.
Annunci online

retebioregionale
RETE BIOREGIONALE ITALIANA - La pratica del bioreregionalismo e dell'ecologia profonda
 
 
 
 
           
       

La Rete Bioregionale Italiana è ispirata dall'idea di Bioregione: aree omogenee definite dall'interconnessione dei sistemi naturali e dalle comunità viventi che le abitano.
Una bioregione è un insieme di relazioni di cui gli umani sono chiamati a vivere e agire come parte della più ampia comunità naturale che ne definisce la vita.

Qui di seguito i nomi dei primi fra i nuovi referenti tematici della Rete Bioregionale Italiana che a titolo volontario intendono mettere a disposizione di tutti le conoscenze acquisite nel loro percorso di pratica ecologista:

Daniela Spurio - Grafica e fotografa - Impaginatrice dei Quaderni di
Vita Bioregionale - "Viverecongioia Jesi" dhanil@live.it,

Giorgio Vitali, presidente Infoquadri, Referente per il Signoraggio monetario ed aspetti economici correlati. Email.  vitali.giorgio@yahoo.it, - Tel. 393.6542624 

Rita De Angelis ritadeangelis2@alice.it e cell. 3385234247 - ecologia casalinga

Antonella Pedicelli, docente di filosofia, residente a Monterotondo (Sabina Romana)Referente per rapporti con le scuole e interventi formativi di recupero e attenzione verso la cultura bioregionale. Email: hariatmakaurr@gmail.com 

Claudio Martinotti Doria, monferrino, storiografo e ricercatore di storia locale ed economica, saggista, ambientalista libertario e localista. Referente per le Politiche economico ecocompatibili. Email: claudio@gc-colibri.com  tel. 0142487408 - Sito web: http://www.cavalieredimonferrato.it

 Benito Castorina, docente universitario per l'economia agricola e coltivatore di erba vetiver. Referente per l'agricoltura contadina e produzione energetica ecologica. Recapiti: benito.castorina@fastwebnet.it - Tel. 06.8292612 - 338.4603719

Avv. Vittorio Marinelli, presidente di European Consumers,
Via Sirtori, 56, 00149 Roma. Email:
vitmar@tiscali.it - Tel.
348.1317487 - Referente per l'ecologia nei consumi.

Caterina Regazzi
, medico veterinario Referente per il rapporto uomo/animali e zootecnia. Recapiti:
caterinareg@gmail.com – Cell. 333.6023090

Fulvio Di Dio, residente ad Amelia (Terni), funzionario alla Regione
Lazio Assessorato Ambiente
. Email.
fulvio.didio@libero.it - Tel.
329.1244550. Referente per l'ecologia nelle aree urbane.

Manuel Olivares, scrittore e giornalista sociologico esperto in comunità, fondatore della casa editrice “Vivere Altrimenti”. Referente per i rapporti con le comunità, comuni ed ecovillaggi. Recapito: info@viverealtrimenti.com

Sonia Baldoni, esperta di erbe officinali e cure naturali olistiche. Referente per il rapporto con gli elementi della natura e con lo spiritus loci. Recapiti: Cell. 333.7843462 - sachiel8@virgilio.it

Teodoro Margarita, seedsaver, già consigliere federale di Civiltà Contadina e collaboratore della Rete. Referente per l'area comasca, ecovillaggio, ricerca spirituale. Recapito: 031.683431 ore serali.

Stefano Panzarasa, geologo e musicista, Responsabile Ufficio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per l'educazione ambientale ed ecologica. Recapiti: bassavalledeltevere@alice.it  -  blog (cliccare qui sotto): www.orecchioverde.ilcannocchiale.it  tel.. 0774/605084

Lucilla Pavoni, scrittrice e neo contadina. Referente per i rapporti solidali fra esseri umani. Recapiti: lucillapavoni@libero.it – Cell. 338.7073857

Paolo D'Arpini, cercatore spirituale laico e membro fondatore della Rete Bioregionale Italiana. Referente per le Pubbliche Relazioni. Recapiti: circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293 - 0761/587200 


Altri membri e simpatizzanti stanno ancora meditando sul come offrire la propria collaborazione alla comunità bioregionale, se fra i lettori, che si riconoscono nel messaggio dell'ecologia profonda, c'é qualche volontario.. é benvenuto!

Paolo D'Arpini, addetto alle Relazioni Pubbliche per la Rete Bioregionale Italiana

Per aderire alla Rete Bioregionale Italiana é sufficiente sottoscrivere il manifesto fondativo (o carta degli intenti) e di inviare una email di conferma a:  circolo.vegetariano@libero.it

 

 
 
 
 

 
28 maggio 2020

Excursus su bioregionalismo ecologia profonda e spiritualità laica, i 60.000 distanziatori civici, Tivoli: 20 e 21 giugno 2020, fine del primo amore, Lombardia crudele, catechesi religiosa ed etica laica…

Il Giornaletto di Saul del 28 maggio 2020 – Excursus su bioregionalismo ecologia profonda e spiritualità laica, i 60.000 distanziatori civici, Tivoli: 20 e 21 giugno 2020, fine del primo amore, Lombardia crudele, catechesi religiosa ed etica laica…

Care, cari, il bioregionalismo è una forma attuativa dell’ecologia profonda. Nel senso che l’ecologia profonda analizza il funzionamento delle componenti vitali e geomorfologiche ed il bioregionalismo riconosce gli ambiti territoriali in cui tali componenti si manifestano. Per fare un esempio concreto: il funzionamento generale dell’organismo vivente viene compreso attraverso il riconoscimento e lo studio delle sue funzioni vitali e dei modi in cui tali funzioni si manifestano ed il bioregionalismo individua gli organi specifici che provvedono a tale funzionamento e le correlazioni fra l’organismo e l’insieme degli organi che lo compongono… – Continua:
http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/11/excursus-su-bioregionalismo-ecologia.html

Abruzzo. Progetto comunitario – Scrivono Angelica e Francesco: “A settembre vorremmo far partire una scuolina autogestita unendo competenze e talenti di chi si vuole mettersi in gioco. Questi mesi estivi saranno di definizione delle linee guida del progetto comunitario. Chi fosse interessat@ a unire il proprio cuore al battito di questo progetto ci contatti: figliodelnibbio@gmail.com, 3397512083 (Angelica).”

Ecco i magnifici 60.000 distanziatori civici – Scrive Fulvio Grimaldi: “Ci sono voluti un paio di giorni dal lancio dell’orda di miliziani distanziatori perché l’enormità del provvedimento Boccia-Decaro-Gestapo (naturalmente Conte non ne sapeva nulla, ça va sans dire) balenasse a qualcuno e da governo, maggioranza e opposizione si levassero voci di apprensione e critica. Apprensione perché, sebbene non ci sia in quella consorteria nessuno che metta in dubbio stati d’assedio e coprifuoco con prospettiva vaccino, lo scatenamento sulla gente di questi sventurati sessantamila rischiava di scoprire la natura vera dell’intera operazione. Tutto qui…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/05/27/task-force-distanziatori-civici-neanche-il-minculpop-neanche-le-camicie-nere/

Commento di F.M.: “In nome della “caccia all’untore”, il Governo dei Figliocci di Soros e degli Emuli di Tsipras, sollecitato dall’UE che preme per lo smembramento del nostro Stato nazionale, sta reclutando 60mila “controllori volontari” da destinare oggi alla segnalazione, per permettere la capillare repressione e sanzione di ogni comportamento ritenuto non conforme alle regole imposte dalla lotta al coronavirus, ma che di fatto assumono il ruolo di braccio operativo funzionale alla svolta autoritaria già in atto in Italia…”

Tivoli, 20 e 21 giugno 2020. Auser Treia partecipa all’evento “Stati generali dell’ecosofia”. Una tavola rotonda sul bioregionalismo e l’inaugurazione di un “giardino della natura profonda” saranno il clou della manifestazione solstiziale in programma. Auser Treia, con alcuni suoi membri, sarà presente all’inconto, ci saranno il poeta e musicista Andrea Biondi, la veterinaria Caterina Regazzi ed il presidente del Circolo, Paolo D’Arpini (salvo altri). Partecipando a questo evento avremo l’occasione di ricambiare la visita che l’organizzatore, Italo Carrarini, ci fece a Treia lo scorso anno… – Continua: https://auser-treia.blogspot.com/2020/05/auser-treia-partecipa-al-convegno.html

Piemonte. Caccia condannata – Scrive Carlo Consiglio: “Il TAR del Piemonte con sentenza del 20 maggio 2020 ha annullato parzialmente il calendario venatorio 2019-2020 ed ha condannato la Regione Piemonte alle spese nei confronti dei ricorrenti nella misura di € 2.000,00 oltre gli accessori di legge. Tre erano le motivazioni del ricorso: 1) L’annotazione sul tesserino regionale del capo abbattuto “a recupero avvenuto” e non nell’immediatezza dell’abbattimento; 2) esenzione dall’immediata annotazione dei capi abbattuti per i cacciatori nelle aziende private di caccia; 3) esclusione dal divieto di caccia nelle aree contigue ai parchi, per i non residenti.”

Alla fine del primo amore – Scrive Ferdinando Renzetti: “Alla fine del mio primo amore fui preso da una grande depressione e mi curai con una abbondante dose di sesso droga e rock and roll, i miei primi anni a Bologna furono disastrosi; in compenso vissi un periodo a Londra pieno di musica giamaicana, new wave, art rock e new dandies, punk, dark, skin head…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/05/sopravvivere-alla-fine-del-primo-amore.html

Covid-19 ed elezioni – Scrive A.D.: “Perché vogliono proseguire con le restrizioni i lockdown, per paura de contagi? No perché a Novembre ci saranno probabilmente le elezioni, e se le persone votano da casa è più facile truccare. Se i clienti possono fare la fila al supermercato, possono farla anche per votare a Novembre…”

Lombardia crudele – Scrive Silvia Premoli: “Il 20 maggio 2020, mentre le Associazioni ambientaliste e animaliste manifestavano di fronte al Pirellone, la maggioranza di centrodestra, nonostante l’appello ad un ripensamento da parte delle forze di opposizione, ha votato le norme di modifica alla Legge Regionale 26/93, tra cui la vergognosa modifica che regala impunità ai bracconieri. Tra pochi giorni infatti, con la pubblicazione della Legge, le Guardie Venatorie Volontarie dovranno indossare giubbino e cappello ad alta visibilità nell’esercizio delle loro funzioni…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/05/lombardia-presidio-delle-associazioni.html

Zoom. Festa della Pace – Scrive Tavola della Pace: “L’Italia di cui abbiamo bisogno è l’Italia di San Francesco e di Aldo Capitini. I nostri valori sono i valori della Repubblica: libertà, lavoro, pace, uguaglianza, solidarietà, democrazia. 2 giugno 2020. Festa della Repubblica Italiana. Incontro online dei Costruttori di Pace su Zoom e Facebook, ore 17.00 – 19.00. Info:  335.6590356 adesioni@perlapace.it”

Catechesi religiosa ed etica laica a confronto – Un’idea morale ed un’etica utopica esercitano sovente un grande appeal attrattivo su molti intellettuali. Come tutte le idee aldilà della portata attuativa rischia però di diventare un’altra forma di “ismo”, una ideologia  che si prefigge attraverso i suoi propagatori di elevare la coscienza con il solo risultato di contribuire a ulteriormente dividere la società umana in “credenti” e “infedeli”, buoni e cattivi. Insomma una religione che inneggia alla morale ed all’etica manca spesso di capacità attuativa e come tutte le finalità religiose resta un ideale alla portata di pochi “eletti” disgiunti dal contesto umano… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/11/catechesi-religiosa-ed-etica-laica.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Discard all traditional standards. Leave them to the hypocrites. Only what liberates you from desire and fear and wrong ideas is good. As long as you worry about sin and virtue you will have no peace.” (Nisargadatta Maharaj)




permalink | inviato da retebioregionale il 28/5/2020 alle 11:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     aprile        giugno