.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
23 luglio 2019

Treia: la disfida del bracciale, facebook il censore, Marina di Massa: Festa della Riscossa Popolare, agricoltura e merda, stele di Rosetta, Molise: erbe e cammini di montagna, Gesù nella “spelunca latronum”…

Il Giornaletto di Saul del 23 luglio 2019 – Treia: la disfida del bracciale, facebook il censore, Marina di Massa: Festa della Riscossa Popolare, agricoltura e merda, stele di Rosetta, Molise: erbe e cammini di montagna, Gesù nella “spelunca latronum”…

Care, cari, dal 26 luglio al 4 agosto 2019, la città di Treia rivive le antiche tradizioni attraverso un connubio unico di storia, cultura, sport e gastronomia, dando vita a una delle più belle e antiche manifestazioni folkloristiche d’Italia. Per l’occasione la città si veste a festa, ornandosi dei vessilli dei quattro rioni impegnati nel gioco del Pallone col Bracciale: il blu del Borgo, il verde del Cassero, il viola del Vallesacco ed il giallo dell’Onglavina. La manifestazione comprende non solo partite agonistiche, ma anche eventi culturali, intrattenimenti, una sfilata storica in costume ottocentesco rappresentativa dei personaggi che abitavano i rispettivi quartieri… – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2019/07/treia-dal-26-luglio-al-4-agosto-2019.html

Mio commentino: “E noi ci saremo. Caterina ed io non possiamo perdere questa occasione… Siete invitati anche voi a partecipare”

Perché Facebook mi censura gli articoli? – Qualche amico mi chiede “…come mai Facebook ti censura? Non mi sembra che i tuoi articoli siano volgari, tendenziosi o trattino argomenti scabrosi, forse si tratta di un errore, hai provato a scagionarti presso l’ufficio competente?” – Beh, a riprova dell’inutilità di qualsiasi spiegazione da parte mia riporto un dialogo relativo ad un argomento “controverso” riportato su Il Giornaletto di Saul di qualche tempo fa (Articolo oscurato da Facebook) – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/07/ecco-perche-facebook-censura-gli.html

Montecorone di Zocca. Cercasi presenze amiche – Scrive Pietro: “Ho uno spazio abitativo in più di fianco al mio, che vorrei fosse abitato, non è tanto grande ma c’è tutto quello che serve per stare bene, chiedo una partecipazione a portare avanti e condividere il progetto nella sua completezza che poi esprimerò meglio nei dettagli quando ci conosceremo. Contattatemi: 059989639 – cell. 340.2148222”

Marina di Massa. Festa della Riscossa Popolare – Scrive PCARC: “Oggi è sempre più evidente che è possibile lottare contro la morte lenta delle aziende e la devastazione dei territori, che quello che serve non sono CIG e sussidi ma un lavoro utile e dignitoso per svolgere attività che servono. Siamo sicuri che è possibile gestire le attività produttive in modo pianificato ed ecocompatibile, gestendo la contraddizione fra salvaguardia dell’ambiente e lavoro. Di ciò se ne parla durante la Festa della Riscossa Popolare che si tiene a Marina di Massa dal 1 al 4 agosto…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/07/22/festa-nazionale-della-riscossa-popolare-nel-parco-di-ricortola-marina-di-massa-ms-dall%e2%80%99-1-al-4-agosto-2019/

Commento di J.: “Qualcuno si chiede: perché gli italiani non si ribellano? Semplice è la risposta: 2 milioni vivono di politica: parlamentari, ministri, consulenti, portaborse, consiglieri, presidenti, sindaci, responsabili di enti pubblici e di partiti, etc. etc. Il “giro di affari” supera i 20 miliardi annui…”

Agricoltura e merda – Il fosforo è indispensabile per l’agricoltura e di conseguenza per la sopravvivenza dei 7 miliardi di umani che calpestano il pianeta Terra. In varie occasioni ci siamo occupati di questo “elemento” durante vari incontri bioregionali in cui hanno portato la loro esperienza personaggi di un calibro notevole… – Su questo tema ripropongo un significativo articolo inviatoci dal compianto Giorgio Nebbia – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/07/22/agricoltura-e-merda-la-sopravvivenza-dipende-dal-fosforo/

Gaza. Tiro a segno sionista – Scrive Giorgio Stern: “67° venerdì di dimostrazioni a Gaza; 122 feriti, tra cui 45 bambini, quattro donne , tre paramedici e tre giornalisti. 19 luglio 2019, sessantasettesimo venerdì della Grande Marcia per il Ritorno, i soldati israeliani hanno continuato a sparare sugli inermi che manifestano all’interno della Striscia di Gaza. Sparano a colpo sicuro, protetti dalla complicità internazionale, dalla complicità della informazione ovvero della manovalanza giornalistica. Dalla complicità degli intellettuali eburnei, dediti a ripetere i soliti ritornelli per non vedersi esclusi dalla TV e dagli editori…”

Ballando sotto le stelle… – Scrive Giorgio Vitali a integrazione dell’articolo https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/07/ballando-sotto-le-stelle-notizie.html?showComment=1563786682593#c4220686859574614382 -: “”Molto opportunamente l’amico Arpinate ha inserito nell’articolo da me inviatogli una foto “di gruppo” in cui compare la giovane “suorina” piuttosto “suonata”, che con le manine congiunte fa il segno del cuore. Prendo lo spunto da questo quadro piuttosto idilliaco perché ci ricorda i sempre presenti elementi di propaganda che il Sacro Soglio usa immettere nel “circuito visivo” dei propri fedeli. Ed è questa iconografia che intendo ulteriormente mettere sotto la lente della analisi politica e culturale…” – Continua in calce al link indicato

Molise. Erbe e cammini di montagna – Scrive Antonio D’Andrea: “Programma agosto 2019 a Capracotta (Isernia) e in Molise: La Foresta Terapia e i preziosissimi doni delle Erbe Spontanee, della Montagna, del Camminare e della vita Conviviale. Pianta del mese: malva…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/capracotta-agosto-2019-foresta-terapia.html

La scala evolutiva tra matriarcato e patriarcato – Scrive G.L.P. a commento dell’articolo https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/la-scala-evolutiva-tra-matriarcato-e.html -: “…da decente conoscitore di archeologia, concordo stavolta in tutto quello che hai scritto. Non sapevo che la Gimbutas si fosse occupata anche di questo aspetto. La conoscevo come scopritrice di aspetti nuovi dei periodi storici successivi e delle migrazioni dei popoli Kurgan…”

Integrazione: “Joseph Campbell e Ashley Montagu ritennero paragonabile il contributo scientifico di Marija Gimbutas alla Stele di Rosetta e la decifrazione dei geroglifici egizi. Campbell scrisse la prefazione ad una edizione del The Language of the Goddess (1989), prima che la Gimbutas morisse, e spesso diceva di quanto profondamente si rammaricasse che le sue ricerche sulle culture del neolitico dell’Europa non fossero disponibili nel tempo in cui lui stava scrivendo The Masks of God…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2012/08/mariagrazia-pelaia-e-marija-gimbutas-il.html

Diritti e delitti – Scrive Gianni Padrin a commento dell’articolo di Caterina Regazzi https://retedellereti.blogspot.com/2019/07/ecologia-alimentare-diritti-e-delitti.html?showComment=1563791315516#c7086977347541563246 -: “…consapevole dei cambiamenti climatici, che saranno MOLTO + DISASTROSI rispetto alle attuali dichiarazioni di chi è geologicamente incompetente, aggiungo: le associazioni velenifere agricole, in primis la Maldiretti…” – Continua in calce al link

Gesù nella “spelunca latronum” – Scrive G. Bonconte Montefeltro: “Gesù è terribile. Pare l’arcangelo posto sulla soglia del Paradiso perduto. Non ha spada fiammeggiante fra le mani, ma ha i raggi negli occhi, e fulmina derisori e sacrileghi. In mano non ha nulla. Solo la sua santa ira. E con questa, camminando veloce e imponente fra banco e banco, sparpaglia le monete così meticolosamente allineate per qualità, ribalta tavoli e tavolini, e tutto cade con fracasso al suolo fra un gran rumore di metalli rimbalzanti e di legni percossi e grida d’ira, di sgomento e di approvazione…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2017/12/la-moneta-impura-e-la-mitezza-di-cristo.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Devi essere ricco, ma non di ricchezze materiali. La vera ricchezza è una qualità del tuo essere. La tua ricchezza è data dall’autenticità, dalla sincerità, dal tuo essere veritiero, dall’amore, dalla creatività, dalla sensibilità e dal tuo essere meditativo. La società ha orientato la tua mente verso cose mondane e tu hai dimenticato completamente che la tua mente è stata deviata…” (Osho)




permalink | inviato da retebioregionale il 23/7/2019 alle 5:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     giugno        agosto