.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
4 marzo 2021

Guida alla Sopravvivenza, il pentimento talvolta aiuta, la madre di ogni schiavismo, farfalle e uragani…

Il Giornaletto di Saul del 4 marzo 2021 – Guida alla Sopravvivenza, il pentimento talvolta aiuta, la madre di ogni schiavismo, farfalle e uragani…

Care, cari, “Guida alla Sopravvivenza” di Guido Dalla Casa è un testo breve ed essenziale che offre i rudimenti per la sopravvivenza fisica in un mondo senza la tecnologia e, al contempo, getta le basi per una rinascita spirituale verso forme di pensiero diverse da quelle che hanno caratterizzato gli ultimi decenni della nostra civiltà…. (Recensione) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2021/03/guida-alla-sopravvivenza-imparare.html

Risarcimenti per tutti gli ammalati di linfoma – Scrive Giuseppe Altieri: “Lo scandalo glifosato costa caro. La Bayer chiude il 2020 in rosso di 10,5 miliardi… 100.000 cause a 200 milioni di dollari l’una… significa che alla fine la Bayer dovrà pagare 20.000 miliardi di risarcimenti agli ammalati di Linfoma Non Hodgkin. A tutti gli ammalati: aggregatevi alla class action e fatevi risarcire dalla Bayer Monsanto.”

Il pentimento talvolta aiuta – Scrive Franco Libero Manco: “Sottrarsi alla capacità di emendarsi per i nostri errori, che spesso causano danni a se stessi e agli altri, è a mio avviso il principale impedimento allo sviluppo della propria maturità e del superamento dei limiti personali. E’ impossibile vivere senza commettere errori più o meno gravi ma questi, a mio avviso, devono servire a migliorarci al fine di essere più responsabili e lungimiranti, senza doverne pagare le conseguenze…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2021/03/03/il-pentimento-talvolta-aiuta/

Corrispondenza sulla Società di Mutuo Soccorso – Scrive Antonio D’Andrea: “Care Amiche/i, tre giorni fa mi ha telefonato l’amico Francesco che vive a Arese, in provincia di Milano, e vi trascrivo una parte del lungo dialogo che c’è stato tra di noi. Chiaramente non ricordo con precisione tutte le parole. Alla fine della bella e ricca chiacchierata l’ho invitato a scrivere una lettera/mail a tutte/i e lui, bofonchiando, mi ha detto di iniziare in modo da approfondire gli argomenti anche se ama più parlare in presenza o a voce…” – Per ulteriore notizie scrivere a: barchettaebbra@gmail.com”

La madre di ogni schiavismo… – Scrive Gianantonio Valli: “Come tutti sanno, all’interno della società americana, esiste una ostilità piuttosto radicata tra le comunità ebraiche e quelle “afro-americane”. Questa opposizione contrasta con l’impegno delle prime a favore del movimento dei diritti civili sino agli anni sessanta e che, al contrario di quanto oggi accade in Israele, le comunità ebraiche europee continuano a manifestare. Alcuni approfondimenti sul fenomeno dello schiavismo possono contribuire ad illuminare alcuni aspetti di questa complessa dialettica…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2016/06/la-mdre-di-ogni-schiavismo-e-giudea-dai.html

Draghi, lo conosciamo già… – Il parere del comunista Marco Rizzo sul nuovo presidente del consiglio: “Draghi? Noi lo conosciamo bene, è l’emblema dell’inganno https://youtu.be/PLMw6m-2_UI – Ed anche noi lo andiamo dicendo, già da parecchi anni: http://www.circolovegetarianocalcata.it/?s=Mario+Draghi+paolo+d'arpini

Farfalle e uragani – “Può il batter d’ali di una farfalla in Brasile provocare un tornado in Texas?”. A conti fatti una singola azione può determinare imprevedibilmente il futuro. Nella metafora della farfalla si immagina che un semplice movimento di molecole d’aria generato dal battito d’ali di una farfalla possa causare una catena di movimenti di altre molecole fino all’uragano menzionato. Così un semplice ritardo di due secondi può incidere sulla vita personale di un individuo… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/11/puo-il-batter-dali-di-una-farfalla-in.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Athinai/ splendida e meravigliosa

nel tuo pudico candore / attendi

attendi la mano / che ti accarezzi

che ti sfiori/ senza sciupare la tua bellezza.

Athinai/ la dea morbida e sonnolenta

Athinai/ il fiore/ il fiore tenero

d’un tenero autunno.

Atene/ che risplendi nel tuo bianco

quel bianco che ti circonda.

Quel bianco che abbaglia/ più del bronzo

dei lucenti Elmi d’Alceo.

Atene/ piena di bianco e turchese

Mi uccidi con la tua bellezza/ piena di avorio e di gloria.”

(Iva Polcina)




permalink | inviato da retebioregionale il 4/3/2021 alle 7:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     febbraio        aprile