.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
20 aprile 2021

A proposito di Madoff, vaccino: salvezza nell’aldilà, occupazione militare in Val di Susa, karma genealogico, per una vera transizione ecologica…

Il Giornaletto di Saul del 20 aprile 2021 – A proposito di Madoff, vaccino: salvezza nell’aldilà, occupazione militare in Val di Susa, karma genealogico, per una vera transizione ecologica…

Care, cari, a proposito della morte di Madoff, pubblicata sul Giornaletto di ieri – https://saul-arpino.blogspot.com/2021/04/il-giornaletto-di-saul-del-19-aprile.html – Scrive Giorgio Stern: “Il povero Madoff è finito com’è finito perché ha fregato clamorosamente criminali come Kissinger, potenti come Spilberg e tanti di Wall Street e dintorni, per lo più sionisti. Se invece buttava un paio di bombe atomiche, come Truman, o ammazzava un milione e mezzo di iracheni come Bush, sarebbe stato un padre della patria…”

Vaccino: salvezza nell’aldilà… – Scrive Fulvio Grimaldi: “Di una cosa possiamo essere assolutamente certi: stiamo assistendo alla più grande strage da vaccino mai verificatasi nella storia delle medicina: il grafico, costruito con i dati ufficiali dell’EMA, l’agenzia del farmaco europea, mostra visivamente e in maniera immediata, comprensibile anche per chi ha gli occhi foderati di paura e di cazzate mainstream, quale sia stato il balzo degli “effetti avversi” che si è avuto a marzo, mese nel quale si sono fatte più vaccinazioni…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2021/04/vaccino-salvezza-nellaldila-papa.html

Commentini – “…. “siamo di fronte, in tutto il mondo, ad una cospirazione monolitica e spietata, basata soprattutto su mezzi segreti per espandere la sua sfera d’influenza” (John Fitzgerald Kennedy) – “…e non chiedeteci qual è il nemico, né quale veste indossi, perché esso si trova dappertutto e in mezzo a tutti…“ (Pio XII)”

Occupazione militare in Val di Susa – Scrive Angelo Tartaglia: “In questo momento vorrei esprimere un sentimento di indignazione. C’è una parte del nostro paese che è soggetta ad occupazione militare da parte di forze armate dello Stato (il nostro). Non si tratta di un santuario della criminalità organizzata, ma di una vallata alpina con i suoi comuni, cellule fondamentali dello Stato. Mi riferisco alla valle di Susa…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2021/04/19/indignazione-per-loccupazione-militare-della-val-di-susa/

Pro Vita hackerato – Scrive Daniela Turrini: “La guerra cibernetica contro Pro Vita è diventata “mondiale”. Gli attacchi informatici bombardano i nostri server per sovraccaricarli con decine di milioni di richieste di accesso. Ma perché?Probabilmente perché Pro Vita è uno dei maggiori ostacoli al disegno di legge liberticida “Zan” sull’omotransfobia. Info: d.turrini@provitaefamiglia.it”

Il karma genealogico… tra Jung ed Hamer – Scrive Paola Botta Beltramo: “Carl Gustav Jung ha dimostrato, attraverso le sue ricerche, che esiste una correlazione tra l’inconscio individuale e quello collettivo, una trasmissione psichica inconscia tre le generazioni, che ora viene studiata dalla psicogenealogia, dalla programmazione neuro-linguistica, da alcuni neuro scienziati, dalla fisica quantistica, ecc.” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/12/il-karma-genealogico-tra-jung-ed-hamer.html

Commento di Marco Bracci: “Nelle parentele, strette o meno strette, e nelle amicizie anche, ci si lega a seguito delle caratteristiche del proprio carattere, che è determinato dalle colpe di cui si è caricata l’anima nel corso della vita presente e di quelle passate. Perché?…” – Continua in calce al link soprastante

Per una vera transizione ecologica – La possibilità che il presente sistema di civilizzazione consumista porti ad un enpasse ed alla caduta di ogni valore vitale è sempre più evidente osservando l’arretratezza con cui i nostri governanti ed amministratori affrontano le problematiche sociali ed ambientali. La chiave evolutiva da noi proposta sta nel cambio radicale di visione, passando dal criterio di “destra-sinistra” (ormai superato dalla situazione) ad una coscienza di compresenza e compartecipazione del contesto vitale, una coscienza priva di ipocrisia e furbizia, tesa all’approfondimento dei valori della vita (nella società e nell’habitat)… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2021/04/bioregionalism-proposition-for.html

Ciao, Paolo/Saul

P.S. – Mi scrive l’ufficio censura di Facebook: “Il tuo post https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2021/04/coronavirus-e-varianti-ricercatori.html non rispettava i nostri Standard della community, perciò il tuo account è soggetto a restrizioni…”

………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il cuore è un osso duro
non può un muscolo
tenero e indifeso
creare tutti questi problemi:
ne deduco che il cuore
è un osso duro
al pari di un femore
o di una costola
si rompe il cuore
come tutto il resto.”
(Manuela Dago)




permalink | inviato da retebioregionale il 20/4/2021 alle 7:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     marzo        maggio