.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
5 settembre 2014

Riciclaggio della Memoria a Treia - 31 ottobre 2014

Treia, 31 ottobre 2014 - Presentazione di Riciclaggio della Memoria nella Sala Consiliare

 

 

 
Come avevo comunicato in precedenza in vari articoli mi son fermato a Treia per organizzare la prossima manifestazione che vi si terrà a fine ottobre, ovvero la presentazione ufficiale de “Il Riciclaggio della Memoria"  che si terrà nella sala consiliare del Comune di Treia il 31 ottobre 2014. Prossimamente verrà pubblicato il programma completo della manifestazione” intanto potete leggere di seguito  l'invito indirizzato  a bioregionalisti, ecologisti profondi e spiritualisti laici per chiedere la loro partecipazione, ovviamente se vi riconoscete nelle categorie menzionate siete anche voi invitati... 


 

Cari amici e colleghi,  
il libro Riciclaggio della Memoria - Appunti, tracce e storie di ecologia profonda, bioregionalismo e spiritualità laica,   doveva essere presentato ufficialmente lo scorso anno nel comune di Treia, ove risiedo. Purtroppo in seguito ad alcuni problemi amministrativi  e conseguente commissariamento del comune, la cosa non potette andare in porto. Ora la situazione istituzionale si è  ristabilita, con l'insediamento di una nuova Giunta e, in accordo con il sindaco Franco Capponi e con gli assessori preposti ai temi trattati, abbiamo deciso di presentare il libro nella Sala Consiliare di Treia il 31 ottobre 2014, alle h. 17. 

La giornata prevede vari momenti multiculturali ed attività bioregionali, fra cui una escursione erboristica mattutina, visita al centro di Treia ed alle sue emergenze storiche, Tavola Rotonda, esibizione artistica e musicale,  proiezioni d'immagini contadine, degustazioni di eccellenze vegetariane locali, etc. 

E per finire,  in serata, si terrà una cerimonia celebrativa per la Vigilia di Ognissanti, nella sede del Circolo Vegetariano VV.TT.

Alla presentazione del libro Riciclaggio della Memoria, a cui partecipano vari esperti delle materie in capitolo, sono particolarmente invitati i collaboratori e compartecipi del progetto bioregionale  per condividere con i presenti la loro testimonianza. La Tavola Rotonda verrà coordinata da Michele Meomartino, autore della prefazione e curatore per l'editore Tracce della Collana nella quale il libro è stato pubblicato. 

Ovviamente i partecipanti che vengono da lontano saranno graditi nostri ospiti, nella casa di Caterina, a Treia.   


 
Paolo D'Arpini - Referente P.R.  Rete Bioregionale Italiana  e Presidente Circolo vegetariano VV.TT.
Tel. 0733/216293


 


29 maggio 2014

Quaderni di Vita Bioregionale 2014 e schema programma del Collettivo Ecologista 2014 di Montesilvano



 


Montesilvano - Olis, il luogo dell'Incontro Collettivo Ecologista 2014

Bene.  Cari amici ho appena sentito Daniela Spurio e le ho chiesto di  impaginare i Quaderni di Vita Bioregionale 2014.  Lo farà.  
Devono essere pronti per l'Incontro Collettivo Ecologista che si tiene il 21 e 22 giugno a Montesilvano, perciò il tempo stringe....
In copertina ci sarà un suo disegno con il titolo e nell'ultima di copertina andrà il programma completo.   

 
Gli articoli per i Quaderni mi ha chiesto Daniela di mandarglieli separatamente uno per uno con l'eventuale immagine da inserire per ognuno così non si sbaglia.  Le pagine della rivista (Quaderni) sono 10 (venti facciate da cui vanno tolte la copertina e l'ultima, quindi per i testi restano solo 18 facciate), perciò servono  testi brevi.....  Vi chiedo estratti sintetici (mezza pagina) dell'intervento. Anche considerando che dovrò mettere un paio di articoli esplicativi sul bioregionalismo ed ecologia profonda. 

Aspetto quindi il materiale a stretto giro di posta (da inviare non oltre  il 7 giugno 2014)  e poi manderò tutto a Daniela....

 
Un abbraccio, Paolo D'Arpini

.................

Ah, qui di seguito la bozza del programma dei due giorni, prossimamente faremo una scaletta dettagliata con i nomi dei partecipanti  che avranno confermato la loro presenza all'incontro, in caso non abbiate ancora confermato fatelo immediatamente.....

Per iscriversi  ed avere notizie sulla permanenza e sul come raggiungere il luogo  contattare: michelemeomartino@tiscali.it
Tel. 393.2362091 - 085/4683554

Per avere informazioni sui temi generali trattati e per inviare gli articoli rispondere a me: bioregionalismo.treia@gmail.com
 
Cari saluti ed a presto, Paolo D'Arpini
Tel. 0733/216293

 
....................

 

 

Incontro Collettivo Ecologista 2014 - Montesilvano (Pescara) 

CIBO E SOSTENIBILITA’

Analisi, riflessioni, proposte tra

 

natura, cultura, società ed economia

 

Sabato 21 Giugno 2014

Dalle ore 11.00 in poi

Accoglienza e sistemazione

 

Ore 16.00

Raccolta dei fiori

 

17.00 – 18.50

Testimonianze ed Esperienze dai territori  

Esempi di buone prassi e comportamenti virtuosi

 

18.50 – 19.10

Pausa

 

19.10 – 20.50

Tavola rotonda

 

21.00 – 22.00

Cena

 

22.00 – 23.00

Musica e Falò

 

 

Domenica 22 Giugno 2014

 

Ore 9.30

Seduta di Yoga

 

Ore 10.15 - 13.00 (Pausa 11.30 – 11.50)

Testimonianze ed Esperienze dai territori:

Esempi di buone prassi e comportamenti virtuosi

 

Prima di Pranzo

Battesimo Laico con l’acqua benedetta

A cura Adriana Gandolfi

 

Ore 13.00 – 14.00

Pranzo

 

14.30 – 16.00

Spazio Benessere olistico

 

16.00 – 17.30

Prospettive e progetti comuni

 

Ore 18.00

Saluti finali


 

 

............................................

 
Introduzioni all'incontro:
Informazioni pratiche: la partecipazione è gratuita, si può campeggiare con tenda propria, oppure adattarsi nella struttura con sacco a pelo.  Per chi lo desidera c'è un bed and breakfast vicino a 25/30 euro a notte. Portare proprie suppellettili e biancheria, durante i due giorni si potrà compartecipare ai lavori di sostentamento e organizzazione. Per i pasti è richiesto un rimborso spese di 6 euro a persona, sono graditi apporti di cibi bioregionali autoprodotti. Si potranno esporre libri in sintonia e propri materiali e creazioni artigianali ed agricole. 


15 maggio 2014

Montesilvano, 21 e 22 giugno 2014 - Presentazione dell'Incontro Collettivo Ecologista




Indicazioni di percorso

L'Incontro Collettivo Ecologista del 2014 viene ospitato da Olis, Via Toscanini, 14 - Montesilvano (Pescara),
il 21 e 22 giugno 2014. Solstizio estivo

Si potrà campeggiare con tenda propria gratuitamente ed anche dormire gratuitamente (o con piccolo rimborso spese volontario) nella struttura che ci ospita. Per chi volesse ospitalità meno spartana nei pressi esiste un agriturismo a costi molto contenuti (venti o trenta euro per notte). I pasti sono preparati a cura dell'organizzazione dietro piccolo rimborso spese (5 o 6 euro a pasto), comunque sarà gradito, in cambio od in aggiunta, l'apporto di vegetali autoprodotti, frutta, vini ed affini. La dieta è vegetariana/vegana. Ci saranno due giornate piene di condivisione (in modo da creare l'atmosfera comunitaria) compresa una cerimonia sacrale attorno al fuoco, battesimo laico con l'acqua di San Giovanni, musica, poesie, momenti di relax, yoga mattutino, presentazione libri, libero scambio olistico, etc. Sono previste anche due tavole rotonde di approfondimento su agricoltura biologica e sul'approvvigionamento e distribuzione di beni necessari e due sessioni generali di sharing su proprie esperienze e proposte bioregionali. Sono invitati all'Incontro non solo i bioregionalisti ma anche gli ecovillaggisti, ecologisti profondi di varia scuola, spiritualisti laici, economisti solidali alternativi, vegetariani e vegani, bioagricoltori, etc.

Per avere un'idea dei temi trattati metto qui di seguito una serie di proposte e progetti già abbozzati:

Introduzione

La continuità della nostra società, in quanto specie umana, richiede una chiave evolutiva, una visione globale, per mezzo della quale aprire la nostra mente alla consapevolezza di condividere con l’intero pianeta l’esperienza vita.

Questa è la visione dell'ecologia del profondo, la scienza dell’inscindibilità della vita.

Ne consegue che sia la politica che l’economia umana devono tener conto dell’ecologia per avviare un progresso tecnologico che non si contrapponga alla vita e che sia in sintonia con i processi vitali del pianeta. La scienza e la tecnologia in ogni campo di applicazione dovranno rispondere alla domanda: E ciò ecologicamente compatibile? I macchinari, le fonti energetiche, lo smaltimento dei sottoprodotti, la produzione di alimenti, il rapporto con gli animali, dovranno essere realizzati in termini di sostenibilità ecologica.

Deve essere avviato un rapido processo di riconversione e riqualificazione industriale ed agricola che già di per se stesso sarà in grado di sostenere l’economia. Infatti la sola riconversione favorirà il superamento dell’attuale stato di enpasse economico e sociale. Una grande rivoluzione umana comprendente il nostro far pace con la vita globale del pianeta.

La chiave evolutiva da noi proposta sta nel cambio radicale di visione, passando dal criterio di destra-sinistra (ormai superato dalla situazione) ad una coscienza di compresenza e compartecipazione del contesto vitale, una coscienza priva di ipocrisia e furbizia, tesa all’approfondimento dei valori della vita (nella società e nell’habitat). La consapevolezza di essere parte integrante del tutto l’unica strada per uscire dal vortice di una ripetitiva e rovinosa barbarie.

Chiarimenti su pensiero e pratica bioregionale

Quando nel bioregionalismo si parla di ... "noi" si intende ove non ci sono altri, nel senso che non si percepisce la differenza fra noi e gli altri. Quindi si può definire un "noi" assoluto. Di fatto è già così dal punto di vista "biologico" occorre realizzarlo nel pensiero. Questo non implica l'omologazione bensì si riconosce che il "noi" si manifesta nelle differenze di nome e forma. Nella ricchezza biologica della vita. Il modo di governo anarchico proposto è quello "bioregionale". Ma se non si è familiari con l'idea "bioregionale" c'è il rischio di fare confusione. Le spiegazioni diventano forme astratte di discussione. Dovremmo essere concreti ed in ogni caso acquiescere e cercare di "conoscere" prima e "praticare" dopo, il bioregionalismo e l'ecologia profonda. Che in verità non sono altro che la consapevolezza di vivere in un sistema di relazioni ed inter-connessioni inestricabili. L'idea bioregionale ha un valore solo se messa in pratica. Ma non può essere imposta o divulgata come una ideologia, religione o simili. Può essere fatta propria e vissuta nel quotidiano nella comprensione che noi non possiamo essere altro che una parte integrante della manifestazione totale e del totale funzionamento ed in nessuna maniera possiamo esserne separati. L'astrazione filosofica serve a creare immagini, forme pensiero, che spesso sono disgiunte dalla realtà. Nell'ecologia profonda si riconosce invece di far parte integrante di questa realtà e ci si adatta in conseguenza, vivendo in armonia con essa. E' una presa di coscienza .... ed una attuazione conseguenziale. Se sentiamo di vibrare in sintonia con tutto l'esistente automaticamente abbiamo raggiunto il centro dell'esistenza ed a quel punto scompaiono i dubbi sul fare e non fare.. Tutto avviene come una risposta spontanea alle situazioni.

Commento aggiunto e precisazione

La Rete Bioregionale Italiana, fondata nel 1996, non è una associazione ma una rete "sbrindellata" di persone e gruppi che condividono l'idea del bioregionalismo e dell'ecologia profonda vivendola il più possibile come pratica quotidiana. (Vedi manifesto: http://retebioregionale.ilcannocchiale.it/?r=28856).
Dalla fondazione della Rete i membri e simpatizzanti si riuniscono in un luogo d'Italia messo a disposizione di volta in volta da chi vuole ospitare l'incontro.
Questi incontri sono molto informali e servono soprattutto a condividere le proprie esperienze di vita ed a fare proposte che possano interessare alcuni dei compartecipi. Ad esempio anche sul tema alimentare e sulla salute se ne è parlato in diverse occasioni e diverse sono state le posizioni e le tendenze manifestate: vegana, vegetariana, crudista, igienista, con piccoli apporti carnei, etc. In fondo nel corso degli incontri non si prende mai una decisione univoca e si propone senza imporre. Tra l'altro negli ultimi tre anni questi incontri, che prima erano specificatamente indicati come della Rete Bioregionale, si chiamano più semplicemente "Collettivi Ecologisti", allargati cioè ad altri ambiti di ricerca, come ad es. gli ecovillaggi, gli agricoltori bio, le comunità spirituali, etc., il che dovrebbe suggerire che tali incontri hanno la valenza di semplici "sharing" di esperienze. Durante questi "sharing" ognuno dei partecipanti esprime il suo parere, che può trovare o meno consensi, ma non si tende mai a stabilire un "parere condiviso" per acclamazione o maggioranza. Insomma questi Incontri Collettivi Ecologisti hanno molto della matrice anarchica, che è propria dell'idea bioregionale.

Paolo D'Arpini -
Referente Rete Bioregionale Italiana

................................

Per informazioni logistiche, permanenza e programmi, contattare Michele Meomartino di Olis - Email: michelemeomartino@tiscali.it -
Cell. 393.2362091


27 aprile 2014

Festival delle erbe d'Abruzzo - Giuliano Teatino, 3 e 4 maggio 2014

Festival delle Erbe - Giuliano Teatino, 3 - 4 maggio 2014

 

 
 FESTIVAL delle ERBE
d’Abruzzo - 2° Edizione

 
3 – 4  Maggio 2013
Agriturismo Campoletizia
Strada provinciale SP 32 - Giuliano Teatino (Chieti)

 
Programma:
Sabato 3 Maggio

 
·  ACCOGLIENZA E REGISTRAZIONE (dalle ore 9.00)

 
Ore 9.30 – 10.30
?  Hata Yoga: Completo benessere psicofisico
Daniel Svitcoy, Centro Yoga Soham

 
PERCORSO ERBORISTICO(ore 10.00 – 13.00 / ore 14.45 – 17.15)
? Riconoscimento di erbe e bacche spontanee e significato oracolare delle piante e degli alberi
Maria Sonia Baldoni, Vivere Con Gioia

 
LABORATORI(10.00 – 13.00)
? Le orecchiette di zia Pina
Giuseppina Palmieri, casalinga
? La gestione dei semi antichi e a libera impollinazione: come riprodurre in purezza
le principali varietà orticole evitando le ibridazioni
Cristiano Del Toro, Civiltà Contadina Gruppo Abruzzo
? Tessitura naturale
Associazione La Ginestra
? Riciclaggio creativo ecologico
Anna Paola Cesarini, maestra d’arte
? Panificazione naturale con lievito madre
Christian Olivieri, Civiltà Contadina – Abruzzo
(Portare un barattolo, un contenitore e un panno per coprire l’impasto da portare a casa)

 
PRANZO A BUFFET Vegetariano e Vegano (ore 12.45 – 14.30)

 
PASSEGGIATA ERBORISTICA (ore 14.45– 17.15)
? Passeggiata Erboristica
Giampiero Ciaschetti, biologo

 
LABORATORI – MINI CORSI – APPROFONDIMENTI
 
Ore 14.45 – 16.00
? Cucina con le alghe
Andrea Santilli, Centro culturale Fili di paglia
? Unguenti e Oleoliti
Federica Satolli
Tea tree: La meravigliosa essenza del 5° continente
Rosana Crisante, aromatologa

 
Ore 16.00 – 17.15
? La magia delle spezie
Fabio Ruggeri e Alessandro Palomba, Associazione Amali
? L’Ortica , la Rosa Canina e l’Alloro: Il tesoro rosso – verde dell’Alto Molise 
Antonio D’Andrea, Casa delle Erbe di Capracotta
Coltivare la città: agricoltura sinergica in un orto urbano condiviso
Giuseppe Di Paolantonio, Associazione Radici - Pescara 

 
Ore 14.45 – 17.15
? Compostaggio domestico
Giancarlo Odoardi, mondo compost
? Illustrazione botanica e dimostrazione dell'uso della tecnica
Anna Maria Aulicino, artista e docente
? Percorso sensoriale con le erbe officinali
Annalisa Cantelmi, erborista

 
CONVEGNO(ore17. 30 – 20.15)
? La sagra degli antichi saponi. Lavare e lavarsi ecologicamente
Giovanni Damiani, biologo ed esperto in ecologia ambientale
? L’importanza nell’alimentazione dei legumi e delle erbe
Leonardo Seghetti, docente c/o l’ITAS “C. Ulpiani” di Ascoli Piceno
? Il paesaggio rurale tra conservazione e sostenibilità
Fernando Di Fabrizio, direttore della Riserva Naturale Regionale Lago di Penne
? Herbae et Orbi: Viaggio nella cucina delle erbe da Pitagora ai giorni nostri
Roberto Ferretti, dirigente psicologo e cultore delle tradizioni gastronomiche

 
 
Introduce: Giampiero Ciaschetti, biologo

 
CENA A BUFFET Vegetariano e Vegano (ore 20.30 – 21.30)

 
FESTA SULL’AIA : ( ore 21.45 – 23.00 circa)
?  Musiche Popolari
Associazione Zampogne d’Abruzzo
? Lettura di poesie di Modesto della Porta
A cura di Ciriaco Panaccio, detto Cecetto
_______________________________________________________________________________________________

 
Domenica 4 Maggio

 
ACCOGLIENZA E REGISTRAZIONE (dalle ore 9.00)

 
Liu he ba fa : 6 Armonie 8 Metodi (ore 9.30 – 10.15)
Gli Esercizi del Fiore di Loto
Marco De Acetis, Maestro - Stefano Vietri, Istruttore Senior,
Angela Pellicciotta, Istruttrice - Giuseppina Stefania, Istruttrice

 
PERCORSO ERBORISTICO: (ore 10.00 – 13.00 / ore 14.45 – 17.15)
? Riconoscimento di erbe e bacche spontanee e significato oracolare delle piante e degli alberi
Maria Sonia Baldoni, Vivere Con Gioia

 
LABORATORI(ore 10.30 – 13.00)
? Le orecchiette di zia Pina
Giuseppina Palmieri, casalinga
? Il cuoco pasticcione: Mani in pasta  (Per bambini e adulti)
Antonio D’Andrea, Casa delle Erbe di Capracotta
? Tintura Botanica
Maria Ferri, tintora
? Dall’hortus simplicium all’orto – giardino:
Laboratorio teorico – pratico di progettazione bio – ecologica del giardino naturale
Cristiano Del Toro, architetto paesaggista
Detergenti eco alla portata di tutt*, risparmia, ricicla e vivi meglio!
Sonia Caduceo, Punto ecologico – Montesilvano
Fiori di Bach, metodiche di preparazione
Cinzia Seddone, operatore euquantico

 
PRANZO A BUFFET Vegetariano e Vegano (ore 12.45 – 14.30)

 
PASSEGGIATA ERBORISTICA (ore 14.45 – 17.15)
? Riconoscimento e raccolta delle erbe spontanee
Nino Tieri, erborista e micologo

 
LABORATORI – MINI CORSI – APPROFONDIMENTI
Ore 14.45 – 16.00
? Cucina Libanese
Mazen Jannoun, fotografo documentarista libanese ed esperto/appassionato di cucina del Medioriente
? Birra artigianale e naturale
Lorenzo Tiberio, birraio

 
Ore 16.00 – 17.15
? Erbe selvatiche in pinzimonio
Mirella Cucchiella, esperta di cucina naturale
? Saponi (mini – corso)
Associazione La Ginestra 
? Erbe spontanee per la cosmesi
Preparazioni cosmetiche a base di fiori di calendula officinalis
Debora Lovato, cosmetologa
Le Mandorle con lavorazione e degustazione
Progetti carcerari della Coop. Le Tradizioni

 
Ore 14.45 – 17.15
? Cosmesi casalinga
Come e perché creare i nostri prodotti di bellezza con quanto c’è in dispensa
Magika Emy
? Etiche e principi della Permacultura
Marco Di Renzo, Snodo
? Le Tisane: come curarsi con le piante
Annalisa Cantelmi, erborista
 

 
CONVEGNO (ore17.30 – 20.15)
? La storia dell’ambiente nell’Italia centrale dalla glaciazione ai giorni nostri
Aurelio Manzi, naturalista ed etnobotanico
? La Flora d’Abruzzo
Fabio Conti, Università di Camerino
Erbe e cosmetica per la cura della bellezza del viso e del corpo
Giuseppe Galantini, erborista e Patrizia Iezzi, biologa
? Il giardino di campagna e l’orto giardino
Marco Manilla, Turismo Verde – CIA

 
 
Introduce: Ivano Placido, giornalista

 
CENA A BUFFET Vegetariano e Vegano (ore 20.30 – 21.30)

 
? Cerimonia Finale
Il Falò della Sibilla
______________________________________________________________________________________
 SERVIZI:
 
? Librerie: Naturista  e I Luoghi dell’Anima
? Biobar, Tisaneria, Centrifugati
? Cucina  tradizionale, vegetariana e vegana
A cura dello Staff dell’Agriturismo Campoletizia
? Ludoteca dei fiori
Martina Di Nardo e Valentina La Monaca
? Sportello informativo a cura dell’Associazione Evo veg
Alimentazione Vegana e degustazioni di gelato alle erbe e centrifugati
? Sportello informativo a cura di Aspic – Pescara
“Colloqui di Counseling Nutrizionale” (Sabato) a cura della Dietista Counselor Marina Calabrese
e “Consulenze individuali” (Domenica) a cura della naturopata Roberta Guidi
? Visita Fattoria Didattica
______________________________________________________________________________________
 SPAZIO BENESSERE OLISTICO:

 
Sabato
10.00 – 12.30
Massaggio Ayurveda
Associazione Kama
? Massaggio Shiatsu
Associazione Luce & Vita
? Aroma massaggio con oli essenziali e Fiori Australiani
Rosana Crisante, operatrice olistica in  discipline naturali

 
14.30 – 17.00
? Massaggio Shiatsu
Associazione Luce & Vita
Pranoterapia
Patrizia Splendiani, consulente del benessere
? Zero balancing
Lino Martinelli e Mariangela Remigio, Operatori di Zero Balancing

 
Domenica
10.00 – 12.30
Massaggio Ayurveda
Associazione Kama
? Massaggio Sonoro con didgeridoo
Marco Ferrante, operatore olistico
? Trattamenti Reiki
Operatori olistici

 
14.30 – 17.00
? Shiatsu
Alessandra Di Toro, psicologa ed operatrice olistica
? Massaggio Tuina
Claudio Gioacchino
? Trattamenti Reiki
Operatori olistici
? Aroma massaggio con oli essenziali e Fiori Australiani
Rosana Crisante, operatrice olistica in  discipline naturali

 
_________________________________________________________________________________
 PROIEZIONE VIDEO
? Le erbe
Conoscerle, utilizzarle e trasformarle

 
MOSTRA FOTOGRAFICA
? La via delle Erbe a cura dell’Associazione Vivere Con Cura

 
MERCATO BIO E SPAZIO ESPOSITORI
__________________________________________________________________________________
Comitato Scientifico:
Giovanni Damiani, Aurelio Manzi e Leonardo Seghetti
__________________________________________________________________________________
Idea e Progetto:
Michele Meomartino
__________________________________________________________________________________
Organizzatori:
Agriturismo Campoletizia e Associazione OliS
___________________________________________________________________________________
Sponsor:
Canapando
___________________________________________________________________________________
Aderiscono:
Turismo Verde – CIA Abruzzo, Emporio Primo Vere, Ecoistituto Abruzzo,
Associazione Vivere Con Cura, Vivere Con Gioia, Banca Etica – circ. Soci dell’Abruzzo
Il Sapore del Sapere – Sapere Academy – Associazione La Ginestra
___________________________________________________________________________________
Collaboratori:
Fabiola Serafini, Anna Paola Cesarini, Andrea Giavara, Mauro Barca, Valentina Cappello,
Enrico Di Credico, Rodolfo Palermo, Marco Ferrante, Rosy Siani, Patrizia Splendiani,
Barbara Di Blasio, Alessandra Del Sole, Patrizio Minoliti, Andrea Di Pietrantonio,
Rosana Crisante, Roberta Medoro, Anna Maria Di Leone
__________________________________________________________________________________
Media Partner:
Radio Delta 1 – Intercity Magazine – D’Abruzzo /Edizioni Menabò, L’Abruzzo è servito!
__________________________________________________________________________________
Info:
La registrazione al Festival avverrà all'ingresso dell'agriturismo dove si compilerà una breve scheda e si verserà un contributo di 5 euro. Tutte le attività sono gratuite, tranne le passeggiate erboristiche, alcuni massaggi e la ludoteca.

 
Michele 393.2362091 – Nicola 335.7839772 – Livia 338.3659773


18 febbraio 2014

Progetti per l'Incontro Collettivo Ecologista 2014

“Ciò che conta non è fare molto, ma mettere molto amore in ciò che si fa”. (Madre Teresa di Calcutta)

 
Montesilvano - Incontro ad Olis (a sinistra Michele Meomartino)

L'idea di dove organizzare l'Incontro Collettivo Ecologista del 2014  ci è venuta, a Caterina ed a me, sin dalla prima vista fatta a Michele Meomartino, a Montesilvano,  lo scorso anno. E lì per lì gli proponemmo di festeggiare il Solstizio Estivo 2014, assieme ad OLIS e  Vivere con Cura, invitando anche tutte le associazioni che si riconoscono nei principi dell’ecologia profonda e della spiritualità della natura. 

L’evento, che integra l'incontro annuale della Rete Bioregionale Italiana,  ha il nome di “incontro collettivo ecologista”, da tenersi durante  i giorni magici della vigilia di San Giovanni, dal 21 al 22 giugno, forse anche il 23,  e si terrà per l'appunto a  Montesilvano in provincia di Pescara, la patria di Gabriele D'Annunzio. 

Montesilvano si trova in riva al mare e quindi l'incontro sarà caratterizzato dall’elemento Acqua, particolarmente femminile e rappresentante della produzione vitale per antonomasia. Infatti l'argomento principale verterà sulle fonti di approvvigionamento del cibo e sulla alimentazione bioregionale.

Acqua e Terra assieme compiono il miracolo e fanno nascere il Legno. Il Legno è l'elemento dello zodiaco cinese che contraddistingue l'anno in corso. Ed il legno rappresenta anche emozioni, amore, corporeità, linfa, nascita, morte, sessualità. Da qui il concetto di Grande Madre, che dando la “vita” simboleggia il rito della natura che rinasce senza posa e senza fine.

Ed in sintonia con la tradizione anche quest’anno, festeggeremo il massimo fulgore della luce, il solstizio estivo. In questi giorni tutto combacia perfettamente, ed  è possibile celebrare adeguatamente la coniugazione dei cinque elementi: etere, aria, fuoco, acqua e terra.  L'incontro potrebbe iniziare anche dal venerdì 20 giugno, nel primo pomeriggio, quando il sole è caldo e l’aria dolce, per ritrovarci sulla riva del mare, e lì compiere il tradizionale lavacro sacrale, sinonimo di purificazione mentale e corporale. Poi a partire dalla mattina del 21 giugno iniziano le sessioni di "sharing",  nell'aia di OLIS.  Verso sera, dopo la condivisione di cibo e bevanda, in un   luogo preposto si svolge un rito propiziatorio davanti al fuoco, con salto della fiamma ed espressione di desideri (le donne sono pregate di vestire gonne larghe). E più tardi ancora ci sarà l’osservazione delle stelle ed una meditazione silenziosa, assieme a esercizi di respirazione. Questo è il senso della cerimonia che riproponiamo a Montesilvano, per ricordare la supremazia della natura su ogni artifizio dell’uomo.

Sull’etimologia di Giugno gli studiosi sono concordi che questo è il mese dedicato a Giunone, la dea dell’abbondanza e delle messi, sposa legittima di Giove, per questa ragione venivano raccomandate le nozze durante il mese di giugno. Questo è anche il mese delle ciliegie, un frutto rosso e turgido e dolce, come il liquido fertilizzante di Giunone (il sangue mestruale)….

Durante le due giornate dedicate all’incontro si terranno vari scambi di esperienze e proposte di carattere sociologico, bioregionale ed ecospirituale. Gli incontri saranno arricchiti da canti e poesie e musiche arcaiche. Il cibo vegetariano verrà convivialmente cucinato e condiviso ed ognuno parteciperà alla conduzione dell’incontro, collaborando alla sua buona riuscita.

Fra gli ospiti  di quest'anno segnaliamo la presenza di Annamaria Properzi  ed Antonio Onorati.  Antonio Onorati è il presidente di Crocevia Internazionale, un'organizzazione che si occupa principalmente di sovranità alimentare, di accesso al cibo, di biodiversità, ecc... una delle persone più informate sui problemi legati alla terra e all'agricoltura. E' uno strenuo difensore dei piccoli contadini, anche perché, nonostante i suoi numerosi impegni, in giro per l'Italia e per il mondo, quando torna a casa,  in campagna, tra Roma e Rieti, coltiva la sua campagna..

Ovviamente saranno presenti anche i referenti storici della Rete Bioregionale nonché ecologisti di altre associazioni,  aderenti alla Rete degli Ecovillaggi,  del CIR, di comunità spirituali, di comunità agricole, etc. 

Insomma è un incontro “caleidoscopico” in cui coniugare i vari elementi che compongono l’esistenza materiale con quelli del pensiero. Natura, erotismo, arte, ecologia, filosofia, canto, danza, cibo… 

Un Incontro Collettivo Ecologista.

Paolo D'Arpini - bioregionalismo.treia@gmail.com

Rete Bioregionale Italiana 

Per informazioni logistiche e sulla ospitalità:
michelemeomartino@tiscali.it - Tel. 085.4683554


Altre info sull'incontro: 


26 aprile 2013

Festival delle Erbe - 4 e 5 Maggio 2013 a Giuliano Teatino

Festival delle Erbe - 4 e 5 Maggio 2013 a Giuliano Teatino (Chieti)

 




 
 
 
4 - 5 Maggio 2013 Agriturismo Campoletizia  

Strada  provinciale SP 32 - Giuliano Teatino (Chieti)



Prima Edizione



Missione

Non senza una punta di soddisfazione ci accingiamo ad organizzare la prima edizione del Festival delle Erbe. Nella stupenda cornice dell'Agriturismo Campoletizia, un luogo magico e immerso nella natura, dove le stagioni hanno 
ancora il fascino delle cose antiche, dal 4 al 5 Maggio 2013, si alterneranno percorsi erboristici, convegni, laboratori, corsi, momenti ludici e altre attività conviviali. Il nostro approccio vuole essere quello olistico, di chi guarda la natura come ad un organismo unitario cercando di cogliere la sua interdipendenza.

Grazie alla semplice e genuina ospitalità dei due bravissimi titolari, Livia e Nicola, particolare attenzione verrà posta all’accoglienza, alle relazioni amicali e ai bambini/e con la ludoteca dei fiori. Il Festival vuole innanzitutto celebrare le bellezze della natura e invitarci a guardare il mondo delle erbe, delle piante, dei fiori, degli alberi con altri occhi, meno distratti e più sensibili nel percepire la sua forza vitale, lasciandoci coinvolgere dallo stupore di una farfalla che si posa su un esile filo d’erba o di una lumaca nascosta dietro una foglia o di un’ ape che plana dolcemente sui petali colorati di un fiore o di un tramonto che muore dietro una collina o di albero che si agita al vento primaverile…

Quanta vita e che vita! scorre per terra, immersi per non dire dispersi, come siamo, a rincorrere i nostri fatui pensieri e incapaci di apprendere la lezione che ci consegna la natura. Le piante sono una delle forme di vita più antiche della terra, silenti testimoni dell’ evoluzione dell’ umanità e del passaggio del tempo. Siamo portati a dare per scontata la loro presenza nella nostra vita, inconsapevoli della loro fondamentale importanza nell’ ecologia del pianeta, delle loro proprietà nutrizionali e terapeutiche e della misura in cui venivano venerate dai popoli antichi. Esse sono la forma vivente meglio riuscita.

La passione per la natura ci porta a conoscere meglio i territori, la loro storia, i loro saperi, i loro sapori, senza dimenticare i volti delle persone… I piedi di chi la ama calpestano orti e prati, fossi e viottoli, rupi e sentieri... Quante suole si consumano! 

Sempre in silenzio e soprattutto chini, quasi a suggerire il giusto atteggiamento verso questi doni. Chi percorre questi sentieri vive lontano dagli onori della cronaca e dal suo clamore, dalle eccitazioni morbose e dalla fretta, dalla smania di apparire, preferendo rallentare i propri passi e magari fermarsi su un poggio per respirare a pieni polmoni aria fresca e pulita, asciugarsi il sudore e bere acqua di fonte. E davanti a tanta bellezza l’anima è insaziabile, non si cheta facilmente perchè ha bisogno continuamente di espandersi e allora anche l’occhio si inumidisce e la creatura non può far altro che ringraziare.


Idea e progetto di Michele Meomartino 

Tel. 393.2362091 - michelemeomartino@tiscali.it 

 
Per info. e programma: 


2 marzo 2013

Treia - Preparazione psicologica e tecnica per la Festa dei Precursori - 25 / 28 aprile 2013

 

Treia - Preparazione psicologica e tecnica per la Festa dei Precursori - 25 / 28 aprile 2013

 


 
Immagine di Daniela Spurio per il libro "Riciclaggio della Memoria" di Paolo D'Arpini

 

 
La mia vita è tutta un caos e completamente priva di controllo materiale, tutto ciò che faccio è sempre nell’ambito dell’oggi, del carpe diem, perciò non ho nulla da difendere e quindi il “mio campo” è un campo in cui crolli e cambiamenti, scavi e riempimenti avvengono in continuazione come natura comanda, con poco o nulla di mio intervento intenzionale.
Questo è un bene ed un male.  E' un bene perché in tal modo non persiste grande attaccamento verso una specifica forma ed è un male perché nulla di costruito o costruibile è a me imputabile…. Quando tanti anni fa decisi di fondare a Calcata  il Circolo Vegetariano VV.TT. contemporaneamente  presi possesso di una vecchia discarica comunale che denominai  “Tempio della Spiritualità della Natura” (vedi http://www.circolovegetarianocalcata.it/).
Con questa duplice operazione  lanciai un’idea buona anche per esaltare valori estetici naturali, ed in quegli anni (a partire  dagli inizi degli '80)  il battage pubblicitario era stato fortissimo, articoli su articoli, trasmissioni tv su trasmissioni tv, insomma le premesse di una grande edificazione c’erano tutte… ma –ahimé- c’ero anch’io e come sapete io amo “evocare” senza costrutto!
Alla fine chiusi la sede originaria del Circolo, il tempio restò un terreno più o meno abbandonato a se stesso, “lasciato agli impulsi spontanei creativi della natura e delle sue creature” mentre io  addirittura me ne partivo da Calcata per trasferirmi a Treia. Ma l'esperimento di sopravvivenza e di propagazione di uno stile di vita è continuato.... 
Ed infatti anche quest'anno teniamo la consueta "Festa dei Precursori" per ricordare la fondazione del Circolo Vegetariano VV.TT. Un modo come un altro per avere almeno un punto di riferimento in questa mia vita senza costrutto.
Anche qui a Treia ho trovato un “buen retiro”, un luogo in cui apprendere (o ricordare) un diretto contatto con la natura, con gli animali e con le piante. La mia vita quotidiana prevede un incontro riavvicinato con il luogo in modo da trarne un senso di appartenenza e di presenza. Teoricamente questo è un discorso ancora molto sentito in tante realtà rurali, ed in verità i miei veri maestri ecologisti son stati proprio quei ‘vecchi contadini’ dai quali ho appreso alcune verità basilari sulla terra e sull’arte di trarne frutto senza danneggiarla. 
Ed anche quest'anno durante la "Festa" parleremo  di  agricoltura bioregionale.  Ciò sostanzialmente significa: rendersi consapevoli di quello che spontaneamente cresce nel posto in cui si vive. 
La Festa  inizia, la mattina del 25 aprile 2013 alle h. 10.30, con una passeggiata erboristica guidata dall'amica Sonia Baldoni, per attuare una convergenza, una osmosi,  fra noi e l’ambiente scoprendo così anche la base della produzione di cibo vero,  che sono le erbe spontanee commestibili, in modo da spezzare la totale dipendenza dal cibo fornito dal mercato, rendendoci così responsabili -sia pure in minima parte- della nostra alimentazione. E’ un aspetto essenziale della cura per la vita quotidiana e della presenza consapevole nel luogo.
La giornata prosegue nella sede del Circolo  con un pranzo conviviale con le erbe raccolte e con il cibo vegetariano da ognuno portato. Subito dopo, preparazione di fiori di Bach con i petali di rosa, ed un dialogo  (con inizio alle h. 16) sulle tradizioni contadine locali, in particolare sulla coltivazione della canapa, condotto dal prof. Alberto Meriggi. 
A seguire c'è la presentazione del mio nuovo libro "Riciclaggio della memoria" (ediz. Tracce), sul tema del bioregionalismo, ecologia profonda e  spiritualità laica,  introdotto da Michele Meomartino. Commenteranno Caterina Regazzi,  Antonio D'Andrea  e Lucilla Pavoni ed altri cari amici. Alle pareti ci sarà una esposizione di opere d'arte in sintonia di Nazzareno Vicarelli, Sabrina Franchini, Fulgor Silvi e Andrea Orazi.
Nei giorni successivi, sempre nella sede del Circolo, si terranno incontri per illustrare discipline olistiche che possono risultare utili alla qualità della vita. Ed anche -  il sabato 27 aprile- una sessione di canti con Upahar Anand, il mio fratello spirituale che giunge dall'India;   lo stesso giorno si tiene  anche l'Assemblea Generale dei soci del  Circolo. Ho previsto anche un appuntamento  per parlare di incidenze ambientali  in seguito a progetti inquinanti che sovrastano sul territorio. 
La chiusura del 28 aprile prevede due performance effimere, accompagnate da suoni e movimenti e da un brindisi finale di buon augurio. 

Paolo D'Arpini - Presidente del Circolo Vegetariano VV.TT

Paolo D'Arpini all'ingresso del Circolo di Treia

 
La sede del Circolo Vegetariano VV.TT. è in Via Sacchette, 15/a, Treia (Macerata). Per raggiungere il luogo: Parcheggiare sotto le mura in prossimità di Porta Mentana (o Montana), lì nei pressi c'è una fontana antica con due cannelle, salire sino alla Porta, subito a sinistra si vede un vecchio pozzo, salire ancora per 10 metri, quella è Via Sacchette, sulla destra si vedrà un piccolo spiazzo con una porta leggermente sopraelevata su un terrazzino, qui ci trovate!

La manifestazione si svolge con il patrocinio morale del Comune e della Proloco di Treia


 


22 febbraio 2013

Rete Olistica Adriatica - Presentazione a Pescara

2 marzo 2013 - Da Ancona a Pescara gettate le basi per la Rete Olistica Adriatica - Presentazione e Carta degli Intenti

 

 
Collage di  Vincenzo Toccaceli

 
Caro Paolo D'Arpini,  ti invio alcune informazioni sulla nascente Rete Olistica Adriatica che coordino. La presentazione ufficiale si svolgerà Sabato 2 Marzo, ore 17.30 c/o l' Auditorium del Quartiere Castellamare ( Viale Bovio, 466 - PESCARA ) a pochi metri da Piazza Duca degli Abruzzi.
 
Prevediamo una grande partecipazione da tutto l'Abruzzo e anche dalle Marche perché alcune realtà insistono nella zona di Ancona.
 
E' la prima volta che in Abruzzo, operatori olistici ( circa 40 ) e associazioni e centri studi (circa 20) che si occupano di consapevolezza e di benessere, di spiritualità e di crescita personale, si mettono insieme e decidono di dotarsi di strumenti, tipici di una rete, in uno spirito di reciproca collaborazione. L'intento è quello di promuovere con più efficacia le diverse discipline olistiche e porgerle all'attenzione di un più vasto pubblico.
 
Un abbraccio
 
Michele Meomartino


 

 
Programma per la presentazione della Rete Olistica Adriatica:

 
? Presentazione della Rete: Alberto LA MORGIA

 
?  Meditazione: Anna DE NIGRIS

 
? Relazioni: “Gli insegnamenti delle tradizioni spirituali all’alba del terzo millennio”
Mariagrazia LOPARDI e Biagio RUSSO

 
?  Meditazione: Cristina OMENETTI

 
? Performance “Vibrazioni delle Campane di cristallo”: Patrizia PRIMITERRA

 
? Coordinano: Attilio GIORDANO e Patrizio MINOLITI

 
Aperitivo Finale

 
Sabato 2 Marzo, ore 17.30
Sala conferenza – Circoscrizione Castellammare
Viale Bovio, 466 – PESCARA

 
Ingresso Libero – Info: 393.2362091 – 392.8163351 – 329.9526075

..........................

 

 
Adesione alla Rete Olistica Adriatica
 

 

 
Aderisco alle Rete Olistica Adriatica e mi unisco a quanti in uno spirito di condivisione e di servizio, di tolleranza e di apertura, si impegnano a creare quelle condizioni che potrebbero favorire una maggiore crescita spirituale, una più matura consapevolezza olistica e un più diffuso ed equo benessere per tutti.
Inoltre, attraverso l’uso di strumenti condivisi, mi rendo disponibile ad individuare e verificare possibili e auspicabili sinergie in un’ottica di mutua reciprocità, nei tempi e nei modi da concordare e nel rispetto dei percorsi di ciascuno.
Infine, confido che da un impegno comune, onesto e sincero, ognuno per la propria parte, si possa contribuire a costruire una nuova umanità, più ricca di relazioni e di cura, più giusta e solidale, più libera e responsabile, più gioiosa e amorevole.

Scrivere a: Michele Meomartino - michelemeomartino@tiscali.it


5 novembre 2012

Bioregionalismo e vivere con cura

Montesilvano, 1 dicembre 2012 – Assemblea di Vivere con Cura e proposta d’Incontro Collettivo Ecologista 2014

 

Vista di Capracotta, sede di Vivere con Cura


 

Montesilvano. Vivere con cura
Scrivono Michele Meomartino e Antonio D’Andrea: “Sabato 1 Dicembre 2012 – ore 18.00 in Via Toscanini, 14 – Montesilvano (Pescara). L’associazione VCC, come da statuto, convoca l’Assemblea annuale dei soci. E’ un momento di verifica sullo stato dell’associazione, ma è anche una bella occasione di convivialità che molti di noi hanno sperimentato a Capracotta. A coloro che sono impossibilitati a partecipare si chiede di far pervenire brevi contributi scritti che poi verranno letti nel corso dell’Assemblea. Info. Michele 393.2362091″
………….

Contributo scritto di Paolo D'Arpini:
Progetto di un incontro collettivo ecologista durante i giorni del solstizio estivo 2014
“Ciò che conta non è fare molto, ma mettere molto amore in ciò che si fa”. (Madre Teresa di Calcutta)
Come avevamo annunciato a voce durante la nostra venuta con Caterina a Capracotta (1 settembre 2012) propongo di festeggiare il Solstizio Estivo 2014 assieme a Vivere con Cura invitando anche tutte le associazioni che si riconoscono nei principi dell’ecologia profonda e della spiritualità della natura. L’evento ha il nome di “incontro collettivo ecologista”, da tenersi durante tre giorni attorno al 23 giugno (vigilia di San Giovanni) a Capracotta od a Montesilvano.
L’argomento specifico dell’incontro è l’elemento Acqua, particolarmente femminile e rappresentante della produzione vitale per antonomasia.
Tutto il pensiero mediterraneo è orbitato per millenni attorno alla concezione unitaria dell’Universo con la Vita. La realtà sensibile, concreta, stabile, impersonificata in oggetti solidi (i primi simboli della religiosità sono… sassi, pietre… posti nei luoghi di passaggio) è strettamente interconnessa con la vita nelle sue manifestazioni essenziali. Acqua e terra assieme compiono il miracolo. Corporeità, sangue, linfa, nascita, morte, sessualità. Da qui il concetto di Grande Madre, che dando la “vita” simboleggia il rito della natura che rinasce senza posa e senza fine.
In sintonia con la tradizione anche quest’anno, festeggiamo il massimo fulgore della luce, il 23 giugno, in quella che è chiamata la magica notte delle streghe. Tutto combacia perfettamente, in questa data magica, in cui sono celebrati i cinque elementi: etere, aria, fuoco, acqua e terra. Nel primo pomeriggio dell’incontro, quando il sole è caldo e l’aria dolce, sulle sponde di un ruscello, compiremo il tradizionale lavacro sacrale della vigilia di San Giovanni, sinonimo di purificazione mentale e corporale. Più tardi in un luogo preposto si svolge il rito propiziatorio davanti al fuoco, con salto della fiamma ed espressione di desideri (le donne sono pregate di vestire gonne larghe). E più tardi ancora ci sarà l’osservazione delle stelle ed una meditazione silenziosa, assieme a esercizi di respirazione. Questo è il senso della cerimonia che riproponiamo a Capracotta o Montesilvano, per ricordare la supremazia della natura su ogni artifizio dell’uomo.
Sull’etimologia di Giugno gli studiosi sono concordi che questo è il mese dedicato a Giunone (Iuno), la dea dell’abbondanza e delle messi, sposa legittima di Giove, per questa ragione venivano raccomandate le nozze durante il mese di giugno. Questo è anche il mese delle ciliegie, un frutto rosso e turgido e dolce, come il liquido fertilizzante di Giunone….
Durante le tre giornate dedicate all’incontro si terranno vari sharing di esperienze e proposte di carattere sociologico, bioregionale ed ecospirituale. Gli incontri saranno arricchiti da canti e poesie e musiche arcaiche. Il cibo vegetariano verrà convivialmente cucinato e condiviso ed ognuno parteciperà alla conduzione dell’incontro, collaborando alla sua buona riuscita.
Insomma è un incontro “caleidoscopico” in cui coniugare i vari elementi che compongono l’esistenza materiale con quelli del pensiero. Natura, erotismo, arte, ecologia, filosofia, canto, danza, cibo… Un Incontro Collettivo Ecologista.
Paolo D’Arpini


30 luglio 2011

La storia di due gatti emarginati e Gianni Rodari...

Solidarietà con Cirino e il giovane Rodni!
La storia dell'emarginazione di due gatti...

http://it.myspace.com/orecchioverde/music/songs/buon-anno-ai-gatti-rodari-panzarasa-71549420
Buon anno ai gatti, la mia canzone (testo di Gianni Rodari) ovviamente dedicata a Cirino e il giovane Rodni...
ANTERPRIMA - Questa canzone sta per essere pubblicata in un cd allegato al libro L'orecchio verde di Gianni Rodari che sara pubblicato ad ottobre da Stampa Alternativa (con la prefazione di Pino Boero) e che trattrà del grande poeta come un ecologista ante litteram, visionarie e sognatore... Aspettavo a darne notizia ma ormai il momento è giusto... E nel libro si parla anche dei due gatti Cirino e Rodni (proprio così, "Rod" da Rodari e "ni" da Gianni - è una bella storia raccontata nel libro stesso...)


Tra fine luglio e la metà di agosto io e Mariagrazia dovevamo recarci come tutti gli anni a Capracotta, nel Molise nell'ambito delle manifestazioni di animazione per tutti organizzate dall'Associazione Vivere  con Cura. Io dovevo fare le mie attività ecopacifiste con i bambini, le bambine (anche gli anziani del paese) dedicate al grande poeta Gianni Rodari (che amava molto i gatti...) e Mariagrazia un corso di cucina vegana ecopacifista.
(Di seguito i link per vedere i due videoclip sulle nostre attività dell'estate 2010 a Capracotta)
http://www.youtube.com/user/Orecchioverde?blend=7&ob=5#p/u/4/FDtPOdNde98 - omaggio a Gianni Rodari
http://www.youtube.com/user/Orecchioverde?blend=7&ob=5#p/u/5/n4U_VEPixYw - Cucina vegana ecopacifista
Purtroppo questo programma è stato annullato perché Antonio D'Andrea (Presidente dell'Associazione e padrone di casa) e Michele Meomartino (segretario) all'ultimo momento hanno vietato l'ingresso ai gatti nella casa dove normalmente si accolgono gli operatori, proponendoci soluzioni alternative inaccettabili (tende, baracche di legno, casa in affitto a un prezzo esorbitante...).
Principalmente per solidarietà con i nostri due gatti emarginati (come con tutti gli animali), noi ci siamo rifiutati di andare.
Personalmente ho allora scritto due lettere all'intera comunità di Capracotta che ormai come tutti gli anni ci aspettava (bambini e bambine, amici, amministratori, genitori, anziani...), e quella che segue è la lettera aperta per i bambini e le bambine del paese che con me tutti gli anni dal 2005, tra le tante attività realizzate insieme, avevano sempre formato un gioioso coro ecopacifista (il Coro dell'Orecchio Verde) dedicato a Gianni Rodari.


Gianni Rodari.

Cari bambini e bambine di Capracotta

Coro dell’Orecchio Verde

Questa estate purtroppo non potrò venire a cantare con voi le belle filastrocche di Gianni Rodari all’interno delle manifestazioni organizzate dall’Associazione Vivere con cura.

Antonio, il padrone della casa dove ero sempre ospite e Presidente dell’Associazione, insieme al suo nuovo amico Michele (il segretario dell’Associazione), mi hanno vietato di portare con me i due gatti (Cirino che già conoscete e il giovane Rodni) che durante tutto l’anno vivono felicemente con me e Mariagrazia a Moricone.

Come sapete (ricordate la canzone "Buon anno ai gatti"?) il grande poeta Gianni Rodari amava molto questi animali e sicuramente anche voi e quindi comprenderete che senza di loro io e Mariagrazia non possiamo venire.

E’ una importante questione di solidarietà, parola molto cara a Gianni Rodari, tra noi umani e gli animali, in questo caso per l’appunto i gatti!

Non vi dispiacete troppo però, con voi ci sarà come sempre la mia cara amica Mariangela, bravissima e simpatica, con lei potete continuare a cantare le mie (nostre) canzoni e far ancora vivere il Coro dell’Orecchio Verde di Capracotta, anche senza di me!

Sono sicuro che sarete bravissimi!

Comunque non disperate, c’è sempre un po’ di speranza nella vita e chissà che non riesca a venire comunque a trovarvi per farvi una sorpresa, magari in incognito e mascherato da gatto per non farmi riconoscere...

Buon divertimento!

Un caro saluto,

Stefano


Lo spazio-ludoteca all'aperto nella villa comunale di Capracotta la scorsa estate.


Il Coro dell'orecchio Verde del 2010 in una manifestazione itinerante nel Corso di Capracotta.

Grazie a tutti per l'attenzione,
Stefano Panzarasa



 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     agosto        ottobre