.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
19 ottobre 2011

Bioregionalismo e speranza

Uscire dalla crisi.. piccoli accorgimenti e semplici mosse..

 
"Sirena che osserva il mare" - Dipinto di Franco Farina


IL PAESE CHE VORREI….

Se ne fossi capace, vorrei, in poche righe, dire da cosa comincerei se avessi il potere di cambiare le cose! E’ però davvero difficile perché ci sono troppe cose che non vanno in questo Paese! Ci provo. Per prima cosa mi guarderei intorno e scoprirei che esistono milioni di persone scontente che chiedono qualcosa…e cosa chiedono di così complicato? …forse, soltanto vivere dignitosamente nel Paese in cui qualcuno più in alto di noi ha deciso di farci nascere!

E’ semplice in fondo osservare cosa dovrebbe cambiare di questa realtà… cominciamo dai bisogni indispensabili: un tetto e un lavoro. Per la casa, basta osservarlo, ci sono tantissimi immobili vuoti e tantissime famiglie per strada… forse si potrebbe trovare un modo per far vivere queste persone in quelle case vuote…! Per il lavoro, distinguendo tra il lavoro che offre servizi e quello che produce beni, farei una riflessione: se volessi produrre servizi migliori di quelli attualmente disponibili, comincerei a riformare i più essenziali, che interessano le varie fasce di età: i bambini (la scuola ecc…), gli adulti (trasporti ecc…), gli anziani (assistenza per le malattie ecc…).

E cosa farei? Mi chiederei, o per lo meno rifletterei, su cosa possa veramente rendere quel servizio in grado di soddisfare le aspettative di chi ne dovrebbe usufruire! …e qui scopro che non dovrei cominciare a pensare ad una qualità superiore di servizio, ma semplicemente a “fornire” il servizio, dato che quasi sempre è carente se non addirittura assente!

Se volessi far ripartire il lavoro che produce beni, mi chiederei che cosa le gente comprerebbe (a parte i troppi prodotti alimentari nei supermercati), sempre se avesse i soldi per farlo, cosa che al momento è dubbia… Se ad esempio si decidesse di approvare una legge che promuove la musica in tutte le scuole esistenti, pubbliche e private, probabilmente tutti i settori che producono strumenti musicali avrebbero un gran lavoro e pertanto non dovrebbero licenziare più nessuno…. Giusto?

Un’altra legge, potrebbe promuovere moltissimi spettacoli nei teatri, con la conseguenza che il settore dei sarti e dei tessuti aumenterebbe la produzione, incrementando il lavoro a tutti gli artigiani chiamati a partecipare agli spettacoli (con tutto l’indotto che ne consegue…). E siccome gli spettacoli sono aumentati, mi accorgerei che gli spazi per rappresentarli risultano insufficienti… quindi penserei di recuperare gli edifici abbandonati (e ce ne sono veramente tanti), e anche in questo caso la ristrutturazione del patrimonio immobiliare dismesso avrebbe bisogno di molte mani e di molti operai, quindi di tanto lavoro per tanta gente… Se poi passiamo ai settori che urgono cambiamenti radicali perché le risorse fino ad ora disponibili sul pianeta sono in via di esaurimento, lì si aprirebbe una voragine di lavoro per tutti. Prendiamo soltanto il settore energetico.

Se tutti i veicoli attualmente in circolazione dovessero essere sostituiti da altri che viaggiano con tecnologie energetiche diverse dal passato, le fabbriche dovrebbero riaprire perché si dovrebbe far cambiare macchina a più di 40 milioni di italiani…. Certamente il lavoro non mancherebbe… Giusto?

Se poi entriamo in uno dei settori più attuali, come quello della comunicazione, ad esempio del cinema e della televisione, anche in questo caso basterebbe utilizzare questi strumenti per offrire al pubblico ciò di cui avrebbe veramente bisogno! La fiction, ad esempio, è un ottimo strumento per raccontare la Storia (tra l’altro rimane molto più impresso un film che un capitolo letto sul libro di scuola, fermo restando il valore dei libri che non dovrebbero mai mancare…). Ricordo che soltanto per trasmettere per mezz’ora la trasmissione serale “un posto al sole” su RAI3, lavorano più di 2000 persone, e non mi sembra poco!

Potrei continuare con 1000 altri esempi, e tutti confermerebbero che la carenza maggiore in questo Paese è la volontà di voler fare le cose! In fondo, basterebbe varare poche e semplici leggi che raccontano di un Paese finalmente libero da microinteressi, orientato verso l’Arte, la Cultura, la valorizzazione dei beni ambientali, lo spazio per i giovani e per la loro creatività, l’istruzione ecc… ecc…. ed automaticamente avremmo scritto le misure per la crescita economica…. Non credete?

Lidia


3 settembre 2010

Tradizione contadina in Emilia Romagna, il 23 e 24 settembre 2010: ”Equinozio di Autunno e Luna Piena - Tavole Rotonde e Mostra d'Arte su Cultura Contadina ed Archetipi Animali” - La celebrazione si svolge fra Spilamberto e Torre Maina di Maranello

Alcune considerazioni e spiegazioni sull'evento:

Il 23 settembre 2010 avremo l'Equinozio di Autunno per l'emisfero nord. Quest'anno l'evento corrisponde con la Luna Piena. Il Sole entra nel segno della Bilancia (Cane in Cina), le ore di luce equivalgono a quelle di buio e le forze contrapposte e complementari sono in perfetto equilibrio. E' soltanto nei giorni degli equinozi che il Sole sorge e tramonta esattamente nei punti cardinali est e ovest. Al di là delle considerazioni tecniche, gli equinozi assumono significati profondi dal punto di vista esoterico, in quanto rappresentano dei momenti cruciali nei cicli di alternanza e interazione delle energie invisibili. Non per niente le culture antiche celebravano questi momenti con cerimonie e rituali appropriati, in sintonia con tali significati. L'Equinozio di Autunno è lo spartiacque tra le due fasi alternate di prevalenza della Luce o delle Tenebre. Da quel momento, saranno le Tenebre a prevalere fino a raggiungere il culmine con il Solstizio d'Inverno in cui la luce riprende a crescere. Quel momento era celebrato nell'antichità come la festa del “Sole Invitto”.

Quando si comprende a fondo il significato dell'alternanza degli opposti non ci si sbilancia più in un senso o nell'altro, ma piuttosto si cerca di vivere ed agire in armonia con le fasi cicliche....



Programma del 23 settembre 2010:

h. 17.00 - Appuntamento a Spilamberto a casa di Caterina per raggiungere l'agriturismo Il Luoghetto a Torre Maina di Maranello (info. 333.6023090).


h. 18.00 – Nella ex stalla de Il Luoghetto, inaugurazione della Mostra d'Arte.

h. 19.00 – Inizio della Tavola Rotonda su “Equinozio di autunno, luna piena, cultura contadina ed archetipi animali” Moderazione ed introduzione sul significato archetipale animale ed umano di Paolo D'Arpini


Intervengono:

Giuseppe Panini: “Dodici mesi in campagna” - Detti contadini con accompagnamento di ocarina.

Sabine Eck: “L'importanza del sale nella dieta contadina ed animale” - E presentazione del libro, sul tema del sale vitale.

David Satanassi: “Psicologia animale, comportamenti degli animali da cortile e del cane nei loro rapporti con l'uomo” - Approfondimento in tema di etologia.

Caterina Regazzi: “Benessere animale, partendo dagli allevamenti di polli e gallline” - Approfondimento sul tema dell'allevamento industriale.

Antonella Marino e Samuel Okoro: “Poesie e favole di campagna e sugli animali in varie culture del mondo”.


Proseguono vari interventi a giro fra i partecipanti. La tavola rotonda viene corroborata da alcuni brani musicali antichi in sintonia, eseguiti dal musicologo Nicola Baroni.

h. 21.00 – Attorno alla Tavola Imbandita, buffet freddo con i cibi vegetariani bioregionali da ognuno portati, a base di uova e farina. Ogni apporto culinario ed ogni bevanda naturale sono benvenuti.

......


Programma del 24 settembre 2010: “Uscita dalla Vergine (Gallo) ed entrata nella Bilancia (Cane)” - Compleanno di Caterina Regazzi

h. 17.00 – Appuntamento a Spilamberto, a casa di Caterina, per raggiungere assieme Il Luoghetto. (info. 333.6023090).


h. 19.00 – Inizio delle Celebrazioni e Seconda Tavola Rotonda su cultura contadina e coltivazioni stagionali – Moderatore Paolo D'Arpini


Intervengono:

Caterina Regazzi: “ Storia di una gallina e memorie d'infanzia in campagna” - Lettura

Daniele Bruzzi, detto Fuzzi: “..ci sarebbe da ridere se non fosse che c'é chi piange..” - Cronistoria di una tradizione agricola dimenticata: la coltivazione della canapa.

Lucilla Pavoni: “La figlia del sarto” - Presentazione del libro omonimo con lettura di brani sulla vita contadine nelle Marche.

h. 20.00 – Incontro attorno al tavolo imbandito con le leccornie da ognuno portate. La festeggiata Caterina offre formaggio di pecora ed un dolce. Spegnimento delle candeline e brindisi.

h. 21.00 – Danze nell'aia con musiche arcaiche e popolari suonate dall'organetto.

.....


Particolari sulla Mostra d'arte sulla Cultura Contadina e sugli archetipi di Gallo e Cane - Curatrice: Margherita Sighinolfi


ESPONGONO:

Maurizio Tonelli – Foto di galli e galline

Francesca Cavani – Scorci campagnoli


E' stato invitato alla mostra il Canile Municipale di Spilamberto con foto segnaletiche di animali in adozione e tazebao esplicativi sulle attività animaliste.



Informazioni generali: circolo.vegetariano@libero.it

Informazioni sulla mostra: margherita.sigh@alice.it

Informazioni logistiche: panini.g.2009@libero.it

http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/08/10/spilamberto-23-e-24-settembre-2010-%e2%80%9cequinozio-di-autunno-e-luna-piena%e2%80%a6%e2%80%9d/


16 febbraio 2010

Biennale d’Arte Creativa di Viterbo – Prima Edizione: dal 29 maggio al 6 giugno 2010

 

Cari amici, stiamo organizzando, in collaborazione  tra APAI (Associazione per la promozione delle arti in Italia)  e Circolo Vegetariano VV.TT., la Biennale d'Arte Creativa di Viterbo, che si svolge dalla fine di maggio ai primi di giugno 2010.

 

L’esibizione delle opere artistiche comprende tutte le arti creative: pittura, scultura, teatro, poesia, fumetto, grafica, moda, artigianato di vario genere,  etc. e sono invitati a parteciparvi i giovani artisti emergenti ed innovativi oltre ai maestri dei vari settori.

Abbiamo pensato di inaugurare l'esposizione con un evento introduttivo sul significato dell'arte come libera espressione dell'animo, il 29 maggio 2010, con una tavola rotonda su Espressione artistica  e Spiritualità Laica.

 

La prima edizione di questa   Biennale di Arte Creativa  si svolge nella Sala Gatti di Viterbo, con il patrocinio del Comune e della Provincia. Contemporaneamente all'esposizione generale verranno installate  le opere partecipanti ad un Concorso Artistico, indetto da APAI, che saranno esposte nell'Androne della Biblioteca degli Ardenti di Viterbo per tutto il periodo della Biennale: dal 29 maggio al 6 giugno 2010.

 

La premiazione delle opere migliori, scelte da una apposita Giuria, avverrà in chiusura della Biennale. Gli artisti (delle varie arti) di Viterbo e della Provincia che intendono partecipare possono richiede il bando di concorso a info.apai@virgilio.it  - 

 

...............

 

Carta degli intenti e presentazione della Biennale d'arte Creativa

 

La primavera è la stagione in cui tutto rifiorisce ed è quindi il periodo adatto per esprimere la propria capacità creativa. Spesso quel che è rappresentato nella natura trova anche una sua corrispondenza nella coscienza dell’uomo, infatti l’atto creativo, sia esso di Dio o di Madre Natura, è stato spesso paragonato a quello di un artista che produce la sua opera.

Ciò avviene poiché nel Logos del mondo manifesto si riconosce un disegno od uno scopo ed è esattamente quel che avviene con la produzione artistica. Ma potrebbe essere notata una differenza essenziale, infatti nel caso del lavoro artistico, come ad esempio la pittura, vi sono molte cause distinte. La materiale: le tele, il colore, etc; la formale: la configurazione, etc.; l’efficiente: l’artista, il pennello, etc.; e la finale: l’onorare qualcuno, guadagnarsi da vivere, etc. Ma nel caso della manifestazione del mondo non vi sono cause distinte, essendo l’originale una sola, sia essa definita Energia naturale o Dio.

“Egli dipinse il quadro dell’esistente in se stesso  e su se stesso, con il pennello della sua volontà, e fu subito lieto” Afferma una antica scrittura indiana riferendosi al Creatore. Ma anche in altri testi filosofici e scientifici spesso la pittura è usata come esempio per significare la progressiva capacità realizzatrice della vita. Seguendo il concetto dei tre stadi successivi della manifestazione cosmica, osserviamo che all’inizio vi è la “latenza” o “energia causale” poi subentra il “sottile” o “forma pensiero” ed infine il “grossolano” o “materia”. Questi stadi vengono comparati con 1) lo schiarimento delle tele ed il rafforzarle con l’amido; 2) lo schizzo dei contorni delle figure sulla tela; 3) riempitura delle immagini con il colore.

La “coscienza” o volontà creatrice è la causa coefficiente dell’opera, che è come la tela sbiancata;  la “capacità” operativa è la causa sottile, rappresentata dalle sembianze appena  schizzate ma presenti nella fantasia dell’autore, come è presente il feto nell’utero materno; ed infine la forma finale che è come la nascita o apparizione manifesta e si può paragonare alla pittura finita.

Dobbiamo però ricordare, come affermato in apertura del discorso, che queste funzioni creatrici, nel caso della “creazione dell’universo” appartengono tutte alla medesima Forza o capacità espressiva. L’artista, il materiale, l’opera, il  critico, il cliente.. etc. sono originati tutti dalla stessa Energia primordiale (o Dio).

“L’immagine di nome e forma, l’osservatore, lo schermo sul quale egli vede, e la luce per la quale egli vede… tutti questi sono Egli stesso” Affermava Ramana Maharshi.

Comunque volendo riconoscere la presenza di quell’Uno in noi tutti, e volendo assumere l’opera dell’artista come esemplificazione della capacità creativa di quell’Uno, l’ass. per la Promozione delle Arti in Italia ed il Circolo Vegetariano VV.TT. stanno organizzando  questa  manifestazione simbolica denominata “Biennale d’Arte Creativa”  per celebrare la creatività e la primavera.

Paolo D’Arpini

 

Per partecipare attivamente alla manifestazione, che prevede sia mostre artistiche che esibizioni di varia natura nonché discorsi culturali,  spirituali ed ecologici,  si può contattare:

Laura Lucibello – info.apai@virgilio.it – Cell. 333.5994451

Paolo D’Arpini  – circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0761/587200

www.circolovegetarianocalcata.it



 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     settembre        novembre