.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
17 agosto 2019

Ancora censura su Facebook, compagni di viaggio, ritorno all’esercito popolare, c’era una volta la Festa del Grande Cocomero, intervista bioregionale, Hong Kong, USA: pronti a sparare, Gioco della Coscienza…

Il Giornaletto di Saul del 17 agosto 2019 – Ancora censura su Facebook, compagni di viaggio, ritorno all’esercito popolare, c’era una volta la Festa del Grande Cocomero, intervista bioregionale, Hong Kong, USA: pronti a sparare, Gioco della Coscienza…

Care, cari, come Saul Arpino non posso pubblicare post nei gruppi, anche in quelli da me gestiti. Mi scrive il team censorio di FB: “Ti hanno bloccato temporaneamente. Sembra che tu abbia usato questa funzione in modo scorretto, ovvero a una velocità troppo elevata. Ti è stato impedito di usarla…”

Mia rispostina: “….”velocità troppo elevata”? – Cosa significa… se è quella che il meccanismo di pubblicazione consente? O forse si tratta di argomenti non ritenuti “consoni”? (e quindi bloccati, senza nemmeno informarmi quanto durerà la punizione)”

Compagni di viaggio – Tempo addietro mi venne l’idea di scrivere le mie memorie spirituali sugli incontri da me fatti con donne e uomini di conoscenza, il testo l’avevo chiamato “Incontri con i santi”. Successivamente ho rielaborato il testo ed anche il titolo trasformandolo in “Compagni di viaggio. La ricerca spirituale laica inizia e finisce nel Sé”. Questa ultima versione verrà pubblicata a breve dalla OM Edizioni. Fra tutte le “persone” particolari da me incontrate e descritte nel libo ci fu Uppaluri Gopala Krishnamurti, un “santo” completamente fuori dal coro… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/08/15/compagni-di-viaggio-e-lincontro-con-uppaluri-gopala-krishnamurti-a-roma/

Commento di C.B.: “Ho letto un paio di libri su di lui, erano interviste. Si un po’ anomalo e fuori dal coro, e molto simile per certi versi a Mère (Mirra Alfassa) compagna spirituale di Sri Aurobindo…”

Società civile e ritorno all’esercito popolare – Fra le proposte non andate a buon fine nel moribondo governo Conte risulta esserci quella di ripristinare un servizio misto, metà civile e metà militare, “per riabituare i giovani a svolgere mansioni utili alla patria e risvegliare in loro un senso di disciplina”. Io personalmente ho svolto servizio militare per 15 mesi e debbo dire che quel periodo fu per me molto utile per capire come funzionavano tante cose nella società. Non penso quindi -come disse Berlusconi- che “il servizio militare (o civile che fosse) rappresentasse una perdita di tempo per i giovani”… Inoltre non sono d’accordo con il sistema corrente in cui il servizio militare sia riservato a forze prezzolate, semplici volontari, credo che l’onere della difesa della nostra terra o dei legittimi interessi dei suoi abitanti non possa essere delegata a mercenari…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/08/societa-civile-e-ritorno-allesercito.html

Commento di Giorgio Stern: “Carissimo Paolo, ti sono grato per le tue considerazioni sul servizio militare, con le quali concordo. Proprio pochi istanti prima di leggerti pensavo come oggi l’Occidente si doti (credo dappertutto) di mercenari rinunciando alla.leva  Come accadeva nel medioevo e nel risorgimento quando i diversi signori assoldavano milizie per la pratica politica della difesa e dell’attacco. Non voglio sollevare qui i tanti possibili risvolti di una faccenda come questa. Sono lieto però leggere che non sono il solo a pensarla così. Grazie e buon lavoro.”

Mia rispostina: “Gentile Giorgio, già risultava evidente il tuo pensiero dalla lettura del tuo interessantissimo libro “Tribù indiane. Capitale e proletari nella storia del Nord-America”… come ti scrisse la mia compagna Caterina, anch’essa concorde con le tue considerazioni, stiamo meditando su una prossima opportunità di presentare il tuo libro…”

Commento di Fulvio Grimaldi: “Da Bersagliere per la leva di 18 mesi, da un capo all’altro di un’Italia che non avrei conosciuto, con commilitoni di ogni regione, classe sociale, opinione, storia, cultura, che non avrei altrimenti frequentato e capito, con la lezione di resistenza all’idiozia e di sopportazione collettiva, con la fatica mai provata prima, con l’idea di servire in un corpo che corre e che è corso a Roma contro il papa (altri tempi rispetto al mercenariato di oggi), concordo con gli amici Paolo e Giorgio…”

Un altro Gesù nei vangeli apocrifi – Scrive Marco Bracci a commento dell’articolo - http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/12/un-altro-gesu-nei-vangeli-apocrifi.html – Come conciliare la legittimità del consumo di carne della Chiesa con le molte dichiarazioni di molti Padri, Santi della prima Chiesa cristiana e le stesse regole della maggior parte dei Fondatori di Ordini monastici sviluppatisi dopo la morte di Gesù? La risposta è semplice, se si considera che la chiesa cattolica romana (e le altre che si auto-definiscono cristiane e che da loro dipendono) sono diventate a poco a poco delle armi nelle mani di Satana…”

La Festa del Grande Cocomero – Siamo in periodo ferragostano, una volta si chiamava “Ferie di Augusto”, poi la chiesa cristiana trasformò la festa in “Assunzione della Madonna in Cielo”. I tempi cambiano ed il nome delle feste anche. Ma il periodo resta. Tra l’altro anche noi del Circolo vegetariano VV.TT. abbiamo voluto festeggiare a modo nostro e quando l’associazione aveva ancora sede a Calcata denominammo il Ferragosto “La Festa del Grande Cocomero”. Certo siamo un po’ burloni… ricordo infatti che venivano torme di gitanti pensando di trovare la sagra dei cocomeri. Invece del cocomero nemmeno l’ombra, anzi obbligavamo i gitanti ad una faticosissima passeggiata nella valle del Treja, con guado del fiume e ritorno… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/08/16/circolo-vegetariano-vv-tt-quando-il-ferragosto-si-chiamava-festa-del-grande-cocomero/

Avviso ai naviganti – Scrive NPCI: “Un esercito che combatte per una giusta causa e impara dalla sue sconfitte è destinato a vincere! Le lezioni del fallimento dell’operazione di rafforzamento del Centro clandestino del (n)Partito comunista italiano, che all’inizio dell’anno con orgoglio e gioia abbiamo annunciato ai comunisti e a tutti quelli che non accettano di subire il catastrofico corso delle cose imposto dalla borghesia imperialista, ci stanno aiutando…”

Idee per una assemblea bioregionale comunitaria – Secondo me non vale la pena di risalire all’inventore del termine “bioregionalismo” poiché, come in effetti è per l’ecologia e per la spiritualità, è qualcosa che è sempre esistita, in quanto espressione della vita, perciò nelle diverse epoche storiche questi processi hanno ricevuto nomi diversi: panteismo, spiritus loci, animismo, etc. Ed in ogni caso questi tre modi descrittivi sono indivisibili l’uno dall’altro, come è indivisibile l’esistenza… – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/08/idee-per-una-assemblea-comunitaria-su.html

Commento di Lorenzo Merlo: “A proposito dell’intervista sul bioregionalismo, quando pensi avremo tempo e situazione per farla? Non sarà breve. Penso siano da mettere in conto un paio d’ore. Devo anche fare qualche scatto e se non sei contrario il video dell’intervista stessa. Per organizzarmi…”

Mia rispostina: “Caro Lorenzo, credo che il momento migliore potrebbe essere a settembre, quando tu verrai a Treia. Potresti venire il 21, cioè il giorno prima della presentazione del tuo libro, così abbiamo il tempo per organizzare il video dell’intervista. Anche se -da un punto di vista delle idee e dei riferimenti- un testo scritto sarebbe più indicato, vediamo come si può integrare…”

USA. “Excusatio non petita, accusatio manifesta…” – Scrive Gunnar Ulson: “Ci viene detto che il ritiro degli Stati Uniti dal Trattato sulle forze nucleari a raggio intermedio (INF), firmato nel 1987 tra Stati Uniti e Unione Sovietica, si basava su affermazioni secondo cui la Russia l’avrebbe violato. Mentre continuiamo ad aspettare che Washington fornisca prove di tali affermazioni, gli Stati Uniti ammettevano di aver già iniziato a sviluppare missili che violavano il trattato…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/08/16/usa-excusatio-non-petita-accusatio-manifesta-pronti-a-sparare-contro-russia-e-cina-per-primi/

P.S. – Solo il tempo dirà se Mosca e Pechino troveranno altri meccanismi per evitare una corsa agli armamenti pericolosa e dispendiosa poiché gli Stati Uniti testardi non solo si rifiutano di andarsene, ma insistono nel portare armi incredibilmente pericolose che distruggeranno non gli Stati Uniti ma le nazioni di Europa ed Asia orientale…

Hong Kong appartiene alla Cina – Scrive Workers.Org: “I media corporativi hanno utilizzato le recenti proteste di Hong Kong per attaccare e diffamare la Repubblica popolare cinese e il ruolo del Partito comunista cinese col pretesto di difendere i diritti umani. Senza conoscere la storia, così come tutti i modi con cui i super ricchi nordamericani e il loro governo a Washington attuano la politica estera degli Stati Uniti, è impossibile comprendere le forze dietro le proteste a Hong Kong, una città che l’impero inglese sequestrò nel 1842 e restituì solo nel 1997…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/08/16/hong-kong-fa-parte-della-cina-yankee-go-home/

Roma. Campidoglio – Scrive Accademia Kronos: “Invito al Premio internazionale ambiente e clima “Io Faccio La mia Parte” che si terrà al Campidoglio di Roma, Sala della Protomoteca, il 27 settembre 2019, alle ore 10. Info: ak@accademiakronos.it”

Il Gioco della Coscienza. Recensione – “Il gioco della Coscienza” è un resoconto delle esperienze spirituali di un santo del nostro tempo sulla via dell’illuminazione. Per descrivere il proprio viaggio interiore Swami Muktananda scrisse l’autobiografia spirituale che spiega gli effetti di Kundalini risvegliata, un’opera illuminante…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/09/il-gioco-della-coscienza-di-swami.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………..

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Non c’è niente da fare…” (Uppaluri Gopala Krishnamurti)

………………

«…Non sei un pazzo, cristiano? Credi all’eternità e accecato dipendi, anima e corpo, dal tempo…» (Angelus Silesius)




permalink | inviato da retebioregionale il 17/8/2019 alle 5:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     luglio        settembre