.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
24 gennaio 2020

L’ecologia non è un credo, i sionisti non sono ebrei, Brazil: stand with Glenn Greenwald, la droga fa male al cervello ed all’ambiente, la crisi finale che ci aspetta dietro l’angolo…

Il Giornaletto di Saul del 24 gennaio 2020 – L’ecologia non è un credo, i sionisti non sono ebrei, Brazil: stand with Glenn Greenwald, la droga fa male al cervello ed all’ambiente, la crisi finale che ci aspetta dietro l’angolo…

Care, cari, come nel taoismo la pratica dell’ecologia profonda non può seguire un canone di comportamento standardizzato. Non è una ideologia con precise regole e norme con le quali cercare di “adattare” la realtà al proprio pensiero. Al contrario la pratica bioregionale è una forma vitale di adesione a ciò che è, nella visione e propensione di restare in armonia con ciò che è, sempre conservando la propria natura adattandola però alle condizioni in cui ci si trova. Insomma basta essere se stessi senza lasciarsi condizionare da un credo, mantenendosi però in sintonia con ciò che è… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/03/la-vita-e-un-continuo-fluire-e-non-ce.html

L’articolo è pubblicato anche qui: http://www.lteconomy.it/blog/2020/01/23/il-bioregionalismo-non-e-un-credo-ma-un-fluire-armonico-nella-vita/

Primitivismo (quali proposte?) – Scrive Monica Gatti a commento dell’articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/01/bioregionalismo-primitivismo-o-rispetto.html -: “…non vedo proposte realizzabili, inoltre la tecnologia tanto demonizzata viene usata mi sembra. Credo che il confronto non possa essere tra una civiltà e un’altra. Come quando mia madre dice “ai miei tempi” – Le cose cambiano e noi insieme alle cose… penso che il nocciolo stia sul distacco sempre più grande dalla spiritualità rendendo l’uomo sempre più schiavo di una materia densa e pesante… ma questo è un altro discorso… eppure partirei da qui per cambiare paradigma”

Formigine. I tre dell’apocalisse monetaria – “Il titolo della conferenza, organizzata a Formigine dal Conacreis, era “Progettare e realizzare un futuro positivo”, il filo conduttore era tirato dal nostro amico Fabio Conditi coadiuvato da Orango Riso della comunità di Damanhur e da Giovanni Lazzaretti fondatore del circolo cristiano Mauritian. La presenza di questi due esponenti religiosi provenienti da fronti opposti non ha però nuociuto al discorso, poiché entrambi erano convinti della necessità di cambiare sistema, dal punto di vista della creazione del denaro e della falsità del cosiddetto “debito pubblico”, due meccanismi creati ad arte per succhiare sangue ai popoli. L’interrogativo iniziale posto dal Conditi era “Quale società vorreste costruire se non vi fosse più alcun problema di finanziamenti, ovvero se la creazione “privata” del denaro non fosse più causa diretta della formazione del debito pubblico?…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/01/fabio-conditi-giovanni-lazzaretti-e.html

Brexit. La regina Elisabetta approva – Scrive Steve Barclay: “La regina Elisabetta II ha approvato il ddl sulle condizioni dell’uscita del Regno Unito dall’UE rendendolo così una legge. All’inizio di questa settimana, il disegno di legge è stato approvato dal Parlamento britannico dopo che la Camera dei Lord aveva appoggiato la proposta in seguito alla reiezione dei suoi emendamenti da parte della Camera dei Comuni…”

Sionisti = falsi ebrei – ….iniziamo con il cercare di capire come e quando è nato questo sionismo. Solitamente si ritiene che esso sia originato da un filone di pensiero, sorto all’interno della comunità ebraica, verso i primi anni del secolo scorso (od alla fine del precedente) ed abbia trovato una sua prima attuazione concreta nella fondazione di Israele. Questo fatto è stato comunque accompagnato da una forte crescita dell’influenza di un certo “ceto” ebraico nel campo economico e nella finanza mondiale… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2014/04/sionismo-cazari-ashkenaziti-e-gli-ebrei.html

Vignola. Arriva il Topo di Metallo – Presso il Centro Luce di Stelle di Vignola, diretto da Mara Lenzi, il giorno 27 gennaio 2020, alle ore 20.45, verranno illustrate le caratteristiche del  nuovo anno cinese: Topo di Metallo. Con l’occasione verrà anche annunciata l’uscita del  libro “Compagni di Viaggio. La ricerca spirituale laica inizia e finisce nel Sé” di Paolo D’Arpini (Edizioni OM di Bologna). Info: 331.2250678

Brazil. Stand with Glenn Greenwald – The Intercept write: “We are appalled that Brazil’s Public Ministry has brought such a blatant politically motivated charge, even after the country’s Federal Police concluded that Glenn did not commit any crimes in his contact with the alleged source of our Secret Brazil Archive stories…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/01/23/request-to-jair-bolsonaro-drop-criminal-charge-against-glenn-greenwald/

Emilia Romagna. Movimento anti-vaccinatorio – Scrive D.B.: “Dopo l’ennesimo vergognoso tradimento dei partiti avevo deciso di astenermi da ogni voto, e lavorare solo dalla base con l’attivismo e le associazioni, poi mi sono convinto che M3V che si oppone ai vaccini va sostenuto, andrò quindi a votare per le regionali dell’Emilia Romagna il 26 Gennaio il simbolo M3v e per il Dr. Domenico Battaglia!”

La droga fa male al cervello ed all’ambiente – Scrive F.L.M.: “Quasi 2000 tonnellate di cocaina vengono prodotte ogni anno nel mondo, per un giro di affari di 300 miliardi di euro. Ufficialmente si calcola che almeno 270 milioni di persone facciano uso di questa droga pesante, ma ritengo che sia un dato sottostimato. Pochi sanno che per coltivare coca su un ettaro di terra occorre disboscarne 4 kmq di foresta amazzonica. Ma non serve arrestare il trafficante se non si elimina la  richiesta alla base; senza intervenire sul meccanismo che lo tiene in piedi tutto resta inutile..” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2020/01/23/lassuefazione-alle-droghe-crea-schiavitu-e-nuoce-allambiente/

USA. Imperialismi a confronto – Scrive M.P.: “Condivido il giudizio della rete dei Comunisti, che anche l’UE  sia uno dei poli imperialisti. Dovrebbe essere introdotto una ulteriore definizione per capire meglio i diversi imperialismi presenti negli USA: ovvero la definizione di polo imperialista liberal, ad esempio i dem (stile Clinton), e polo imperialista tradizionale (stile Trump), etc. Nel 2020 vedremo nelle elezioni presidenziali USA uno scontro asprissimo tra i due imperialismi, è quindi necessario capire meglio le caratteristiche di questi diversi imperialismi…”

FMI. Annunciata la crisi più brutta che mai – Scrive Sputnik: “Il presidente del Fondo Monetario Internazionale (FMI) Kristalina Georgieva la scorsa settimana ha fatto un preoccupante avvertimento: l’economia globale rischia un’altra “Grande Depressione”. Come ha riportato il Guardian, Georgieva ha fatto questo annuncio durante un discorso al Peterson Institute of International Economics a Washington, sostenendo che l’attuale economia è paragonabile ai “ruggenti anni ‘20? culminati nel grande crisi economica del 1929, rivelando che una tendenza simile è già in atto…” – Continua: https://it.sputniknews.com/economia/202001228554588-fmi-avverte-di-una-imminente-nuova-grande-depressione-ma-la-russia-e-pronta-ad-affrontarla/

Ciao, Paolo/Saul

……………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La felicità è amore, nient’altro!” (Herman Hesse)




permalink | inviato da retebioregionale il 24/1/2020 alle 7:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 2512893 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     dicembre        febbraio