.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
23 febbraio 2021

Animali sinantropi in città, covid e vaccini, Gerusalemme e la rifondazione del tempio, allucinazioni pre e post mortem

Il Giornaletto di Saul del 23 febbraio 2021 – Animali sinantropi in città, covid e vaccini, Gerusalemme e la rifondazione del tempio, allucinazioni pre e post mortem

Care, cari, un’amica di Treia ci ha posto un quesito interessante: “dove abito, complici i confinanti che non curano il verde e sono perciò circondata da rifiuti e sterpaglie, c’è una quantità indescrivibile di insetti e un vasto assortimento di animaletti che non sto a elencare. Cerco il più possibile di tenere pulito ma è difficile. Ora, casualmente, leggendo nei vari forum di agricoltura, è venuto fuori che i corvidi, che sono onnivori, si cibano un po’ di tutto ciò che trovano di commestibile e  anche delle uova di altri uccelli, specie dei piccioni, ma non solo, saccheggiano tutti i nidi degli altri uccelli, decimando anche le colonie di uccelli insettivori… – (Caterina Regazzi) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2021/02/uccelli-ed-animaletti-sinantropi-e-loro.html

Arzignano. Petizione per abolire la fiera degli uccelli… – Scrive Serena Ruffilli: ”Prendi posizione. La neutralità favorisce sempre l’oppressore, non la vittima. https://www.change.org/p/giorgio-gentilin-aboliamo-la-fiera-degli-uccelli-di-arzignano-e-trasformiamola-in-una-fiera-della-primavera?fbclid=IwAR1ld80vPuAgZvKo7hmCWp5vIeGV18RkzwRxuL7EEkt6SiXYWQotwmM6w28 – Gli attivisti locali mi chiedono una mano per questa petizione, dicono che degli uccellini non frega nulla a nessuno, e desiderano raggiungere almeno 2000 firme per avere una chance di bloccare la fiera. Potete firmare per favore?”

Covid e vaccini. Costi quel che costi… – I vaccini sono il business del terzo millennio ed il business non va fermato, costi quel che costi! Secondo il nanopatologo Stefano Montanari, i vaccini anti covid, recentemente approvati in via d’emergenza e immessi in commercio, non possono essere definiti propriamente come vaccini, perché costituiscono una terapia genica. Il ricercatore modenese sostiene, contrariamente alla tesi ufficiale, che l’mRna contenuto nel farmaco sia in grado di arrivare al nucleo cellula dando istruzioni al DNA… – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2021/02/covid-e-vaccini-avanti-con-il-business.html

Approfondimento – Sui vaccini anti-covid c’è ancora molta incertezza. Secondo uno stimato ricercatore dell’Università del Maryland, Peter Doshi, mancano i dati per poter valutare la loro efficacia e affidabilità… – Continua in calce al link indicato

Gerusalemme e la rifondazione del tempio – …la sostituzione di paparatzy con papafrancy  effettuata tempestivamente dai vertici vaticani allorché si stavano rendendo conto, malgrado la cecità congenita, che le loro quote di mercato stavano precipitando nel borsino delle religioni, non ha “salvato” la chiesa cattolica dalla decadenza e dall’estraniazione  popolare. Ora, l’ultima chance,  ci proveranno con l’accorpamento (impropriamente definito sincretico) delle tre fedi monolatriche di origine semita che -in fondo- sempre da una sola traggono origine: il giudaismo… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/11/il-nuovo-vecchio-tempio-di-gerusalemme.html

Commento di Carlo Morabito: “Le pagine dei giornali sono piene di notizie che inneggiano alla “fusione” delle religioni islamo-giudeo-cristiane, con tanto di preghiere comuni in chiesa, mi sto ancora chiedendo, in riferimento all’articolo summenzionato, quale sia stata la vera ragione dietro alle dimissione di Ratzinger…”

Mia rispostina: “E’ tutto scritto qui: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/02/notizie-vaticane-della-serva-papa.html – in un articolo del 2012 in cui si annunciavano le dimissioni, ed è ulteriormente spiegato qui: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/02/11/addio-paparatzy-anche-per-te-vige-la-legge-del-menga/ – in cui si spiega che paparatzy, come il berlusca a suo tempo, ha ceduto al ricatto dei “fratelli maggiori”. In piedi restano i potentati delle radici vecchio testamentarie, quelli che ormai dominano il mondo con la finanza…”

Allucinazioni pre e post mortem nel Bardo Thodol – Un’esperienza psichedelica è un viaggio in nuovi reami della coscienza. Lo scopo e il contenuto dell’esperienza sono illimitati, ma le sue rappresentazioni caratteristiche sono la trascendenza dei concetti verbali, delle dimensioni spazio-tempo, e dell’ego o identità. Queste esperienze di coscienza espansa possono avvenire in una varietà di modi: privazione sensoriale, esercizi yoga, discipline di meditazione, estasi mistiche religiose, oppure…- Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/09/allucinazioni-pre-e-post-mortem-nel.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Come il tuffatore, che si immerge a recuperare ciò che è caduto nella profonda acqua, controllando parola e respiro e mantenendo una mente acuta, ci si deve tuffare dentro se stessi e cercare da dove l’ “io” emerge…” (Ramana Maharshi)




permalink | inviato da retebioregionale il 23/2/2021 alle 7:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     gennaio        marzo