.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
30 giugno 2020

Post Utopie, la NASA dice che le scie chimiche “fanno bene”, l’era più oscura, la verità rivelata…

Il Giornaletto di Saul del 30 giugno 2020 – Post Utopie, la NASA dice che le scie chimiche “fanno bene”, l’era più oscura, la verità rivelata…

Care, cari, vogliamo soffermarci ulteriormente ad approfondire alcuni temi centrali del Bioregionalismo, lo facciamo con Paolo D’Arpini che ci aiuterà a comprenderne la sua natura profonda. I concetti possono apparire complessi, ma non lo sono affatto e anzi si potrebbe dire che non si possano nemmeno definire concetti, ma piuttosto una scoperta di ciò che già esiste, di cui la nostra naturalità ne prende semplicemente atto, come conseguenza di un’acquisizione di coscienza e consapevolezza… – (Pino Timpani) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/04/post-utopie-la-spiritualita-laica-il.html

Lazio. Emergenza sanitaria – Scrive M.P.: “Potere al Popolo ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Roma sulla gestione dell’emergenza sanitaria nel Lazio, evidenziando l’assenza di un idoneo piano epidemiologico, la mancata attuazione della USCAR e la non trasparenza nei controlli nelle RSA private…”

La NASA dice che le scie chimiche “fanno bene” – Scrive Wakingtimes.com: “La NASA confessa di somministrare agli americani dosi-spray di Litio e altri prodotti chimici. C’è una spiegazione del perché la NASA stia spruzzando nella ionosfera il litio, un farmaco spesso usato per trattare persone affette da turbe maniacale o da disturbi bipolari e poi ci può essere anche un altro motivo…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2016/05/secondo-la-nasa-le-scie-chimiche-fanno.html

Oregon. Ripreso da Newsweek – Scrive J.E.: “Siamo alla follia! In Oregon mascherine obbligatorie solo per i bianchi. Il lato triste è che il 90% della popolazione mondiale è stata ormai convinta che ci sia una pandemia, e che una mascherina salverà loro la vita. E per togliersela acconsentirà a farsi sparare in vena di tutto. Poi, verranno a prendere anche me…”

Precisazione di J.M.: “Il caso delle maschere nella contea di Lincoln rappresenta intenzioni mis-interpretate. L’esenzione ai neri aveva l’intenzione di prevenire che la maschera potesse farli apparire dei delinquenti. Ma anche l’esenzione è stata presentata come razzismo, quindi è stata disdetta…”

L’era più oscura – L’andamento taoista prevede un continuo rigonfiamento e successivo sgonfiamento della forza Yin e Yang sia alla radice e indicazione degli eventi trascorsi, correnti e futuri. In periodica e successiva alternanza. Anche nella teoria induista vengono descritte delle ere che vanno dalla totale illuminazione o consapevolezza dell’Uno sino ad un digradante oscuramento della coscienza unitaria. Secondo questa teoria ora viviamo nell’era più tenebrosa… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2020/06/growth-and-decrease-of-intelligence.html

Commento di L.C.: “In una società del caos, come appare quella umana sul pianeta Terra da un po’ di tempo, assistiamo a volte sentendosi impotenti, ad un avvilimento della condizione sociale di tanta gente, resa simile a quella di robot, quindi lavorare, mangiare, procreare, il tutto al servizio dei potenti del denaro, che per alcuni saggi sono afferenti a ciò che sul pianeta è chiamata l’età del Ferro, cioè della guerra e della contrapposizione per dualità…”

La verità rivelata – Scrisse Ramana Maharshi: “Dal punto di vista della nostra percezione del mondo deriva l’accettazione di un Principio Primo in possesso di vari poteri. Le immagini relative ai nomi e alle forme, la persona che le vede, lo schermo su cui le vede proiettate e la luce attraverso cui le vede: egli stesso è tutte queste cose…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/12/ramana-maharshi-la-verita-rivelata-in.html

Ciao, Paolo/Saul

………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Solo fino a quando ci si pensa legati, si pensa alla Liberazione. Quando si indaga su chi sia legato si realizza il Sé, eternamente compiuto ed eternamente libero. Quando il pensiero del legame svanisce, può sopravvivere il pensiero della Liberazione?” (Ramana Maharshi)




permalink | inviato da retebioregionale il 30/6/2020 alle 7:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     maggio        luglio