.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
30 ottobre 2020

Biodiversità in esaurimento, la sovranità spetta al popolo, delirio collettivo, comunicare: come e perché?, rapporto guru/discepolo nella spiritualità laica…

Il Giornaletto di Saul del 30 ottobre 2020 – Biodiversità in esaurimento, la sovranità spetta al popolo, delirio collettivo, comunicare: come e perché?, rapporto guru/discepolo nella spiritualità laica…

Care, cari, le popolazioni globali di mammiferi, uccelli, anfibi, rettili e pesci hanno subito un calo medio di due terzi in meno di mezzo secolo a causa in gran parte della stessa distruzione ambientale che sta contribuendo alla comparsa di malattie zoonotiche come COVID- 19, secondo il Living Planet Report 2020 del WWF recentemente pubblicato… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/10/biodiversita-la-vita-sul-pianeta-e.html

Nota – Nel mezzo di una pandemia globale, è ora più importante che mai intraprendere un’azione globale coordinata e senza precedenti per arrestare e iniziare a invertire la perdita di biodiversità e di popolazioni di fauna selvatica in tutto il mondo…

La sovranità spetta al Popolo – Scrive Giuseppe Altieri: “Intanto è iniziata la Protesta, insieme alle forze dell’Ordine che forse approfitteranno per arrestare tutti i mafiosi e i provocatori. Liberando e proteggendo il Popolo Italiano. Che i rappresentanti del popolo di tutti i comuni italiani marcino su Roma, scortati dalle forze dell’Ordine contro il nuovo disordine mondiale e dimettano il parlamento, dando esecuzione alla sentenza 1/2014 della Corte Costituzionale. Rendendo illegittimi tutti gli atti successivi.. E si vada alle elezioni con sistema proporzionale, come stabilito dalla Costituzione Italiana…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/10/la-sovranita-spetta-al-popolo.html

Integrazione di F.M.: “…spero in un atto di responsabilità e di autorità del Garante della Costituzione e dell’unità del paese, per fermare questa deriva e formare un governo istituzionale, competente e privo di interessi partitici ed elettorali. Oppure un governo di unità nazionale. In ogni caso un governo capace di muoversi senza derogare di un millimetro dal dettato costituzionale…”

Delirio collettivo – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Se vi siete chiesti a chi giova il clima di panico, terrore, isteria, ecc. che è stato artificialmente indotto nella popolazione vi fornisco qualche dato di massima. Dopo aver toccato il fondo stiamo scavando per sotterrarci con le nostre stesse mani. Mi riferisco ovviamente alle reazioni isteriche di massa all’epidemia (non pandemia) di COVID-19…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/10/un-delirio-collettivo-covid-19.html

Commento di NPCI: “Che la protesta prenda la via della costruzione di un’alternativa politica e sociale al sistema imperialista, causa del catastrofico corso delle cose!”

Comunicare. Come e perché…? – …ritenersi un “eletto” per qualche esperienza spirituale, per altro vissuta senza alcun particolare merito personale, è una fermata nella ricerca di Sé. Sostiene il senso di separazione. Questo atteggiamento dovrebbe farci riflettere e considerare la nostra impossibilità di comunicare l’esperienza e quindi a che pro volerla comunicare? Ma nella storia abbiamo avuto numerosi esempi di saggi che hanno fatto di tutto per comunicare la propria esperienza spirituale… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2020/10/comunicare-come-e-perche.html

Milano. Medici trasferiti nel deserto – Scrive Luigi Caroli: “Torna d’attualità a Milano l’ospedale raccomandato da BERTOLASO a scopo preservativo. Pare però che manchino i bagni. Indossato il camice di “famiglia”, i pazienti faranno la pipì nella FONTANA di CITYLIFE. I medici indispensabili li hanno trasferiti dai “veri” ospedali milanesi che – questa volta – non potranno contare sull’aiuto di medici e infermieri cubani…”

Il rapporto guru/discepolo nella spiritualità laica – Molto spesso parlando con amici del concetto di Spiritualità Laica mi son trovato a dover difendere quella che è la funzione del Guru in questo percorso. Come spesso dichiarato dai due Kishnamurti (Jiddu e U.G.), sicuramente esponenti di un filone anti-religioso, si intende che la ricerca spirituale debba essere indirizzata unicamente all’auto-conoscenza, intendendo che ciò che è fuori di noi è sicuramente anche dentro di noi, quindi non serve cercare all’esterno quel che abbiamo già all’interno. Per conoscere se stessi -come diceva Ramana Maharshi- non c’è bisogno di alcuna istruzione o azione… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2020/10/the-guru-disciple-relationship-in-lay.html

Ciao, Saul/Paolo

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Tu sei nella realtà solo quando tu sei reale. Quando la tua consapevolezza è reale, vivi nella realtà; quando la tua consapevolezza è fasulla, vivi nell’irreale.” (Osho)




permalink | inviato da retebioregionale il 30/10/2020 alle 7:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 2691574 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     settembre        novembre