dove oggi la maggior parte delle informazioni appare. A causa di questo isolamento permane in loro un senso di estraniamento e di giudizio negativo sul modo attuale di condividere, definito “virtuale”. D’altronde il dialogo diretto subì già un colpo con l’avvento della scrittura ma ciò non è stata fonte di “alienazione” bensì quel nuovo modo comunicativo servì ad amplare i rapporti e le informazioni…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/11/comunicazione-o-virtualizzazione.html

Venezia. Acqua alta – Scrive Sputnik: “Il Patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, ha lanciato un accorato appello affinché il governo intervenga al più presto a Venezia per affrontare l’emergenza dovuta al maltempo e all’acqua alta. Finora sono due le persone che hanno perso la vita a causa della calamità che ha investito il capoluogo veneto, dove i pompieri hanno compiuto 400 interventi…”

Iraq. Che ci stanno a fare i militari italiani? – Scrive Fulvio Grimaldi: “Al cittadino era stato comunicato tempo fa solo l’invio di un centinaio di soldati a protezione contro l’Isis della diga di Mosul (decisione presa dal governo renzi n.d.r.). Violando la sovranità dell’Iraq, il diritto internazionale e la trasparenza democratica, il governo ha spedito forze speciali da combattimento a sostegno di una milizia privata, regionale, separatista, perfino dopo il fallimento del referendum per l’indipendenza…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/11/iraq-che-ci-stanno-fare-i-militari.html

La crisi è globale – Scrive NPCI: “In varie parti del mondo ed anche in Italia la crisi politica, economica, ambientale, culturale e sociale si acutizza. Lo confermano le crisi dell’ILVA, dell’Alitalia, della FIAT da Mirafiori a Termini Imerese, della Whirlpool, del settore elettrodomestici, delle aziende dei 160 “tavoli di crisi” aperti presso il Ministero per ironia della storia denominato dello Sviluppo Economico. Giuseppe Conte brancola nel buio con ai fianchi Di Maio e Zingaretti e tutto il suo governo. Matteo Renzi cerca di approfittarne e fa la fronda nell’attuale maggioranza per far dimenticare la prova che ha dato quando dirigeva il PD ed il governo…”

Categorie di pensiero e categorie di esperienza – …il linguaggio non è altro che descrizione di un qualcosa che abbiamo già dentro. La stessa cosa si può dire della conoscenza di vita. La vita nasce dall’inorganico ma se non fosse già presente nella materia in forma germinale come potrebbe sorgere e trasformarsi in intelligenza e coscienza? Da ciò se ne deduce che la coscienza e l’intelligenza sono come una “fragranza” della materia e quindi non vi è reale separazione. La differenza è solo nella fase. La vita è un’espressione manifestativa della materia… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2017/11/categories-of-thought-and-categories-of.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Solo se riuscite a percepire il fardello costituito dall’essere attaccati agli oggetti, potete sperimentare il sollievo che proviene dal distacco e dalla rinuncia…” (Amritananda Mayi)




permalink | inviato da retebioregionale il 14/11/2019 alle 8:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     ottobre        dicembre