.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
15 ottobre 2019

Come risolvere la crisi ambientale?, Miveg: milano vegana, auto-ricostruzione post sismica, l’anomalia spirituale di Giordano Bruno, Russia e Cina unite contro l’imperialismo USA e UE, ritorno al naturalismo…

Il Giornaletto di Saul del 15 ottobre 2019 – Come risolvere la crisi ambientale?, Miveg: milano vegana, auto-ricostruzione post sismica, l’anomalia spirituale di Giordano Bruno, Russia e Cina unite contro l’imperialismo USA e UE, ritorno al naturalismo…

Care, cari, avete ancora bisogno di ascoltare i dibattiti e ragionare sui dati per sapere che la casa è in fiamme che l’inquinamento fuori è identico a quello dentro l’umano che tu per primo stai bruciando e che basta la tua attenzione gentile che ti fermi adesso, che respiri, che ti vedi che basta il tuo cuore aperto e vulnerabile per curare tutto il mondo? A me basta… (Giordano Ruini) – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/10/come-risolvere-la-crisi-ambientale.html

Commento di Maurizio Di Gregorio: “Jane Fonda si è fatta arrestare a Washington in una manifestazione. Jane Fonda ha lottato una vita contro le guerre e gli armamenti, per la pace. A 81 anni manifestava contro il cambiamento climatico, per l’ecologia. Jane Fonda ci ricorda che l’impegno civile, politico e morale è fatto di azioni, non solo e non tanto di parole…”

Milano. Miveg – Scrive Sara D’Angelo: “Miveg, Milano Vegana, che si svolge dal 19 al 21 ottobre 2019, è un evento no profit interamente gestito da volontari e dedicato completamente agli animali e a coloro che vogliono scoprire il crescente movimento culturale ed etico basato sul loro rispetto. Con abbigliamento, food, accessori, letture; si conferma con questo appuntamento come sia semplice fare scelte etiche e di vita quotidiana che coniughino impegno sociale e buon cibo…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/10/miveg-milano-vegana-19-20-e-21-ottobre.html

Terre maceratesi. La nostra casa da ricostruire – Scrive Stefano: “Finalmente la nostra pratica per accedere al contributo per la ricostruzione post sisma è stata sbloccata, iniziamo quindi a fare i documenti necessari per iniziare tutta la procedura. Giovedì 17 ottobre 2019 avrei bisogno di 2-3-4 persone che mi aiutano a smontare una tettoia ed e a sistemare tutto il materiale che contiene. Inizio lavori in mattinata (dalle 9 in poi), ricco buffet a pranzo e souvenir per tutti i presenti. Info: 349.6282338?

Mio commentino: “Ricordo a chi fosse interessato che è stata avanzata la proposta di auto-ricostruzione post sismica al Commissario Piero Farabollini. Vedere: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/search?q=autoricostruzione

Busto Arsizio. Libraria – Scrive Excalibur: “Presentazione del libro di Gianfredo Ruggiero “LE VERE CAUSE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE”, mercoledì 23 ottobre 2019, alle ore 21, presso la sala conferenze di Comunità Giovanile a Busto Arsizio (VA), Vicolo Carpi, 5 – Info: circolo.excalibur@libero.it”

Raduno Autunnale Arcobaleno – Scrive CIR: “Raduno Rainbow healing retreat” in Sicilia. Chiusura del fuoco centrale e pulizia dei luoghi il 28 Ottobre 2019. Ci raduniamo nell’amore e per purificarci, scambiarci conoscenze spirituali e guaritrici, cantare, suonare e danzare, sperimentare la libertà dalle dipendenze, condividere. L’Arcobaleno chiama ogni persona a celebrare la vita in mezzo alla natura rispettandola con attenzione. L’incontro è un esperimento di luce che vuole portare più consapevolezza in ognuno…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/10/raduno-arcobaleno-in-sicilia-chiusura.html

Siriani uniti – Scrive Marinella Correggia: “Pare che finalmente i curdi siriani si alleino con l’esercito del loro paese, per fortuna la realtà a volte si impone. Speriamo bene!”

L’anomalia spirituale di Giordano Bruno – Giordano Bruno fu troppo vicino nella sua espressione filosofica al “Sanathana Dharma”, l’eterna legge dell’Essere (e del non essere), ben descritta dai saggi d’oriente. E allora che posto avrebbe avuto un papetto qualsiasi, un roseo cardinaletto, un curato di campagna nel contesto di tale verità? Semplici figure immaginate e pretenziosamente costituite in veste istituzionale. Purtroppo l’abisso nel pensiero ed il rischio che questo avrebbe comportato alla continuità religiosa cristiana fu inaccettabile per i meschinelli capi religiosi della cristianità (una religione inventata a tavolino). Così fu necessario che Giordano Bruno fosse immolato sul rogo, nel tentativo di distruggere assieme al suo corpo martoriato anche il suo pensiero. Ma andò così?… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/10/giordano-brunos-spiritual-anomaly-in.html

Intanto Bruxelles finanzia Soros – Scrive Murizio Blondet: “Con 426 voti a favore contro 152 contrari, il parlamento UE ha creato un nuovo programma europeo, dal titolo “Diritti e valori”. Il programma sarà finanziato con 1,8 miliardi di euro. Ciò è avvenuto durante la sessione plenaria a Strasburgo nel 17 gennaio, ma lo si sa solo adesso – da un giornale ungherese, che era andato a spulciare le carte dei processi verbali. Si tratta di una grande vittoria di Georges Soros, della sua opera di lobby e dei suoi “alleati fidati”: è praticamente il programma della sua Opens Society, che adesso viene finanziato dai contribuenti UE. Con i buoni auspici del Bergoglio…”

Russia e Cina unite contro l’imperialismo USA e UE – Scrive Andre Vltchek: “Il mondo capitalista è in declino. L’occidente marcisce. Rabbia e nichilismo si riversano dall’impero i cui cittadini sono frustrati; non in pace con se stessi. Il Nord America e l’Europa imperialisti sono furiosi con Paesi come Venezuela e Cuba perché i loro pensatori e leader smascherano il terribile deterioramento dei valori che scade dai Paesi neo-colonialisti e storicamente imperialisti. Ma sono Cina e Russia ad essere in prima linea nonostante le nazioni occidentali e i loro propagandisti…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/10/14/russia-e-cina-unite-contro-limperialismo-usa-e-ue/

Adesione alla Rete Bioregionale. Corrispondenza intercorsa – Scrive Lapo a commento dell’articolo https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/10/documento-di-intesa-della-rete.html?showComment=1571045625943#c6090859854174256579 -: “Ciao Paolo,
Sono Lapo, del Consiglio direttivo della Rive. Da diverso tempo mi sto interessando anche di bioregionalismo e sento che è una delle strade principali che dobbiamo e possiamo percorrere per restituire senso al vivere e allo stare su questa Terra. In questi mesi sto pensando a come coniugare la visione Bioregionale alle innumerevoli innovazioni che si sono e si stanno sviluppando nelle comunità intenzionali…” Continua al link segnalato

Mia rispostina: “Caro Lapo, mi ha fatto molto piacere ricevere la tua lettera. La RIVE è una realtà che ho sempre considerata vicina alla Rete Bioregionale, non dimentichiamo infatti che uno dei primissimi esperimenti di ecovillaggio fu proprio tentato da me a Calcata, come scritto diversi anni fa da Manuel Olivares nel suo prima libro sugli Ecovillaggi in Italia (Edizione Malatempora) e come testimoniato anche su “Pressenza” (https://www.pressenza.com/it/2013/12/bioregionalismo-spiritualita-laica-ecologia-profonda/). Agli inizi della Rete Bioregionale c’era stato un proficuo coordinamento con i nascenti ecovillaggi, con AAM Terra Nuova e successivamente anche con la RIVE…” – Continua al link sopra segnalato

Commento di Roberto: “Ciao Paolo D’Arpini, sono con te per quanto riguarda le idee bioregionaliste, però rinuncio ad iscrivermi alla Rete. Sono in diverse comunità virtuali: la rete ecologista, la rete di cooperazione educativa, l’amicale, la familiare, quella artistica del museo locale e quella dopolavoristica. Solo a leggere e seguire le comunicazioni passano si perde una grande quantità di tempo…” – Continua al link sopra segnalato

Mia rispostina: “Caro Roberto, l’importante è essere operativi nel luogo in cui si vive, cercando di mettere in pratica bioregionalismo ed ecologia profonda. Se in futuro vorrai intervenire ad uno del nostri incontri, per guardarci in faccia e scambiarci idee e progetti, ne saremo lieti. Nel frattempo se vuoi puoi iscriverti tra i lettori fissi del nostro blog, per restare in contatto. Ciao”

Vivibilità sul pianeta e ritorno al naturalismo – Scrive Olivier Turquet: “In tema di ecologia profonda e bioregionalismo condivido questa mia intervista a Guido Dalla Casa: https://www.pressenza.com/it/2019/10/guido-dalla-casa-e-necessario-uscire-dal-modo-di-vivere-della-civilta-industriale/ – Un abbraccio”

Ciao, Paolo/Saul
……………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Se vuoi dare felicità, sii felice!
Cogli l’Unico che tutto muove
E rimetti tutto a Lui
Astieniti dal desiderio e dalla paura
Abbandona ogni controllo
E ogni senso di responsabilità”
(Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 15/10/2019 alle 5:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 ottobre 2019

Adesioni alla Rete Bioregionale Italiana, Genova: Pentàgora al Book Pride, giù le mai dalla Siria, Mitra: il Dio dei patti, la stimolazione magnetica modifica la moralità, dall’empirismo allo scientismo…

Il Giornaletto di Saul del 14 ottobre 2019 – Adesioni alla Rete Bioregionale Italiana, Genova: Pentàgora al Book Pride, giù le mai dalla Siria, Mitra: il Dio dei patti, la stimolazione magnetica modifica la moralità, dall’empirismo allo scientismo…

Care, cari, riporto qui di seguito il documento d’intesa della Rete Bioregionale Italiana. Per bioregionalismo si intende la volontà di ri-diventare nativi del proprio luogo, della propria bioregione. Possiamo fare tutte le scoperte possibili, usare la tecnica, la scienza; possiamo andare sulla luna e comunicare via satellite, ma alla base della nostra sopravvivenza fisica, psichica e spirituale vi sono questi alberi, queste erbe, questi animali, queste acque, questo suolo del luogo dove viviamo. L’evoluzione sociale e tecnologica è ecologicamente compatibile solo in “piccola scala”, localmente, e se rimane ancorata ad una visione olistica del sapere…. – Continua: http://www.lteconomy.it/blog/2019/10/13/bioregionalismo-documento-di-intesa-della-rete-bioregionale-italiana/

P.S. Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana è sufficiente sottoscrivere il presente documento inviando una email di conferma a bioregionalismo.treia@gmail.com

Genova. Book Pride – Scrive Massimo Angelini: “Da venerdì 18 a domenica 20 ottobre 2019, a Genova (Palazzo Ducale) si terrà il Book Pride 2019, Fiera dell’editoria indipendente, alla quale partecipiamo fin dalla prima edizione con una soddisfazione di pubblico e di attenzione che in altre fiere dello stesso genere non abbiamo conosciuto. Quest’anno cureremo uno stand doppio, con tutto il nostro catalogo…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/10/genova-dal-18-al-20-ottobre-2019.html

Le riforme italiane – Scrive Roberto Tumbarello: “Maria Cazzetta era una popolana romana non proprio perspicace. Anzi, un po’ lenta. Ecco perché tutto ciò che riesce male si paragona alle sue imprese e ne prende il nome. La nuova mise della nazionale italiana di calcio, per esempio, è tipica della de cuius. D’ora in poi gli azzurri indosseranno una maglia scura che ricorda la divisa dei nostri soldati a Caporetto. Dovremo chiamarli ‘verdi’? È una riforma incomprensibile, contro la tradizione, che annulla più di un secolo di storia. Vuoi vedere che il designer si è ispirato alla lotta contro le emissioni di CO2? Oddio, ancora quella Greta tra i piedi!…”

Giù le mani dalla Siria – Il WPC e FPLP, condannando l’aggressione turca chiedono il ritiro delle forze di occupazione straniera, sostenendo il diritto sovrano del popolo siriano di decidere liberamente il proprio destino per il suo futuro. Esprimiamo la nostra solidarietà al coraggioso popolo siriano, alle forze antimperialiste in Turchia e chiediamo di intraprendere azioni e iniziative per condannare l’aggressione in corso” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/10/13/wpc-giu-le-mani-dalla-siria/

Commento di V.B.: “La Turchia sta invadendo uno stato sovrano: la Siria, cui va espressa la nostra solidarietà. Ciò purtroppo è dovuto anche agli errori passati degli stessi Curdi che si sono alleati con gli Americani ed Israele ed hanno occupato con l’aiuto americano tutta la parte nord-orientale della Siria indebolendo lo stato siriano e mettendone in pericolo l’integrità e l’indipendenza. Oggi pagano il prezzo dei loro errori. Quindi condanna dell’attacco turco e solidarietà alla popolazione curda, ma anche solidarietà allo stato siriano invaso, la cui indipendenza ed integrità va preservata…”

Mitra, il Dio dei patti – Mitra era un dio-guerriero di origine indo-iranica. Era anche il dio che custodiva i patti. Questi due aspetti lo rendevano oggetto di particolare venerazione tra i legionari romani. Nella tradizione indo-iranica il dio combatteva accanto al dio del Bene, Ahura Mazda, nella guerra cosmica contro il dio del Male, Ahriman… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/12/ariani-versus-giudei-e-lotta-per-la.html

Roma. Manifestazioni “pacifiste” di dubbia matrice – Scrive E.B.: “A Roma si è svolta un’ennesima manifestazione a sfondo mono-etnico, osannata dai media e da tutti i partiti, incentrata solo sui “poveri curdi” . Si nascondeva il fatto che il paese invaso è la Siria, dove convivono pacificamente da secoli e millenni molte etnie (Arabi, Assiri, Armeni, Turcomanni, Curdi) e molte religioni (Cristiani di varie Chiese, Musulmani sunniti, sciiti, Alawiti, Drusi, Yazidi, ecc.). Vari compagni di NO WAR ROMA non hanno partecipato o si sono tenuti ai margini, come Marinella, perché non erano d’accordo e/o per non creare incidenti. Auspico che No War – di cui faccio parte – faccia un comunicato su tutta questa vicenda…”

Mio commentino: “Concordo assolutamente con la richiesta di E.B.”

Modificazione della moralità attraverso la stimolazione magnetica – Scrive Giuseppe Altieri: “…questo tipo di stimolazione potrebbe essere incorporata in oggetti di uso comune nel prossimo futuro, come una nuova generazione di computer in grado di leggere il pensiero, oppure altri “innocui” giocattoli per bambini che leggono le onde cerebrali, per non parlare del possibile utilizzo tramite nuovi telefoni cellulari appositamente modificati; interessante a questo proposito constatare che la zona individuata è “appena dietro e sopra l’orecchio destro”, zona che è molto vicino a dove noi teniamo solitamente il cellulare quando stiamo parlando… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/10/13/modificazione-della-moralita-attraverso-la-stimolazione-magnetica/

Milano. “Kids of Hebron” – Scrive Croce Rossa Italiana. Comitato di Milano: “Proiezione in anteprima “L’infanzia negata dei ragazzi di Hebron”. Ingresso Gratuito. 14 ottobre 2019, ore 18:30 – 22:00, presso Anteo City Life, 1 Piazza Tre Torri, Milano. Info: pediatria.alazar@gmail.com”

Dall’empirismo allo scientismo – Scrive Simon Smeraldo: “I simboli che offre la natura non sono casuali, né fini a se stessi, ma rappresentano realtà pertinenti ad un altro ordine di cose, quello non visto, ma più sostanziale. Essi sono stati modellati sulla psiche umana, affinché essa potesse percepire in modo mediato realtà superiori: nel caso del Sole che gira intorno a noi la coscienza di un progetto, di un’intelligenza il cui fine è “illuminare” l’uomo (non nel senso illuminista) fornirgli luce, calore e quell’energia che lo può elevare verso stati più alti dell’essere…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/12/dallemipirismo-allo-scientismo-e.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Nell’infinito-eterno non esiste né centro né periferia, né inizio né fine, né creazione né distruzione” (P.D’A.)




permalink | inviato da retebioregionale il 14/10/2019 alle 5:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

13 ottobre 2019

Passo di Treia: Paolo Maurensig all’Arrocco Festival, santi biblici, Siria invasa dai turchi, orti urbani a Pescara, Advaita Vedanta…

Il Giornaletto di Saul del 13 ottobre 2019 – Passo di Treia e l’Arocco Festival, santi biblici, Siria invasa dai turchi, orti urbani a Pescara, Advaita Vedanta…

Care, cari, …scacco matto al re od all’Arrocco? Mi son chiesto parafrasando il titolo dell’Arrocco Festival organizzato nella Torre medioevale di Passo Treia (edificata come opera di difesa per preservare il molino annesso dalle ruberie dei briganti e dei signori di paesi vicini) iniziato il 12 ottobre 2019. Nel primo pomeriggio qui si è svolta una interessante manifestazione culturale dedicata al gioco degli scacchi. Per l’occasione è stato invitato lo scrittore Paolo Maurensig che ha presentato il suo libro “Il gioco degli Dei”. E di nuovi Dei, come vengono definiti i personaggi che oggi contano in società, all’incontro ce n’erano parecchi, amministratori di vario grado, da quello parlamentare al regionale sino al comunale, docenti universitari e di scuole secondarie, intellettuali e poeti, rappresentanti di enti e di associazioni, fotografi, giornalisti… insomma la creme della creme della società, il bel mondo di Treia e dintorni… – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2019/10/passo-di-treia-12-ottobre-2019-il-gioco.html

P.S. – Avevo preso talmente tanti appunti da poter scrivere io stesso un romanzo… mi sono frenato in tempo sapendo che tanto su internet più di una paginetta i lettori non leggono… Comunque se volete saperne di più potete contattare Andrea Biondi e Maurizio Angeletti con i quali mi sono confidato…

Giosuè si comportò peggio di un colonnello delle SS – Fece distruggere Jerico e ne fece uccidere TUTTI gli abitanti (compresi gli animali) – Di fronte a Jerico, Boves, Marzabotto e Sant’Anna di Stazzema sono piccolezze – NON riusciamo a capire certi “gosp hell” battisti afroamericani che inneggiano a “Gerico” come esempio positivo… (Ax) – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/10/bibbia-e-dintorni-i-santi-che-non-ti.html

Guiglia. Benessere – Scrive Maria Bignami: “Sabato 19 ottobre ore 15.00 a Casa val di Sasso via Castellino 381 Guiglia. Giorgio Siligardi parlerà di: “RITROVARE BENESSERE ATTINGENDO DALLA NATURA”. La partecipazione è libera, un’offerta sarà gradita e devoluta in beneficenza. Tel 059-795841?

Siria invasa, per gas e petrolio – Scrive V.B.: “In Italia sono in corso varie manifestazioni che si limitano ad invocare solidarietà ai Curdi, dimenticando la necessità di difendere l’indipendenza e l’integrità della Siria tutta. Purtroppo l’integrità dello Stato siriano è stata messa in discussione anche dagli errori passati degli stessi dirigenti Curdi che si sono alleati con gli Americani ed Israele e con l’aiuto degli USA hanno occupato tutta la Siria nord-orientale, quella più ricca di gas e petrolio…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/10/12/proteste-contro-linvasione-della-siria-da-parte-dellesercito-turco/

Commento di Jurcek: “Nessuna solidarietà alla dirigenza curda siriana che si è venduta agli Usa. Un’unica parola d’ordine: Siria indipendente e sovrana, bombe sugli invasori e sui balcanizzatori. Manifestare per i Curdi equivale a lavorare per chi la Siria ha cercato di distruggerla, e ancora sta nei suoi piani farla a pezzetti tra Turchia-Nato, Curdi-Usa, Israele e bande Isis scorrazzanti. Chi va in piazza con D’Alema (leggetevi le sue porcate sui giornali) è lo stesso che ha coperto a sinistra la distruzione della Jugoslavia…”

Pescara. Orti urbani, permacultura e lavorazione terra cruda – Scrive Ferdinando Renzetti: “Agricoltura naturale urbana: esperimento di permacultura urbana nella periferia di Pescara, talee ortaggi piante officinali oleoliti, un piccolo laboratorio dove si può impastare la terra cruda con la paglia, coltivi anche direttamente sulle balle o sul materiale vegetale secco auto-prodotto nel giardino stesso…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/10/pescara-orti-urbani-permacultura-e.html

Lugano. L’ARTE DEL SILENZIO E DEI RUMORI – Scrive Allegra Ravizza: “Piano sperimentale 1 | Musica Futurista. Inaugurazione martedì 15 ottobre 2019. ore 18.00. La mostra continua fino al 16 novembre 2019 in  Via Nassa 3/A | Lugano ”

Advaita Vedanta – Il Nondualismo è l’espressione più sottile e “scientifica” del pensiero umano. Agli effetti pratici non può essere definita una filosofia, in quanto si pone “prima” ed “aldilà” del pensiero, quindi non potrà mai divenire un argomento di studio o di dibattito. Il Non-dualismo è stato intelligentemente rappresentato da uno dei suoi più recenti fautori, Sri Poonja di Lucknow con queste parole: “Immagina l’Uno non seguito dal due e poi abbandona il concetto stesso di Uno”… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2019/10/advaita-vedanta-il-nondualismo-da.html?showComment=1570888153086#c9176489750646984117

Ciao, Paolo/Saul

…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Ti sorprenderà sapere che tutto ciò che vedi è stato inventato da persone giocose, non dalle persone serie. Le persone serie sono troppo orientate verso il passato, continuano a ripetere il passato, perché sanno che funziona. Non sono mai inventive. Sognare crea…” (Osho)




permalink | inviato da retebioregionale il 13/10/2019 alle 5:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 ottobre 2019

Il coraggio delle proprie idee, favole evangeliche, zodiaco e solidarietà al femminile, agricoltura bioregionale, non ho l’età…?, la Turchia invade la Siria, il fattore di dimenticanza cosmica…

Il Giornaletto di Saul del 12 ottobre 2019 – Il coraggio delle proprie idee, favole evangeliche, zodiaco e solidarietà al femminile, agricoltura bioregionale, non ho l’età…?, la Turchia invade la Siria, il fattore di dimenticanza cosmica…

Care, cari, io credo che bisogna avere il coraggio di esporre le proprie idee, anche quando queste non rientrano nel politically correct. Bisogna avere il coraggio di esporsi, di uscire allo scoperto: è questa una delle condizioni prime per creare rapporti veri. L’alternativa è avere rapporti in cui c’è magari molto rispetto reciproco, ma anche molta freddezza e distacco; in alcuni casi, addirittura, ipocrisia… (Giovanni Lamagna)

Favole evangeliche ed il Cristo decontestualizzato – Scrive GiorgioVitali: “I racconti evangelici, nella loro astrazione -come fossero racconti fiabeschi- non permettono di identificare un elemento concreto. Questo il loro fascino ma anche il loro limite. Al contrario, la Fascinazione Mitica, alla quale i creatori dei Vangeli si sono sicuramente ispirati, permette una continua traslazione nella tradizione del mito…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2014/12/fantareligione-vangeli-canonici-ed-il.html?showComment=1570772619825#c832266330935191806

Commento di Carlo Maiorana: “Togliendo il testimonium flavianum un trafiletto falso astutamente inserito nell’opera storica Antichità Giudaiche dello storico ebreo del 1 secolo, Giuseppe Flavio (nel terzo secolo da Eusebio di Cesarea) in tutte le opere dello storico nonchè ex comandante militare giudeo durante la guerra ebraica contro i Romani, non c’è assolutamente traccia di questo predicatore galileo di nome Gesù…” – Continua in calce al link soprastante

Mio commentino: “Mi sembra un’analisi corretta. Infatti qualcosa di simile è stata da noi pubblicata qui: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/01/la-favola-di-cristo-il-cristianesimo.html

Malattie e pensiero – Scrive Paola Botta Beltramo: “Nella trasmissione Border Nigts n. 321 del 8 /10/2019 – a 1.39’ ca – il dr. Giuseppe Di Bella, alla domanda del conduttore Fabio Fabretti circa l’importanza del pensiero, del cervello, sulla malattia, come ricordato in appendice del suo libro “La scelta antitumore” da don Paolo Spoladore, risponde: “hanno un’influenza reale e molto sottovalutata …. il pensiero diventa chimica …. non è raro vedere un tumore al seno dopo un evento traumatico che ha colpito nel profondo la psicologia della donna… “

Zodiaco e solidarietà al femminile – Dal paradiso terrestre siamo stati scacciati, almeno così dice la Bibbia, forse però questa è solo una bugia “religiosa” – magari anche un po’ pretenziosa – poiché sulla terra ci siamo ancora e forse potremmo immediatamente ritrovarci in quel paradiso perduto il momento stesso che la nostra esperienza tornasse all’armonia fra natura, animali e società umana…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/10/zodiaco-e-solidarieta-spirituale-al.html

Avigliana. Resistenza indigena – Scrive Torepanu: “Nel “dia de la resistencia indigena”, il 12 ottobre 2019, ad Avigliana (TO), presso la Casa di Carità, in Via IV Novembre 19. L’associazione Lisangà culture in movimento ti invita ad una giornata di conoscenza ed approfondimento. Info: lisanga.cim@tiscali.it”

Agricoltura bioregionale. Il “non fare” è utopia – Scrive Alberto Grosoli: “Mi è arrivato un messaggio con un articolo dal titolo “Bioregionalismo e l’agricoltura del non fare”. La lettura mi ha provocato una reazione e un relativo commento torrentizio, avrei potuto tranquillamente ignorarlo e continuare a vivere tra i miei campi, prati, boschi e animali, ma mi sento di dover questa volta replicare con questo che mi permetto di inviarti di seguito: Ah! Fukuoka! Eccone un altro. Di quelli che hanno letto la bibbia del “non fare” e si sono illuminati, hanno capito tutto del come ricavare alimenti dalla natura senza dover far fatica, arare, zappare, sarchiare e diserbare e, molto probabilmente e verosimilmente, senza aver mai toccato terra…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/10/discorso-sullagricoltura-bioregionale.html

Grande stampa e grandi opere – Scrive T.P.: “…sappiamo che Corriere cioè RCS e gruppo GEDI (cioè Repubblica, La Stampa, il Secolo XIX, l’Espresso, ecc.) e ancora altre testate sono tutti ossessivamente schierati per la Grandi opere e per gli inceneritori, cioè al servizio delle grandi lobby che hanno rovinato il paese e negano il futuro ai nostri figli … si pensi a chi sono le lobby delle auto, del petrolio, ENI in testa -vedi Libia affairs- del cemento insomma -grandi opere- oltre al capitalismo di stato (vedi ILVA e altre perle italiane fra le quali l’industria militare che fa i suoi comodi abituali nell’uso di tangenti e di intermediari per vendere armi che finiscono anche a chi bombarda lo YEMEN e ai terroristi dell’ISIS e all’ “amico” Erdogan…”

Non ho l’età…? – Scrive Antonio Marcucci, presidente provinciale Auser Macerata: “RAI 3 ci chiede se abbiamo una storia d’amore nata dopo i sessant’anni tra i soci dei nostri circoli. Sarebbe un’occasione preziosa anche per raccontare cosa facciamo…” – Continua: https://auser-treia.blogspot.com/2019/10/treia-non-ho-leta-la-vita-e-senza-tempo.html

Mio commentino: “Caterina ed io abbiamo raccontato la nostra storia nel  libro “Vita Senza Tempo (recensione: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/07/vita-senza-tempo-di-caterina-regazzi-e.html) (Paolo D’Arpini, presidente Auser Treia, e Caterina Regazzi, membro del Direttivo)

Siria. Fermiamo l’invasione turca – Scrive Michele Boato: “Collaboriamo a fermare l’invasione della Siria e lo sterminio turco contro i curdi col boicottaggio economico: i dollari dei turisti e dei partner commerciali finanziano la guerra contro il popolo curdo. La Turchia è al 15° posto mondiale per le spese militari e l’Italia è il suo terzo fornitore di armi dopo Usa e Spagna. Grazie ai 6 miliardi di euro dell’accordo Ue-Turchia sui profughi, la Ue finanzia il riarmo e le pretese egemoniche turche…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/10/11/contro-l%e2%80%99invasione-turca-della-siria-usiamo-il-boicottaggio/

Ha dichiarato Walid al-Mouallem all’ONU in merito all’invasione turca della Siria: “Certamente alcuni governi hanno danneggiato la Siria e danneggiato la sua gente. Tuttavia, non tratteremo nessuno secondo una logica di odio o di vendetta, ma piuttosto a partire dagli interessi del nostro paese e del nostro popolo, dal nostro desiderio di portare pace, stabilità e prosperità in Siria e nella regione…”

L’altra campana sui Curdi – Scrive Sarah Abed: “I curdi ottennero popolarità grazie al marketing efficace sul pubblico occidentale come “combattenti della libertà” rivoluzionari, femministi e marxisti dal desiderio ardente di creare la loro utopia in cui regnasse la pace per tutti, un’immagine che Stephen Gowans recentemente criticava in “Il mito dell’eccellenza morale delle YPG curde”. Ciò che in realtà cercano di creare è uno Stato autonomo illegale ricavato da Paesi sovrani. La libertà che cercano è decisa massacrando i nativi nei Paesi che vogliono balcanizzare e dividere su linee settarie. Imposero arre prive di popolazioni indigene, utilizzando paura e forza supportati dai loro sponsor, ma violando diritti umani accettati a livello globale. Concordare con la loro causa è essere d’accordo col genocidio che, in sostanza, strappa persone dalle loro case e terre mentre si adattano convenientemente alle opinioni imperialiste delle nazioni occidentali…”

Il fattore di dimenticanza cosmica – Uno dei limiti della teoria del Big Bang, descritta matematicamente da Einstein, è che in un dato momento tutta la materia era concentrata in un punto con volume zero e massa ed energia infinite. Secondo le leggi della fisica, impossibile. Ora gli scienziati dell’università di Pennsylvania State University, coordinati da Bojowald, dicono che prima della nascita del nostro universo ce n’era uno simile che però collassava su se stesso. Unendo la teoria della relatività ad equazioni di fisica quantistica, alla Penn State è nato il primo modello che descrive sistematicamente l’esistenza di un universo preesistente al nostro… – Continua: https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/10/the-factor-of-cosmic-forgetfulness-il.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Rimanere in silenzio senza pensieri è il Tutto.
Rimanere senza pensieri è Nishta (permanere in ferma meditazione).
Rimanere senza pensieri è Jnana (saggezza).
Rimanere senza pensieri è Moksha (liberazione).
Rimanere senza pensieri è sahaja (spontaneità).
Perciò, lo stato senza nessuna traccia di pensiero è lo Stato Finale di Completezza, davvero!” (Ramana Maharshi)




permalink | inviato da retebioregionale il 12/10/2019 alle 5:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

11 ottobre 2019

Il selfie del mondo, preghiera sincretica, Terra: salvare il salvabile, fine del mondo: gli americani si preparano, etica ecologica, i limiti dell’accoglienza, la via del “ritorno”…

Il Giornaletto di Saul del 11 ottobre 2019 – Il selfie del mondo, preghiera sincretica, Terra: salvare il salvabile, fine del mondo: gli americani si preparano, etica ecologica, i limiti dell’accoglienza, la via del “ritorno”…

Care, cari, il turismo è l’industria più pesante, più importante e più impattante del XXI secolo, tanto che ormai si parla dell’Età del turismo riferendosi alla nostra era. Ovviamente l’etichetta Unesco non è causa del turismo, ma ne è certificato di garanzia, e copertura ideologica (istituzione cosidetta “a fin di bene”). L’etichetta Unesco ha aperto all’industria turistica una nuova, meravigliosa, sconfinata terra di conquista… – (Marco D’Eramo, dal suo libro “Il selfie del mondo”) – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/10/marco-deramo-il-selfie-del-mondo.html

Ancona. Moneta Positiva – Scrive Babele: “Sabato 19 ottobre 2019, ore 17.30, parleremo di MONETA POSITIVA. Che cos’è? Per scoprirlo vieni a trovarci insieme a Fabio Conditi, all’Accademia di Babele (ex Fiera della Pesca) di Ancona. L’ingresso all’evento è libero e gratuito…”

I limiti dell’accoglienza – Scrive Jeff Foster: Se diciamo “tutto è ok”, vuol dire che rinunciamo alla nostra capacità di discernere? Certo che no. L’accettazione è così vasta in profondità che comprende sia il “sì” che il “no” alle situazioni della vita. A volte onorare la vita è espresso da un “No” forte, amorevole e intelligente. Quel “No” esprime chiarezza e verità, senza odio, senza violenza, senza attaccamento a qualsiasi risultato, senza cercare di mantenere una delle seguenti foto di te è davvero un grande Sì alla vita…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2018/09/i-limiti-dellaccoglienza-ed-il-coraggio.html

Mio commentino: “Ricordo che quando viaggiavo in Africa, a piedi, quando arrivavo in un villaggio sperduto nella savana il capo del villaggio metteva a disposizione una capanna, costruita apposta per gli ospiti, ed offriva anche un pasto, l’indomani lo stesso capo villaggio salutava l’ospite e lo invitava a riprendere il viaggio… Questo significa che, ad esempio, anche nell’ospitalità, che è considerata sacra, bisogna saper riconoscere le possibilità reali dell’accoglienza…”

Preghiera sincretica universale – In una divertente storiella zen in cui si narra di un contadino che chiamò un prete per svolgere una cerimonia di benedizioni alla sua famiglia. Il monaco stava per iniziare il rito quando l’uomo gli chiese se ne avrebbe avuto beneficio anche la sua consorte che era deceduta qualche tempo prima.. “Certamente –assicurò il prete- tutti gli esseri senzienti vivi o morti ne trarranno beneficio” – “Tutti… proprio tutti?” Indagò ancora il contadino, ed il monaco: “Tutti gli esseri condividono la natura di Buddha e quindi tutti saranno beneficiati e ricordati nella funzione” – Ed il contadino: Ma, veramente vorrei che… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/preghiera-sincretica-ed-universale.html

Modena. Salute umana – Scrive Linda Guerra: “Segnalo a chi potesse interessare, che mercoledì 16 Ottobre 2019 allo  Spazio Nuovo a Modena in Via IV Novembre 40 alle 18.30 terrò un incontro gratuito in cui parlerò del legame fra case farmaceutiche, salute umana e sperimentazione animale: Info: lospazionuovomodena@gmail.com”

Pianeta Terra. Salvare il salvabile – Oggi il treno umano sta deragliando con scintillio di schegge impazzite: OGM, avvelenamento chimico metodico della terra e dell’acqua, energia atomica sporca, deperimento sociale e morale, urbanizzazione selvaggia, distruzione delle risorse accumulate in millenni dalla natura, etc. L’uomo nel corso della sua breve storia ha enormemente trasformato la faccia della Terra, perché egli può deliberatamente modificare quasi tutto quel che costituisce il suo ambiente naturale e controllare quel che cresce e vive in esso… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/10/10/la-terra-e-la-nostra-casa-e-umanita-e-la-capacita-di-riconoscersi-con-tutto-cio-che-vive/

Commento di Marco Bracci: “Niente paura! L’uomo è fatto dello stesso materiale del nostro bel Pianeta e, quindi, non potrà mai allontanarsi più di tanto da esso. Grazie a ciò, l’Universo è salvo dalle nostre umane/diaboliche interferenze. Oltre che lo Spazio è ancora integro e inviolato..” – Continua in calce al link sopra segnalato

Fine del mondo. Gli americani si preparano – Il mondo moderno sembra l’ideale per provocare la fine del mondo. Quasi ogni anno, e talvolta più volte l’anno, le persone sono pronte alla fuga per paura e fanno shopping, per l’acquisto di carne in scatola, grano saraceno e sottaceti, per poi, senza perdere tempo, portare le derrate in un loro luogo di salvezza dalla guerra atomica, dalla rivoluzione globale, dalla caduta di un meteorite o inondazione. Allo stesso tempo è abbastanza difficile immaginare quanto tempo dopo la scomparsa della vita sulla terra, le persone potranno sopravvivere, mangiando sottaceti e conserve, seduti da qualche parte nelle fogne… – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/10/usa-come-lamericano-medio-si-prepara.html

Milano. Follia sionista – Scrive L’Antidiplomatico: “Follia della lobby filosionista in Italia: Università Statale di Milano cancella evento con un attivista medico israeliano filopalestinese dopo una lettera intimidatoria della Comunità ebraica…”

Evoluzione, intelligenza ed etica ecologica – Scrive Franco L. Manco: “Man mano che nell’uomo aumenta l’intelligenza positiva e la sensibilità del cuore apprezza e tutela il valore della vita in tutte le sue manifestazioni. Alle origini l’uomo limitava il suo interesse a se stesso, successivamente al suo nucleo familiare, poi al suo gruppo, alla sua etnia, fino ad espanderlo a tutti gli essere umani, o quasi. L’evoluzione in fase successiva chiama gli esseri umani ad estendere i codici del diritto all’esistenza, alla libertà e alla vita dall’uomo ad ogni essere senziente, comprese le piante… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/12/13/cibo-vegetariano-ed-evoluzione-umana/

Impedire lo smantellamento della produzione italica – Scrive NPCI: “Nessuna azienda deve essere chiusa, smembrata, ridotta di dimensioni, venduta a gruppi stranieri! Alitalia, Whirlpool, FCA, CNH-Iveco, ex Lucchini, Ilva, Embraco, Bekaert, Electrolux, … procede inesorabile la liquidazione delle aziende che producono beni e servizi. È una distruzione che ha radici lontane. Prima i governi del CAF (Craxi, Andreotti, Forlani) e poi quelli delle Larghe Intese (PD con partitini satelliti, Berlusconi con Lega e gli attuali Fratelli d’Italia) hanno fatto dell’Italia un terreno libero per le scorrerie dei gruppi imperialisti che comprano, chiudono, smembrano e delocalizzano aziende industriali. Occorre nazionalizzare senza indennizzo le aziende che i capitalisti vogliono vendere, smembrare, ridurre, delocalizzare!…”

La via del “ritorno” – Il riconoscimento della nostra vera natura avviene come nel passaggio dal sogno alla veglia, è naturale ed intrinseco in ognuno di noi. Quando sogniamo siamo immersi nel sogno e quella è per noi la sola realtà. Quando giunge il momento del risveglio ci sono delle avvisaglie che ci fanno percepire l’imminente cambiamento di stato. Come dire, abbiamo sentore dell’imminente uscita dalla illusione del sogno. Certo questa è semplice analogia poiché nel sogno e nella veglia, che sono condizioni mentali, non vi è vera illuminazione e realizzazione. Quel “risveglio” di cui parlo è l’intima essenza indivisibile, inavvicinabile dalla mente, ma la sua realtà è sperimentabile nello stato di pura consapevolezza. ” – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/10/the-way-back-to-ones-true-nature-la-via.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Mentre ai tempi di Hegel e Schopenhauer, ma anche ai tempi di Adorno, gli intellettuali erano generalmente più intelligenti delle persone comuni, oggi ci troviamo in una situazione nuova: gli intellettuali sono nella stragrande maggioranza più stupidi delle persone comuni…” (Costanzo Preve)




permalink | inviato da retebioregionale il 11/10/2019 alle 4:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 ottobre 2019

L’alimentazione naturale, la saggezza zen, l’intervento umano in natura, se mancano i soldi, destino o libero arbitrio?, poi è arrivata Greta…

Il Giornaletto di Saul del 10 ottobre 2019 – L’alimentazione naturale, la saggezza zen, l’intervento umano in natura, se mancano i soldi, destino o libero arbitrio?, poi è arrivata Greta…

Care, cari, la paleontologia, l’anatomia comparata, l’istintologia, l’embiologia, la biologia, ecc. affermano che il corpo umano è un corpo da frugivoro, come le scimmie antropomorfe che hanno in comune con noi il 98% del patrimonio genetico e che si nutrono di bacche, frutta, foglie, germogli, radici, semi… – (F. Libero Manco) – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/10/09/lalimentazione-ideale-per-noi-umani-e-quella-che-suggerisce-la-nostra-coscienza/

P.S. – La carne è un alimento necessario? Prova a nutrirti di sola carne e vediamo se arrivi vivo a fine mese. Ma se mangi solo vegetali vivrai cent’anni in ottima salute. “Un uomo che si accontenta di mangiare vegetali non sarà mai ridotto in schiavitù”. (Mis’aribn Kidam, mistico arabo)

Esiste il libero arbitrio o il destino? – Nel dualismo religioso, sociale, o ideologico, nella separazione dal Tutto, l’unica cosa che si può fare è cercare di ottenere buoni risultati utilizzando la propria volontà, da noi definita libera scelta, illudendoci così di pervenire a qualche esito che ingenuamente definiamo la “risposta” alla nostra ricerca materiale e spirituale. Premio e castigo sono nelle nostre mani… e con questo peso sul groppone “commerciamo” e “speculiamo” con e su Dio –se crediamo il lui- oppure con la Natura e le leggi della giungla –se siamo atei materialisti- oppure facciamo come i superstiziosi che dicono “non è vero … ma ci credo!… – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2017/08/destino-o-libero-arbitrio-la-risposta-e.html?showComment=1570642844615#c4534051668976166038

Commento di Antonella Michelon: “Apprezzo, condivido e mi spingo verso la non libertà di scelta, nemmeno dell’io, contaminato da molteplici convenzioni. Si crede che esista una propria consapevolezza, ma anche i nostri pensieri sono frutto di selezione e evoluzione genetica. Ciò che reputiamo nostra consapevolezza è il risultato di millenni di modificazioni. Alcuni di noi sono più abili nel formulare pensieri ed azioni che mitigano il selvaggio mondo pulsionale del desiderio. Molto è deciso dai codici ambientali e noi li rispettiamo sapendo già senza volerlo che si fa così, ci si castra per il bene del gruppo che poi è implicitamente il solo modo per far sopravvivere i nostri geni…”

Mia rispostina: “Alla base di tutto pongo la mia esperienza, impiantata nella memoria, del momento in cui la coscienza stava illuminando la formazione di un corpo nel grembo di mia madre, essendo questa coscienza individuale denominata “anima”, in cui percepii chiaramente il decorso karmico che quella forma psicofisica (quel me stesso) era destinata a compiere…” – Continua in calce al link soprastante

Commento di Edo Casiraghi: “Il meccanismo della comparsa dei pensieri, viene da una fonte. La definisco fonte perché pensiamo in continuazione anche quando dormiamo. L’unica cosa che so è che è inarrestabile e che è materia come tale spirito. Se con una astronave potessimo viaggiare alla velocità della luce potremmo sfuggire al tempo ma non ai ns pensieri”

Mia rispostina: “Nel sonno profondo e nel nirvikalpa samadhi il flusso dei pensieri si interrompe, ma la consapevolezza è sempre presente. Il che dimostra che la mente senza pensieri esiste. Ma non è poi così importante che i pensieri ci siano o non ci siano. L’inseguire i pensieri è schiavitù; osservarli con distacco è affrancamento. Durante la fase del distacco ci si rende conto che gli eventi, come i pensieri, avvengono da sé. Quindi non serve preoccuparsene…” – Continua in calce al link

Replica di Edo: “Essere consapevoli significa pensare. Stai pensando di non pensare.”

Mia rispostina: “Edo, non hai colto il senso. Pensare di non pensare è pensare. Essere consapevoli è uno stato di coscienza profonda che comprende il pensare ed il non pensare. Tantissimi anni fa son passato da Ouagadougou, dove (come ho visto dal tuo profilo) tu risiedi (o dici di risiedere), a quel tempo ero in viaggio con mezzi di fortuna nell’allora Alto Volta, durante il percorso nella brousse un capotribù mi ospitò in una capanna sbilenca riservata agli ospiti, e mi offrì una cenetta a base di poulet, a me le zampe e le ali ed a lui le cosce ed il petto, forse ci siamo conosciuti lì?”

Zen. Saggezza estemporanea – Un giorno in un tempio buddista c’era stata una solenne cerimonia che aveva visti impegnati tutti i monaci. Terminati i riti il monaco che fungeva da cuoco si precipitò nell’orto e tagliata un po’ di verdura cucinò una veloce zuppa. Malgrado l’estemporaneità della preparazione tutti la trovarono particolarmente saporita ma ad un tratto il capo del monastero chiamò il cuoco e mostrandogli la sua ciotola, con dentro la testa di un serpente, gli chiese irato: “Cos’è questa..?” Al che il monaco senza perdersi d’animo prontamente rispose… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/la-saggezza-estemporanea-dello-zen.html

Riduzione parlamentari – Scrive Vincenzo Zamboni a integrazione dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.com/2019/10/taglio-del-numero-dei-parlamentari.html?showComment=1570604378607#c5456334336755627227 -: “Aderirò alla raccolta di firme referendarie, come da art 138 in tema di modifiche costituzionali, è giunto il momento di ignorare un parlamento demagogico, che vende la rappresentatività democratica in cambio di un cappuccino…” Continua in calce al link

Roma. Riduzioni parlamentari. Le ragioni del No – Scrive Maurizio Turco: “Ridurre?il numero dei parlamentari? Le ragioni del NO. Roma lunedì 21 ottobre ore 10-13, Camera dei Deputati – Sala Aldo Moro, con Felice BESOSTRI, avvocato, già deputato; Augusto CERRI, professore di Diritto Costituzionale Università Sapienza di Roma; Giovanni Maria FLICK, Presidente emerito della Corte Costituzionale; Maurizio TURCO, segretario del Partito Radicale. Info: +39 06 689 791?

Conseguenze dell’intervento umano in natura – Dove l’uomo è intervento immediatamente l’equilibrio naturale è andato perso. Lo abbiamo visto, ad esempio, con la desertificazione del nord Africa e del medio oriente causata da un esagerato incremento nell’allevamento domestico e di transumanza. Questo più l’abitudine venatoria nei confronti di specie ritenute nocive o -al contrario- utili all’economia umana hanno trasformato talmente l’habitat da renderlo irriconoscibile… – Continua: http://www.lteconomy.it/blog/2019/10/09/il-bioregionalismo-e-gli-interventi-delluomo-sullhabitat-naturale/

Se l’ultimo arrivato porta male – Scrive Gianni Donaudi: “L’ultimo ad arrivare fu gambastorta, recita un vecchio detto spezzino. Io in tutti gli ambienti che ho frequentato mi sono sempre trovato male da quando è arrivato, appunto, l’ultimo – chissà perché da quel momento i miei rapporti armoniosi con gli altri non sono più stati gli stessi – stavo bene con 10 persone – doveva arrivare l’11° a rompere le palle? A influenzare e manipolare, a deviare gli scopi del gruppo? So, comunque, che come ho visto l’ultimo arrivato ho subito capito che c’era qualcosa che NON an/dava…”

Se mancano i soldi – Scrive Olga Samarina: “Un alieno giunge sulla Terra per inserire i terrestri nel catalogo delle civiltà intelligenti. Fa una domanda: “Perché con l’abbondanza della terra, dell’acqua e della luce c’è ancora la gente che fa la fame?…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/10/intelligenza-umana-alieni-e-soldi.html

Pisciarello di Moje. Seminasogni – Scrive Giovanni: “Il prossimo Seminasogni, programmato per il 27 di Ottobre 2019, si svolge in località Pisciarello di Moje (vicino a Treia). Vi ricordo che in mattinata, credo tarda, ci sarà il Cantafavole. Richiesta adesione bimbi a: Gianluca Lalli 3465125118 – giallupo@hotmail.it”

Poi è arrivata Greta… – Scrive Massimo Lupicino: “E tutto si è rivelato con una chiarezza sconosciuta. Che il fenomeno Greta fosse legato a doppio filo con la politica si poteva intuire fin dalle origini, dall’affascinante intreccio di personaggi e di storie accomunate da un retroterra ideologico ben preciso, e dalle sorprendenti coincidenze. Il resto è storia nota, la storia di una protesta “contro il Sistema” fatta a
colpi di selfie con gli esponenti più potenti e influenti dello stesso Sistema. Di comparsate agli happening più cari alle elites mondialiste…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/10/09/lorigine-del-male-poi-e-arrivata-greta/

Ciao, Paolo/Saul

Ultime notizie – La nostra “lettrice” Anna Maria Campogrande ci segnala un suo importante articolo, sulla questione linguistica europea, apparso su La Repubblica: https://mail.google.com/mail/u/0/#inbox/FMfcgxwDrcCfjFwRqplBCWrDkbBNDhxJ?projector=1&messagePartId=0.1


………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Abbandona l’idea di diventare qualcuno, perché sei già un capolavoro. Non puoi essere migliorato. Devi solo arrivarci, comprenderlo, realizzarlo.” (Osho)




permalink | inviato da retebioregionale il 10/10/2019 alle 5:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

9 ottobre 2019

Taglio del numero dei parlamentari, Roma: Extintion Rebellion protesta, orti urbani, le inchieste di Daniele Ganser, Vaticano: la cricca del Bergoglio, Treia: progetto di volontariato…

Il Giornaletto di Saul del 9 ottobre 2019 – Taglio del numero dei parlamentari, Roma: Extintion Rebellion protesta, orti urbani, le inchieste di Daniele Ganser, Vaticano: la cricca del Bergoglio, Treia: progetto di volontariato…

Care, cari, dopo il passaggio al Senato anche alla Camera passa l’approvazione della riforma costituzionale per il taglio del numero dei parlamentari che ridurrà il numero dei deputati da 630 a 400 e quello dei senatori da 315 a 200. La riforma è stata fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle e la sua approvazione ha costituito uno dei requisiti per la formazione del secondo governo Conte insieme al PD. La riforma è stata approvata con una larga maggioranza. Infatti insieme a PD e Movimento 5 Stelle anche Forza Italia e Lega hanno dato il loro voto a favore… – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/10/taglio-del-numero-dei-parlamentari.html

P.S. Dunque è stata approvata la nuova legge che modifica la Costituzione, con 553 voti favorevoli, i peones hanno votato sì ma dicono che “schifo”… mi ricorda la battuta di Calderoli, dopo l’approvazione della sua legge elettorale che pubblicamente definì una “porcata”…”

Roma. Extintion Rebellion protesta – Con una manifestazione autorizzata dalla questura Extintion Rebellion (XR) ha compiuto, il 7 ottobre u.s., una simbolica “occupazione” di piazza Montecitorio, a Roma, iniziando così la settimana italiana di proteste. Gli attivisti italiani del movimento internazionale per l’ecologia e il clima dal 7 al 13 ottobre hanno indetto una settimana di mobilitazione. Le proteste saranno a Roma, dove risiede il cuore del movimento: il centro sociale Brancaleone di Montesacro… – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/10/roma-extintion-rebellion-protesta.html?showComment=1570549351510#c2233960041155032561

Commento di M.C.: “E l’ invasione della Siria non meriterebbe proteste? Erdogan continua a torturare a morte la Siria, come fa dal 2011, d’accordo con gli USA. Che fare? A noi non serve manifestare…”

Orti urbani. Pro e contro – Scrive A.K.: “Diffusi ovunque dal centro alla periferia gli orti nascono in zone urbane e periurbane per consentire alle famiglie di dedicarsi ad essi in nome dell‘autoproduzione e dell’autosufficienza. Ci sono però anche valutazioni negative rispetto a questo tipo di interventi…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/10/orti-bioregionali-urbani-pro-e-contro.html

Spilamberto. Semi di consapevolezza – Scrive Ting: “Mercoledì 9 ottobre 2019 ore 20.30, pillola di consapevolezza presso TING in via S. Adriano 13 a Spilamberto, argomento: L’IRIDE, lo specchio dell’anima, iridologia, lo studio degli organi riflessi nell’iride, con la dott.ssa Monica Russi, biologa e naturopata…”

Le inchieste verità di Daniele Ganser… – Scrive Ireo Bono: “Ringrazio Verlag Zambon per aver messo in rete la conferenza dello storico Daniele Ganser e grazie anche al dr. Ganser per i gentili apprezzamenti all’Italia ed agli Italiani e per le sue considerazioni sull’Italia come protettorato degli Stati Uniti e sui forti dubbi a proposito delle cause ufficiali del crollo del grattacielo 7, dubbi che andrebbero estesi anche alle altre due torri. Ho conosciuto, via internet, il Dr. Ganser diversi anni fa e mi ha colpito per la sua generosità e per il suo sostegno alla causa palestinese…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/10/08/ireo-bono-e-le-inchieste-verita-di-daniele-ganser/

Concorso letterario. “Non solo Draghi” – Scrive Racconti Marchigiani: “Vi scriviamo per informarvi del concorso letterario nazionale “Non solo Draghi”, la cui scadenza è fissata per mercoledì 20 novembre 2019. I racconti sono a tema e ambientazione libera, unico vincolo per la partecipazione è che nel testo sia presente almeno una creatura fantastica, inventata o che rimandi alla tradizione del fantastico/fantasy. La partecipazione è gratuita. Info: racconti.cultora@gmail.com”

Vaticano. La cricca del Bergoglio – Scrive Andrea S. Marini Balestra : “Le notizie che ci vengono dal Vaticano sono a dir poco allarmanti. Papa Francesco, quello proprio che prendendo il nome del poverello di Assisi, il campione della bontà e della tolleranza, ha tradito l’insegnamento del patrono d’Italia ed ha rivestito quello di uno scaltro politico. Si, proprio quello, che un capo di una Chiesa non dovrebbe mai assumere.” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/10/08/vaticano-la-cricca-del-bergoglio-consolida-il-potere-temporale/

Milano. Verdedipinta – Scrive Luigi Caroli: “Finge il verde l’assessore! (e gli piace farlo domenica). Rosso aver dovria colore. Marmo, granito e puzzolana son quei che poi gradisce in settimana. E IL GRANDE CAPO? Come priorità dicea “periferie”! Ambrogin a chi in centro fa le porcherie. Ma pur se ogn’ora egli ride e mente il popol bue rimane indifferente. Rimangon suo pensier le donne ricche; ai milanesi porge il due di picche…”

Treia. Progetto di volontariato “Compagnia e presenza”. Resoconto dell’assemblea del 7 ottobre 2019 – Scrive Antonio Cristofanelli Broglio: “Ho partecipato, la sera del 7 ottobre 2019, all’Assemblea Pubblica sul Volontariato con interessanti interventi e spunti mirati allo sviluppo del progetto “Compagnia e Presenza” in sintonia con tutti i partecipanti sotto l’egida di AUSER TREIA,  di AVIS TREIA e di ADESSO YOGA, oltre eventualmente a tutte le altre Associazioni di Volontariato che desiderassero unirsi…” – Continua: https://auser-treia.blogspot.com/2019/10/treia-resoconto-dellassemblea-pubblica.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La grande Via è universale. Si applica sia a sinistra che a destra. Tutti gli esseri si affidano ad essa per la vita, ed essa non li rifiuta. Compite le sue opere non le rivendica” (Tao Te Ching)




permalink | inviato da retebioregionale il 9/10/2019 alle 6:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

8 ottobre 2019

Festa a Casavaldisasso, politica ed economia ecologica, neuro-psico-fisiologia, compleanno di Vladimir Putin, contro l’occupazione militare della Sardegna…

Il Giornaletto di Saul del 8 ottobre 2019 – Festa a Casavaldisasso, politica ed economia ecologica, neuro-psico-fisiologia, compleanno di Vladimir Putin, contro l’occupazione militare della Sardegna…

Care, cari, non avevo aspettative riguardo alla festa per il mio compleanno a casa di Maria e Tiziano, nella frazione di Roccamalatina a Casavaldisasso. Mi ero preparata solo facendomi preparare da una delle fornaie di Spilamberto, dove mi ero servita già in alcune occasioni trascorse, una grande crostata di amarene ed alcuni pezzi di pizza; mi ero vestita semplicemente e comoda, poi, all’orario stabilito, io ed alcune amiche tirate su strada facendo (Grazia, Patty e Gianna, mentre Rosalba alla fine ha deciso di venire con la sua macchina) siamo partite ed arrivate puntuali all’incontro, fissato per le 15 di domenica 6 ottobre 2019, a Casavaldisasso… (Caterina Regazzi) – Continua:
https://retedellereti.blogspot.com/2019/10/guiglia-casavaldisasso-dove-la.html

Aldilà delle ideologie – Scrive Jimmie Moglia a commento-integrazione dell’articolo http://paolodarpini.blogspot.com/2019/10/greta-i-gretini-e-la-fatica-di-restare.html -: “Censui et in eam ivi sententiam, che le posizioni del sottoscritto – mutatis mutandis – coincidono con quelle di Paolo D’Arpini. Dico ‘mutatis mutandis’ perché: 1) Vivo in Oregon e in ambiente politico-sociale diverso, ma sostanzialmente parallelo, per quanto riguarda l’ideologia e la sopraffazione dell’ “altro” 2) Condivido con Paolo, che non ho conosciuto personalmente, il vegetarianismo da molti anni, quando il ‘vegetarianismo’ non era ‘cool’. Peraltro, nel caso, il ‘cool’ è eccezione che conferma la regola. Vale a dire, generalmente tutto ciò che è ‘cool’, mi fa venire l’orticaria, e gli anticorpi mentali si attivano automaticamente rigettandolo. Tuttavia se il ‘cool’ aiuta a rendere popolare il vegetarianismo, che ben venga. Anche perchè il vegetarianismo non aiuta solo gli animali, ma anche – coeteris paribus – la salute di chi lo pratica. 3) Parlo degli US of A, ma se una generalizzazione è permessa, oggi la ‘destra’ è più a sinistra della ‘sinistra’ d’antan. Ergo nelle circostanze spero che anche altrove e in Italia ci se ne renda conto. E si lascino da parte pesi e macine storiche che impediscono lo sviluppo di un’ideologia comune, per combattere la peste del pensiero dominante, imposto dall’alto come se fosse quel che vogliono le masse. Vale e saluti alla bellissima e unica Calcata…”

Repetita iuvant. Denaro, economia e finanza – Il fatto è che se non viene risolto il problema economico in modo ecologico ed “etico” la società non potrà  progredire e resterà preda di tormenti consumistici e schiavitù lavorative. Il denaro che è nato come mezzo di facilitazione per lo scambio di beni necessari, ed in se stesso all’inizio aveva un valore universalmente riconosciuto (la prima moneta furono gli spiedi che avevano un uso reale), è diventato pian piano un mezzo speculativo di asservimento e di sperequazione sociale. Sia ben chiaro non è colpa del denaro in quanto tale se ciò è avvenuto ma la “colpa” sta nel modo in cui è stato utilizzato (e qui intendo proprio nel senso “utilitaristico” speculativo). Non voglio però fare una cronistoria del percorso. Fermiamoci al momento presente e cerchiamo di capire chi oggi detiene il potere di emettere denaro ed a quale prezzo per la comunità umana…. – Continua: https://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Economia-ecologica-signoraggio-debito-pubblico-tasse

Politica ed economia ecologica – Un partito politico, e di conseguenza un governo, viene apparentemente fondato per il bene del popolo ma in realtà diviene una corporazione che serve solo a se stessa. Una amministrazione tiene le cose sotto il suo controllo e prolifera leggi di una sempre crescente complessità ed incomprensibilità. In effetti ostacola il lavoro produttivo domandando tanti rendiconti sicché il registrare quanto è stato fatto diventa più importante di quel che è stato realmente fatto. In questo modo, incrementando la burocrazia ed i cavilli, si può andare sempre più in là nell’astrazione, tuttavia nella crescente angoscia riguardante la sovrappopolazione, la massificazione culturale, la mistificazione negli interessi economici occulti, l’inquinamento e lo squilibrio ecologico, i disastri potenziali dell’incremento tecnologico militaresco, etc. soltanto di rado siamo in grado di riconoscere che i nostri governi sono diventati auto-distruttori delle istituzioni umanitarie… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/10/politics-economy-ecology-and-lay.html

Siamo gretini o anti-gretini? – Scrive J.E. a commento integrazione dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.com/2019/10/greta-i-gretini-e-la-fatica-di-restare.html?showComment=1570374743016#c3129221963515091606 -: “Ad evitare che il fumo nasconda l’arrosto, voglio ri-segnalare l’ottimo articolo di Piero sull’argomento FFF XR Greta e collegati https://www.sinistrainrete.info/ecologia-e-ambiente/15991-piero-pagliani-due-o-tre-cose-sul-clima-e-i-fridays-for-future.html – che magari nel casino seguente a qualcuno può essere sfuggito. Notevoli pure i contenuti dei commenti al seguito. Buona polemica a tutti…”

Neuro.psico.fisiologia – Scrive ISN: “Lo psicologo Michele Trimarchi, padre della neuro.psico.fisiologia, presenterà a dicembre di quest’anno un corso rivolto a tutti per recuperare dalle memorie dal nostro io bambino quelle condizioni che ci fanno tutti potenzialmente geni. Per spiegare questo metodo Trimarchi in una sua breve nota ha affermato: È stato dimostrato che il cervello del bambino già nel ventre materno inizia a percepire tutto lo stato vibrazionale della madre, formando dentro di sé le fondamenta della sua esistenza…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/10/neuroscienze-come-ritrovare.html?showComment=1570433245584#c7683856820367550767

Mio commentino: “In diverse occasioni ed in diversi incontri ho avuto il piacere di ascoltare le allocuzioni del prof. Michele Trimarchi relative alla sua teoria della “neuropsicofisiologia applicata”. Al proposito ho trovato estremamente interessante il suo discorso sul funzionamento dei due emisferi cerebrali, che in qualche modo configura scientificamente la teoria dello Yin e dello Yang della filosofia taoista…”

7 ottobre 2019 – Compleanno di Vladimir Putin – Scrive Irina Nazarova: “Grazie alle politiche di Vladimir Putin la Russia di oggi è un Paese civile che unisce tutto il suo popolo preservando e valorizzando l’unicità di ogni etnia (195 circa), la storia viene rispettata nel suo complesso senza rinnegarla o riscriverla, questo atteggiamento insegna alle future generazioni il valore di tutte le esperienze e permette di introdurre quelle positive nel contesto attuale, imparando dagli errori passati, riacquistando l’orgoglio nazionale e valorizzando principi etici e morali come i pilastri fondamentali in un Paese-Civiltà. Buon compleanno Presidente!” – Vedi anche: http://paolodarpini.blogspot.com/2017/12/lepopea-di-vladimir-putin-realta-o.html

Salute mentale – Scrive Gigliola Rosciani: “La Giornata Mondiale della Salute Mentale, che si celebra il 10 ottobre, è un’opportunità per aumentare la consapevolezza sui problemi di salute mentale. In questa Giornata l’Heartfulness Institute e l’Istituto di Autocompassione sono felici di proporvi una conversazione tra Kamlesh Patel e Chris Germer. Info: alberochecammina@tiscali.it”

S. Antonio di Santadi. Contro l’occupazione militare della Sardegna – Scrive BDS: “BDS Italia aderisce alla Manifestazione contro l’occupazione militare che si svolgerà il 12 ottobre 2019 presso il poligono di Capo Frasca. Oltre 40 comitati, movimenti, associazioni e sindacati manifesteranno insieme in Sardegna contro le esercitazioni e l’occupazione militare. Le basi militari e i poligoni sfruttano e devastano oltre 35 mila ettari del territorio sardo sotto il vincolo delle servitù militari per attività finalizzate alle sperimentazioni di armamenti e alle esercitazioni militari…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/10/07/s-antonio-di-santadi-manifestada-12-ottobre-2019-contra-a-s%e2%80%99ocupatzione-militare-de-sa-sardigna/

Ciao, Paolo/Saul
…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Chi sa non parla
chi parla non sa.
Chiudi i sensi,
serra le porte,
smussa le punte,
risolvi le complicazioni;
armonizza la luce,
assimila il mondo.
Questa si chiama l’uguagliana misteriosa”
(Lao Tze)




permalink | inviato da retebioregionale il 8/10/2019 alle 5:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 ottobre 2019

Siamo gretini o anti-gretini?, Bologna: la Cina del XXI secolo, agricoltura bioregionale del non fare, visite sul bioregionalismo, amore e libertà

Il Giornaletto di Saul del 7 ottobre 2019 – Siamo gretini o anti-gretini?, Bologna: la Cina del XXI secolo, agricoltura bioregionale del non fare, visite sul bioregionalismo, amore e libertà

Care, cari, beh, almeno un risultato la ragazza Greta (o chi per lei) l’ha ottenuto, è riuscita con la sua campagna contro il “calore terracqueo” a riscaldare talmente gli animi degli ecologisti da dividerli inesorabilmente in “Gretini” ed “Anti-gretini”, ora finalmente potranno scannarsi tra loro insultandosi e apostrofandosi con vari epiteti “traditori”, “poveri illusi”, etc., mentre le fabbriche di armi, i media telematici e piombati, le banche, i grandi finanzieri, i capi religiosi, insomma i padroni del vapore, continuano ad ingrassare ed a fare affari. Greta Thunberg è come il gioco del pallone per gli italiani, quando c’è una grave crisi e si corre il rischio di una rivoluzione, il pallone risolve tutto. Me ne sono accorto allorché… – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/10/greta-i-gretini-e-la-fatica-di-restare.html?showComment=1570374743016#c3129221963515091606

Commento di V.B.: “Non mi sento un “anti-gretino” viscerale, ma non voglio nemmeno fare la parte dell’ingenuo di fronte ad un movimento che ha troppi “pupari” che lo manovrano dall’alto per controllare ed indirizzare la massa giovanil-progressista-ecologista verso finti bersagli ed esiti innocui, e/o forse per lanciare una nuova presunta “green-economy”…”

Mio commentino: “Quelle di V.B. sono le mie stesse motivazioni. P.S. A proposito del surriscaldamento terracqueo… ieri mattina è scattato il termostato automatico che aziona l’accensione della caldaia, la partenza è regolata sui 18 gradi. Non mi è sembrato un segnale di grande aumento del “calore”. Ma forse come dicono alcuni scienziati “fa più freddo perché fa più caldo”. Beh, avrà tutto da guadagnarci la Russia da cui importiamo il gas…”

Roma animalista – Scrive ENPA: “Martedi 15 Ottobre 2019 alle ore 12, presso il “Cinema dei Piccoli” a Villa Borghese in Roma, nei pressi della “Casa del Cinema”, si terrà per la Stampa la presentazione del Docufilm “MONDOABBESTIA” girato in Sicilia, dalla piattaforma Zoome in collaborazione con ENPA , che ha raccolto le istanze di parecchi volontari locali. Sarà, inoltre, allestito un piccolo rinfresco…”

Bologna. La Cina del XXI secolo – Scrive Maria Morigi: “…la Cina è un mondo cui l’Occidente ancora guarda con timore e diffidenza, appena un po’ attutiti dalle prospettive vantaggiose di collaborazione commerciale; si continuano, infatti, a sentire fin troppe opinioni e facili ‘post-verità’ – a conferma dei nostri pregiudizi – su una Cina nemica del cristianesimo. Incontro sulla Cina presso Belzebo a Bologna, il 19 ottobre 2019…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/10/bologna-19-ottobre-2019-la-cina-del-xxi.html

Parigi. Gilet Gialli ed Extintion Rebellion pro Greta – Scrive V.B.: “…a Parigi continua la mobilitazione internazionale per il “clima”, lanciata da Greta. Gilet Gialli, Extinction Rebellion ed altri collettivi, occupano un centro commerciale. Se i Gilet Gialli, nati come movimento anti-sistema, si mettono con un movimento ambiguo “sorosiano” manovrato dall’alto, come extinction rebellion, significa che sono finiti. Spero che solo una minoranza abbia abboccato…”

Agricoltura bioregionale del non fare – Scrive Corrado Penna: “L’agricoltura del non fare: la vera agricoltura naturale e bioregionale che rispetta l’ambiente e permette di ottenere ottimi risultati con pochi sforzi. Masanobu Fukuoka è un microbiologo giapponese che ha scoperto il classico “uovo di Colombo” dell’agricoltura naturale: se in natura la frutta ed i vegetali di cui ci nutriamo crescono spontaneamente, perché dovremmo lavorare sodo per arare, concimare, diserbare, potare?…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/10/bioregionalismo-e-lagricoltura-del-non.html

Bioregionalismo e visualizzazioni. Scrive Luigi Caroli: “Caro Paolo, toglimi una curiosità. Linkando BIOREGIONALISMO – TREIA – BLOGSPOT, in fondo, sulla sinistra, si trova VISUALIZZAZIONI TOTALI. L’ultima lettura è 775583. Il giorno precedente era 775252. In un giorno 331 arrivi. Visto che gli americani sono – come hai sottolineato anche ultimamente – tuoi entusiasti lettori e c’è una grossa differenza, loro sono esclusi dal conteggio? Il numero che leggo a cosa si riferisce? Da tempo seguo e registro (passatempo di un pensionato) le visualizzazioni…”

Mia rispostina: “Caro Luigi, i numeri che avevo riferito recentemente erano relativi al blog “Altra Calcata … altro mondo”. Sul blog “Bioegionalismo Treia” i numeri sono inferiori, qualche centinaio al giorno, soprattutto in seguito al bannamento di facebook che non accetta più i link provenienti da quel blog , non so bene per quale ragione…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/10/bioregionalismo-treia-visualizzazioni-e.html

Toscana. Scuola plastic free – Scrive Arpat: “Con l’avvio del nuovo anno scolastico molti studenti toscani avranno in dotazione una borraccia in alluminio, acciaio o plastica riciclata, “offerta” dai gestori del servizio idrico o dal comune o ancora dalla scuola stessa…”

Amore e libertà – Scrisse Osho: “L’amore è armonia. Il romanticismo va bene se sei un poeta, e i poeti, si sa, non sono buoni amanti né buoni mariti. Difatti la maggior parte dei poeti sono scapoli… l’Amore non è una passione. L’Amore non è una emozione. L’amore è una comprensione profonda del fatto che in qualche modo l’altro ti completa. Qualcuno ti rende un cerchio perfetto; la presenza dell’altro rinforza la tua presenza. L’amore dà la libertà di essere se stessi, non è possessività…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/osho-amore-e-liberta-recensione.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La mente (ego) tende ad appropriarsi delle esperienze vissute. Naturalmente non è necessario, al fine di realizzare la nostra vera natura, “rinunciare” alla identità fisiologica (nome-forma) ma dobbiamo integrarla con il Tutto, anche perché ne facciamo parte ed il Tutto è inscindibile. Vedi il concetto di “ologramma”, in cui ogni parte che compone l’immagine è costituita dalla totalità dell’immagine stessa. Illudersi di essere separati dal Tutto significa cadere nel dualismo separativo. Il nome-forma è come un’onda che sorge sul mare dell’Assoluto, il quale è appunto il substrato necessario all’esistenza dell’io. Realizzare che l’io è solo il Sé, riflesso nello specchio della mente, è la chiave della Conoscenza” (Saul Arpino)




permalink | inviato da retebioregionale il 7/10/2019 alle 5:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

5 ottobre 2019

Salvare il pianeta con il bioregionalismo non con il gretinismo d’assalto e la finanza maiala, una riflessione sui Fridays For Future, quando il sé si riconosce nel Sé…

Il Giornaletto di Saul del 5 ottobre 2019 – Salvare il pianeta con il bioregionalismo non con il gretinismo d’assalto e la finanza maiala, una riflessione sui Fridays For Future, quando il sé si riconosce nel Sé…

Care, cari, oggi si fa strada una proposta politica ambientalista più amica della natura e con la possibilità di tirarci fuori dall’attuale crisi: il bioregionalismo. In termini di scala il bioregionalismo è centrato nella regione e nella comunità; in economia, nella conservazione, adattamento, autosufficienza e cooperazione; in politica, nel decentramento e nella sussidiarietà, sulla partecipazione e sulla ricerca di consenso: nella cultura, favorisce la simbiosi, la diversità e la crescita qualitativa e inclusiva. Il compito-base del bioregionalismo e di far sì che gli abitanti capiscano l’importanza di valorizzare il luogo in cui vivono… (Leonardo Boff)… – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/10/leonardo-boff-bioregionalismo-un-seme.html

Roma. Giardinaggio volontario – Scrive Zappata Romana: “Sabato 5 ottobre 2019 all’Hortus Urbis giadinaggio volontario per tutti. Dalle 11 alle 13, due ore del tuo tempo per dare una mano. Ti aspettiamo. Info: zappataromana@gmail.com”

Gretinismo d’assalto e finanza maiala – Scrive Michele Rallo: “Per fermare il disastro ambientale si deve necessariamente fermare il sovrappopolamento del pianeta, cresciuto a dismisura negli ultimi decenni. Eravamo 2 miliardi e mezzo nel 1950, 7 miliardi nel 2011 e fra soli trent’anni dovremmo toccare i 10 miliardi. Se non si inverte questa tendenza, le risorse del pianeta continueranno inesorabilmente a diminuire, e la produzione di scorie e rifiuti continuerà altrettanto inesorabilmente ad aumentare, con connesso aumento anche di inquinamento, mutamenti climatici e disastri ambientali. Oltre al fattore demografico ve n’è un altro da cui non si può assolutamente prescindere per ogni serio discorso ambientalista: quello delle risorse finanziarie. Per riconvertire e modificare significativamente i processi produttivi, occorrono cifre enormi. Ed è questo il motivo per cui tutti i mille summit internazionali, le varie conferenze sul clima e le altre festose occasioni conviviali non hanno prodotto un bel niente. I soldi non ci sono. O, meglio, ci sarebbero se… ” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/10/lambiente-e-malato-ma-il-gretinismo-e.html

Commento di V.B.: “Potreste anche leggere l’articolo di F. William Engdahl, studioso americano, docente di rischio strategico, laureato a Princeton, e autore di bestsellers di geopolitica ed economia: “Il clima e la via dei soldi”; oppure l’articolo della scrittrice colombiana Cecilia Zamundio: “il maquillage verde del capitalismo non cambia la sua essenza depredatrice: la favola di Greta e i suoi limiti”- Entrambi gli articoli li si può trovare su www.resistenze.org …”

Commento di G.V.: “Annunciata l’agenda eco-fascista dei banchieri. Anche se tralasciato dai media occupati a celebrare la recita di Greta Thunberg, all’assemblea generale dell’ONU è stato svelato anche un complotto dei banchieri centrali, per un “cambio di regime nella finanza” globale, con l’intervento del governatore della Banca d’Inghilterra Mark Car subito dopo quello di Greta…”

Quando il se stesso si riconosce in Se Stesso – Il Risveglio non può essere indotto con le parole, quel Risveglio in cui il “se stesso” si riconosce in Se Stesso, l’essere come veramente è, completo, puro, reale, perfetto, senza paure e senza desideri. La scomparsa di paure e desideri deve avvenire spontaneamente, quando scoprendo e amando il nostro vero Sé, non abbiamo più paura di nulla e non abbiamo più desideri. Così senza sostenere prove o sentirci stressati possiamo seguire le due vie:  quella dell’amore verso l’esterno e quella della conoscenza verso l’interno. Che poi sono una sola…” – Continua: https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/10/the-awakening-in-which-self-is.html

Clima e guerre. Scrive Marinella Correggia: “Salve a tutti, per via di articoli da me scritti a partire dal 2003 sul rapporto guerre e clima (prima o poi lo scopriranno anche gli Extinction Rebellion e i Fridays for Future – e allora di guerre parleranno tutti i media e tutti i governi e organizzazioni, di certo) sono in contatto con questa rete, World Beyond War (contatti: https://worldbeyondwar.org/italiano/), che appunto ha studiato il tema in anni non sospetti. E non ha fatto carognate negli ultimi anni rispetto a Libia e Siria, mi pare. Hanno il loro congresso in Irlanda il 5 e 6 ottobre 2019. Ovviamente si può farne parte come individui e gruppi…”

Mattatoio. L’inferno dimenticato – Scrive Franco Libero Manco: “Se l’inferno esiste sono i mattatoi, dove gli animali aspettano in fila di essere smontati tra il puzzo, gli escrementi e le interiora sparse sul pavimento di chi li ha preceduti. Se c’è un’ingiustizia che grida vendetta sono i fiumi di sangue versati negli scannatoi pubblici, approvati, richiesti da gran parte della massa e benedetti anche dal clero…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/10/04/mattatoio-linferno-dimenticato/

Capranica Sutri. Happy Hour – Scrive Danilo Piersanti: “In occasione dell’arrivo alla stazione di Capranica Sutri del treno turistico proveniente da Manziana, desideriamo invitarla il giorno 13 ottobre alle ore 12,00 all’Happy Hour, alla presentazione di prodotti tipici ed enogastronomici del territorio, alla mostra fotografica della Ferrovia Civitavecchia Orte e all’incontro con la stampa organizzato da Terra Tua, AICS?ambiente e Comitato per la riapertura della  Civitavecchia Capranica Sutri Orte della Ferrovia dei Due Mari.”

Una riflessione sui Fridays For Future e sul “fenomeno” Greta – Scrive Angelo Baracca: “…credo che sia giunto il momento di avviare una riflessione collettiva aperta e approfondita. Io mi sono buttato entusiasticamente fin dalle primissime battute a Firenze nel movimento dei FFF (Fridays For Future), e partecipo assiduamente con le mie caratteristiche, certo né di studente né di giovane. Tuttavia nel corso di questi mesi si sono delineate con maggiore chiarezza alcune caratteristiche degli obiettivi di questo movimento che a me cominciano a sollevare alcune perplessità, e credo richiedano qualche considerazione critica…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/10/04/una-riflessione-sui-fridays-for-future-e-sul-fenomeno-greta-thunberg/

Ciao, Paolo/Saul

…………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Avere una fede religiosa non è altro che compiacersi di un’emozione. Come pure credere alla nascita e alla morte. In questa vita tutto ciò che cerchiamo di esprimere è sempre e solo qualcosa di emozionale…” (Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 5/10/2019 alle 4:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 2419025 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     settembre   <<  1 | 2  >>