.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
2 dicembre 2019

Valle degli Elfi, Treia: Caba-Zen is over, movimenti eterodiretti e politica, memoria di Santa Lucia, Passo Treia: seminasogni…

Il Giornaletto di Saul del 2 dicembre 2019 – Valle degli Elfi, Treia: Caba-Zen is over, movimenti eterodiretti e politica, memoria di Santa Lucia, Passo Treia: seminasogni…

Care, cari, …abbiamo abitato nella nostra meravigliosa e adorata casetta nella Valle degli Elfi per 8 anni dopo altri 4 vissuti nei vari villaggi della comunità elfica. Nonostante gli spazi ridotti abbiamo goduto infinitamente dello stare a contatto col bosco e la natura circostanti, scegliendo di vivere una vita il più essenziale e semplice possibile… – (Erika) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/11/valle-degli-elfi-una-casetta-nel-bosco.html

Movimento Universalista – Commento di Giuseppe Finamore all’articolo di FLM https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/11/30/i-principi-universali-del-movimento-universalista/comment-page-1/#comment-477 -: “Cura gli animali avrai accesso al paradiso, non è il santo che deve andare in cielo ma l’uomo; la strada è tracciata per lui e quando la percorre nella sua scia si porta dietro tutti quelli con cui si è relazionato e in questo senso gli animali sono la strada, sono un ponte che collega l’uomo all’infinito…” – Continua in calce al link segnalato

Caba-Zen is over… – Scrive Caterina Regazzi: “Il 30 novembre 2019, al Teatro comunale di Treia, ho assistito allo spettacolo denominato dalla regista Morena Oro, Caba-Zen, promosso da Auser Treia e Adesso Yoga. L’operazione di regia non deve essere stata una cosa semplice: mettere insieme in maniera armoniosa tante teste e tanti cuori così diversi tra loro, anche se accomunati da uno spirito e un intento comune: condividere con la comunità treiese (e forse, magari un domani, non solo) le attitudini e le passioni di ognuno dei partecipanti: arte, musica, poesia, recitazione, attività fisiche (Yoga, Tai chi), spiritualità, amore per la Madre Natura e anche, soprattutto, la voglia di stare insieme per portare avanti un progetto condiviso e condivisibile diverso dalle solite attività…” – Continua: https://auser-treia.blogspot.com/2019/12/treia-1-dicembre-2019-caba-zen-is-over.html?showComment=1575195081795#c3600065407093242265

Mio commentino: “Un particolare ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile il compimento di questa avventura: a Daniele Cotica e Barbara Rossetti, allo staff della Compagnia delle Immagini Parlanti a cominciare dalla regista sino a tutti gli attori, tecnici e coadiutori, a David Buschittari e Tommaso Sileoni che hanno fatto del loro meglio per sostenerci (malgrado tutto), all’Auser per la stampa delle locandine, ai grafici e stampatori della brochure e dei manifesti, alle mascherine volenterose e gentili, al fonico del teatro e suoi assistenti, a tutti gli spettatori che, con la loro presenza, hanno dato valore alla recita, ai media che hanno gentilmente pubblicizzato l’iniziativa, ai gestori del baretto che hanno organizzato un rinfresco a tema, ad Euro che ha attaccato i manifesti con perizia e pazienza, ai negozianti del Centro Storico, di Passo Treia e di Chiesanuova per aver pubblicizzato l’evento nei loro negozi… Infine un grazie a Treia perché senza di essa non avremmo mai intrapreso questo “viaggio”… Ed ora avanti tutta con la Fierucola delle Eccellenze Bioregionali, dalle ore 15 alle 19 dell’8 dicembre 2019, sotto il mercato coperto in piazza della Repubblica!”

Movimenti eterodiretti e politica – Scrive Piotr: “Dove stanno puntando, allora, Extintion Rebellion o Friday For Future? Possono dire tutto quello che vogliono ma di fatto stanno puntando alla New Green Economy, che, come vedremo in un prossimo post, con esempi che toccano tutti noi da vicino e da domani, con la salvaguardia della Madre Terra non c’entra un fico secco. Anzi! Non solo questi movimenti sono strumenti ricorsivi, autoalimentantisi, di propaganda verso i soggetti di domani, ma sono anche masse di manovra di piazza, a volte molto aggressive come Extintion Rebellion, che possono essere usate per controllare che i governi prendano proprio quella direzione e non altre, perché là ad attendere con impazienza ci sono frazioni rampanti delle élite che possono raccogliere migliaia di miliardi e…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/12/il-meno-peggio-e-pur-sempre-un-peggio.html

Commento di Roberto Tumbarello: “Si fa tanto parlare di nazismo e fascismo. Ma non si vede nei dintorni né all’orizzonte chi rassomigli vagamente a Hitler o a Mussolini. Dov’è il programma che, come allora, mandi in visibilio le folle? Chi è il leader che trascini gli elettori proponendo scelte miracolose seppure, poi, disastrose? Si vedono solo caricature con princìpi che 100 anni fa avevano forse una validità storica mentre oggi sono anacronistici…”

Spilamberto. Celebrazione in memoria di Santa Lucia – La chiara visione, potremmo dire la “chiaroveggenza” è la vera capacità percettiva di scorgere il bello in ciò che è, senza orpelli, senza luminarie, senza zavorra inutile di finzione incipriata. Questo il significato di Santa Lucia, la santa della Luce. Il 14 dicembre 2019 a Spilamberto, a cura del Circolo Vegetariano VV.TT., ci sarà un incontro nel tinello di Caterina alle h. 19,00 per “illustrare” e comprendere il meccanismo della seduzione speculare rispetto alla vera luce. “Il lume è uno solo gli specchi sono tanti” diceva un saggio. – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/12/01/santa-lucia-le-lampade-sono-diverse-la-luce-e-la-stessa-14-dicembre-2019-a-spilamberto/

La colpa è sempre delle donne – Scrive R.T.: “Da Aosta a Caltanissetta c’è la stessa percentuale di molestie, aggressioni e persino femminicidi. 96 in 11 mesi. Da una recente indagine dell’Istat non sembra che gli italiani ne siano scandalizzati. È soprattutto colpa delle donne. Infatti, secondo il 6% le più serie non vengono mai aggredite. Per il 40% se una donna non volesse, lo stupro non riuscirebbe. Per il 24% la violenza è provocata dal modo di vestire. Se ubriaca o drogata è complice…”

Passo di Treia. Gli amici del Seminasogni s’incontrano – Scrive Giovanni: “L’incontro mensile degli amici del Seminasogni, si terrà all’Opera, ex Talea, a Passo di Treia il 15 Dicembre 2019. Dalle 10.30 a sera. Abbiamo a disposizione la grande sala. Ognuno porta qualcosa da mangiare come al solito da condividere all’ora di pranzo. Oltre al vedersi, lo stare insieme, mangiare, parlare, ci sarà Giorgio con “Stiamo insieme teatrando”. Verso le ore 15 giro di condivisione sul nostro futuro…” – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2019/12/passo-di-treia-15-dicembre-2019.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Prima di parlare domandati se ciò che dirai corrisponde a verità, se non provoca male a qualcuno, se è utile, ed infine se vale la pena turbare il silenzio per ciò che vuoi dire.” (Buddha)




permalink | inviato da retebioregionale il 2/12/2019 alle 6:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 2454800 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     novembre